Mirabilissimo100’s Weblog

luglio 31, 2010

Film, arriva il divieto ai minori di 10 anni

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 10:52 am
 

articolo di sabato 31 luglio 2010

 

Film, arriva il divieto ai minori di 10 anni

di Cinzia Romani

 

Un disegno di legge del ministro Bondi introduce una nuova soglia minima di età per l’ingresso nelle sale. Ed è polemica Per le associazioni dei genitori è un modo di proteggere i bambini, per produttori e distributori una gatta da pelare
RomaC’era una volta il padre, che portava i figli piccoli al cinema, con un simpatico rito. Dopo aver scorso, sul giornale, i titoli più adatti all’età dei pargoli, si partiva per la sala di destinazione e via, un paio d’ore di film, pop-corn e intimità familiare, mentre la mamma, a casa, rifiatava un poco. Una cineliturgia così importante da indurre Johnny Depp e Jodie Foster, genitori, oltre che star internazionali, ad accettare film, che potessero vedere insieme ai loro figli, senza alcun imbarazzo, ma con divertimento.
Ora, invece, rischiamo d’avere un Papà Stato, che sceglie per noi e per i nostri figli, un cartone e o un fantasy. Ieri, infatti, il Consiglio dei Ministri ha approvato (su proposta di Sandro Bondi, Ministro dei Beni Culturali) un disegno di legge che, mentre ottimizza il sistema del finanziamento alle opere prime, introduce, «oltre a quelle già disciplinate dalla legge vigente (14 e 18 anni), la soglia dei 10 anni di età per il nulla osta alla visione di film». La mente corre allo strano caso di Apocalypto, il film di Mel Gibson, ostracizzato per via di scene violente, ma funzionali al racconto, e alle pene patite dall’esercente italiano, costretto a un pasticcio: il film un po’ era vietato ai minori, ma se c’era il genitore accompagnante, lo “junior” entrava. «È un problema determinare i criteri con i quali vietare o no un film ai minori di 10 anni. Sono favorevole al sistema americano, che fa apporre l’avviso “vietato la visione ai minori, se non accompagnati”. Qui entriamo in un problema legale, legato alla patria potestà. E poi, ci troveremmo nel campo della discrezionalità o degli umori del momento?», commenta Paolo Protti, Presidente dell’Agis, l’Associazione Generale dello Spettacolo, attenta a tastare il polso alle platee.
«Una scelta del genere può essere molto pericolosa per gli esercenti. Alice in Wonderland è adatto o no a un bambino di 10 anni? Temo l’assenza di criteri precisi. Da esercente, ne vedo di tutti i colori: genitori che vengono in sala a mezzanotte con ragazzini piccolissimi, ma ai quali non si può dire nulla», conclude il manager. Condivide la preoccupazione di Protti anche Riccardo Tozzi, capo dell’Anica e produttore di lungo corso. «Da padre di molti figli e da nonno, noto che ogni bambino fa storia a sé. C’è quello più maturo dei suoi 10 anni e quando si tratta di bambini di quest’età, la responsabilità è della famiglia. Magari si può informare, con un bollino come avvertimento, come si opera in tivù. Vedo la cosa difficile da gestire», osserva Tozzi. Naturalmente il Moige (Movimento italiano genitori) ha espresso subito il suo gradimento per l’iniziativa. «Bene il divieto ai minori di 10 anni. Resta necessaria la maggiore presenza di esperti e di genitori nelle commissioni d’esame. Occorre portare l’Italia al livello degli altri paesi europei», dice Elisabetta Scala, responsabile dell’Osservatorio Media del Moige. Ma non staremo diventando bacchettoni, in stile Usa? «I minori italiani sono frequentemente spettatori involontari di film non adatti a loro, con scene di violenza o dialoghi non appropriati, com’è successo con Apocalypto», incalza la Scala. Di fatto, il disegno di legge che divide il mondo del cinema è un’integrazione della Legge Urbani, compreso il criterio di elevare la soglia di divieto ai minori di 10 anni. Va da sé che, mentre il cinema si fa in funzione dei passaggi televisivi, la nuova censura potrebbe agire da ulteriore deterrente. «Questo limite ulteriore è, in realtà, un ampliamento», spiega il Direttore Generale del Cinema, Nicola Borrelli, da un decennio al chiodo su questo tema. «Ogni giorno la Commissione esaminatrice si trova di fronte a film-limite, adatti ai bambini di 10-11 anni, ma inadatti ai bambini più piccoli. Con i criteri vigenti, la Commissione conta soltanto su due divieti secchi: 14 e 18. Nel caso di Paranormal Activity, un tredicenne non si spaventa, ma gli altri più piccoli? Proteggeremo la fascia più bassa». È chiaro che al Ministero avranno di che discutere.
 
 

© IL GIORNALE ON LINE S.R.L. – Via G. Negri 4 – 20123 Milano – P.IVA 05524110961
Annunci

Gaza, un morto in raid israeliano

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , — mirabilissimo100 @ 10:50 am

TG.COM

Gaza, un morto in raid israeliano

31/7/2010

Risposta ad attacco di Hamas:8 i feriti

Aerei israeliani hanno lanciato missili contro alcuni obiettivi palestinesi nella Striscia di Gaza: una vittima e otto feriti il bilancio dell’attacco, secondo fonti di Hamas e del servizio sanitario locale. Il raid ha avuto luogo in risposta al lancio di un razzo palestinese contro la città di Ashkelon, nel sud di Israele. Un militante di Hamas è stato ucciso da un missile che ha colpito un caravan, vicino al campo profughi di Magazhi.

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo487628.shtml

Iran, nuova scossa nel sud-est

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , — mirabilissimo100 @ 10:49 am

TG.COM

 

Iran, nuova scossa nel sud-est

31/7/2010
 

Magnitudo 5,8: 170 i feriti venerdì

Una scossa di terremoto di 5,8 gradi sulla scala Richter ha colpito l’Iran sud-orientale. Il sisma è avvenuto nei pressi della cittadinda di Negar, nella provincia di Kerman. Non si hanno notizie sulle conseguenze del terremoto. Venerdì una scossa nel nord-est dell’Iran aveva provocato 170 feriti. L’epicentro del sisma era stato localizzato a circa sette chilometri dalla città di Torbat-e Heydariyeh, 700 chilometri a est di Teheran

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo487638.shtml

Crollo ad Afragola, trovati 2 corpi-Sposi morti abbracciati,si scava ancora

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , , — mirabilissimo100 @ 10:48 am

TG.COM

Crollo ad Afragola, trovati 2 corpi

31/7/2010

Sposi morti abbracciati,si scava ancora

Due persone, tra le quali un bimbo di pochi mesi, risultano disperse a seguito del crollo di una palazzina ad Afragola, nel Napoletano. Dalle macerie sono stati estratti i cadaveri di una coppia di sposi, di 33 e 29 anni. I due erano rimasti abbracciati. Si cercano ancora una bambina e la nonna. I vigili del fuoco stanno scavando con le mani per raggiungere le persone ancora sotto le macerie. Si cercano anche tre immigrati.

Crollo nel Napoletano, dispersi 

I loro nomi risultano all’anagrafe fra gli abitanti della palazzina. Gli inquirenti non sono ancora sicuri che i tre stranieri, regolari, si trovassero effettivamente nella struttura al momento del crollo. Si tratta di Hassan Mayoufi, 43 anni, di Mina Mayoufi, 35 anni, entrambi del Marocco e di Jeff Kwame Kwakye, originario del Ghana.

Vengono utilizzate anche unità cinofile per tentare di identificare i punti nei quali potrebbero essere i dispersi. I carabinieri e i tecnici del Comune stanno facendo accertamenti per verificare se nell’edificio si trovassero, al momento del disastro, altre persone. 

Il crollo dell’edificio, in via Calvanese, in una zona alla periferia della cittadina di Afragola, a poca distanza dal cimitero e dall’asse autostradale Napoli-Bari, sarebbe stato provocato da un cedimento strutturale dovuto alle infiltrazioni di acqua piovana. Su tutto il Napoletano, nelle prime ore della notte, si è abbattuto un fortunale caratterizzato da pioggia battente e da fortissime raffiche di vento.

Sul posto sono all’opera due squadre dei vigili del fuoco di Napoli, 20 volontari della protezione civile, carabinieri, polizia, vigili urbani e tecnici del Comune di Afragola.

Una gran folla di persone – per la maggior parte abitanti della zona – è scesa in strada chiedendo di poter partecipare alle operazione di soccorso. I vigili del fuoco, però, hanno fatto sgombrare la zona, anche perché c’è il pericolo che un edificio contiguo a quello crollato possa a sua volta subire un cedimento.

Malore a soccorritore, portato via dal 118
Uno dei soccorritori intenti a scavare tra le macerie della palazzina crollata ad Afragola (Napoli) è stato colto da un malore durante le operazioni. L’uomo è stato soccorso dagli operatori del 118, e portato via in barella d’urgenza. Giovanni, questo è il nome del soccorritore, era caduto in una piccola voragine che si è creata fra le rovine, ed è stato portato in ospedale da una delle ambulanze che si trovano sul posto per soccorrere le vittime del crollo. I parenti delle vittime attendono a diversi metri dal luogo dell’incidente, in lacrime.

 

Catania, scomparse due ragazze-Da Facebook arriva appello a Tgcom

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , , — mirabilissimo100 @ 10:46 am

TG.COM

Da Facebook arriva appello a Tgcom

30/7/2010

Catania, scomparse due ragazze

Ancora nessuna traccia di Jessica Emiliano e Miriam Amirante, le due ragazze catanesi scomparse lunedì scorso nei pressi di Misterbianco, in provincia di Catania. E un appello, accorato, partito da un gruppo Facebook chiamato “Ragazze scomparse” è giunto alla  redazione di Tgcom per far sì che quante più persone possibile possano aiutare i parenti a ritrovarle.

Jessica e Miriam (nella foto dalla pagina di Facebook), che rispettivamente hanno 15 e 17 anni, lunedì scorso erano uscite per andare alla festa del patrono di Misterbianco, Sant’Antonio Abate. Hanno fatto un’ultima chiamata ai genitori, intorno alle 21.45, per riferire che sarebbero rimaste fuori ancora un po’ a godersi la festa. Poi il silenzio, da quattro interminabili giorni: si è persa ogni traccia delle due giovani, ragion per cui i genitori hanno regolarmente sporto denuncia ai carabinieri per la scomparsa.

Le tv locali hanno già fatto passare in video gli appelli dei genitori delle due giovani, tra cui quello disperato della mamma di Jessica. E su Facebook cresce il numero dei membri iscritti al gruppo, ormai giunti a quota 4000, che tentano di ricostruire i movimenti delle due ragazze. Confessioni, ricordi, ipotesi, che ancora non giungono a una conclusione univoca sulla sparizione. Accanto alle supposizioni sul motivo della scomparsa, anche i carabinieri riferiscono qualcosa: potrebbe trattarsi di fuga volontaria. Ma il vero motivo resta ancora un mistero, e i genitori aspettano con ansia che le due ragazze chiamino per avvisare che stanno bene e che arriveranno a casa presto.

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo487572.shtml

Venezia, vittima una turista norvegese-Stuprata da cameriere in un hotel

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 10:44 am

TG.COM

 

Stuprata da cameriere in un hotel

30/7/2010

Venezia, vittima una turista norvegese

Notte da incubo per una turista norvegese a Venezia. Secondo quanto denunciato dalla ragazza, un cameriere del B&B in cui alloggiava, si sarebbe introdotto in camera e l’avrebbe violentata. La giovane, che proprio giovedì aveva festeggiato 18 anni, è stata ricoverata sotto shock. L’uomo, un iraniano di 31 anni, è stato arrestato dalla polizia accorsa nell’hotel.

Venezia., Stuprata da cameriere in un hotelLa ragazza era arrivata a Venezia con tre amici il 27 luglio scorso e giovedì sera tutti assieme erano andati a festeggiare i suoi 18 anni in un ristorante. Poi sono rientrati nel bed and breakfast, ognuno nella propria camera. Verso le 3 si è svegliata, scoprendo un uomo nel letto. Non ha potuto sottrarsi alla violenza. La giovane ha tentato invano di divincolarsi, chiedendo aiuto a squarciagola.

Gli amici però non sono riusciti ad entrare nella camera della connazionale. L’ iraniano, entrato usando un passpartout, aveva chiuso a chiave la porta. La reazione decisa della vittima ha fatto fuggire il cameriere che, aperta la porta, ha travolto i soccorritori trovando riparo in una foresteria accanto. Sul posto sono arrivati gli agenti che hanno bloccato il violentatore nel suo alloggio, in un edificio attiguo al b&b, portandolo in carcere a disposizione dell’autorita’ giudiziaria.

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo487597.shtml

luglio 30, 2010

Caso Claps, il Dna non è di Restivo

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , — mirabilissimo100 @ 11:21 pm
LA STAMPA.IT
 
30/7/2010 (20:42) – IL GIALLO DELLA RAGAZZA SCOMPARSA A POTENZA
Caso Claps, il Dna non è di Restivo
Il campione genetico dell’indagato confrontato con quelli trovati nel sottotetto dove fu trovato il corpo: esito negativo. I legali: non c’entra
ROMA
I due diversi Dna maschili isolati tra i reperti del sottotetto della Chiesa della Santissima Trinità di Potenza – per 17 anni tomba della studentessa Elisa Claps – non sono di Danilo Restivo, ritenuto presunto responsabile dell’omicidio della ragazza. Lo hanno stabilito i periti genetisti coordinati dal professor Vincenzo Pascali, Direttore dell’Istituto di medicina legale dell’Università cattolica di Roma, che hanno concluso le analisi genetiche ed hanno trasmesso la loro consulenza al gup di Salerno, che l’aveva disposta durante l’incidente probatorio.

Il lavoro dei periti è stato oltremodo complesso. Essi, infatti, hanno dovuto esaminare centinaia di reperti alla ricerca di un qualsiasi profilo genetico. Alla fine, due diversi Dna sono stati estratti da residui di liquido seminale isolati su un materasso che era nel sottotetto, un terzo Dna da residui di sperma trovati in uno strofinaccio sequestrato nei locali del centro culturale Newman, che ha sede nei locali della canonica sottostanti al sottotetto. Due dei Dna – uno proveniente dai residui isolati dal materasso, l’altro da quelli dello strofinaccio – sono risultati sovrapponibili e, dunque, di una stessa persona. Il terzo Dna è risultato diverso dai primi due, e, dunque, di un’altra persona. «Una squallida alcova», aveva definito la famiglia Claps, quel sottotetto della Chiesa, dopo aver conosciuto l’esito delle indagini dei periti.

Estratti i due profili genetici, i periti si sono concentrati sugli oggetti personali sequestrati in Inghilterra, al momento dell’arresto, a Danilo Restivo, che si era rifiutato di sottoporsi all’esame del Dna. Da una tazza e da un bicchiere dell’uomo è stato estratto il profilo genetico dell’indagato che è stato poi confrontato, con esito negativo, con i due Dna estratti tra i reperti del sottotetto.

I difensori di Restivo, Stefania e Mario Marinelli, non hanno commentato l’esito della perizia, favorevole all’indagato, mentre ha mostrato indifferenza il legale della famiglia Claps, Giulia Scarpetta. «Non c’era dubbio che non fosse suo quel dna», ha detto. «Che si trovino tracce del dna di Restivo nel sottotetto secondo me, improbabile e, come ho più volte detto, del tutto inessenziale. Gli elementi a carico di Restivo e la sua firma sull’efferato delitto di Elisa risiedono in tutte le altre prove già acquisite, non ci serve di più e non ci aspettiamo di più ».

 
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/201007articoli/57204girata.asp

Stop acqua gratis al S.Sepolcro

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 11:20 pm

TG.COM

Stop acqua gratis al S.Sepolcro

30/7/2010

Gerusalemme: “Pagare le bollette”

Niente più acqua corrente gratis per la Basilica del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Finora, sotto le diverse amministrazioni succedutesi in Terra Santa, il centro della cristianità di tutto il mondo non aveva mai pagato alcuna bolletta. Ora però si cambia registro. Le Autorità municipali di Gerusalemme hanno chiesto infatti alle diverse chiese cristiane che amministrano il luogo santo di pagare non solo i rifornimenti correnti, ma anche gli arretrati.

Stop acqua gratis al S.SepolcroA denunciare quella che appare come un’ennesima “minaccia” verso la minoranza cristiana è l’agenzia missionaria Asianews. “Sin da quando è cominciata ad arrivare l’acqua corrente nella zona, tutti i governi che si son succeduti hanno fornito acqua al Santo Sepolcro senza pretendere pagamento, quale servizio pubblico ai pellegrini e cortese attenzione per i religiosi, cattolici e non, che custodiscono ed officiano il Santuario”, ricorda l’agenzia.

Così ha fatto il governo britannico della Terra Santa (1917-1948), quello giordano (1948-1967) e finora anche l’israeliano. “Senonché – è la denuncia – le autorità municipali israeliane hanno ripreso ad esercitare forti pressioni e minacce di tagliare l’acqua per farsi pagare, non solo nel futuro ma anche per tutta l’acqua fornita a partire dal 1967”. Asianews ha appreso le informazioni da fonti della Basilica, che però “preferiscono non essere individuate perché si spera sempre che le autorità cittadine si ravvedano”.

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo487581.shtml

Sisma in Iran: almeno 110 i feriti

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , — mirabilissimo100 @ 11:19 pm

TG.COM

Sisma in Iran: almeno 110 i feriti

Scossa di magnitudo 5,7 nel Nord-Est

E’ di almeno 110 feriti il bilancio del terremoto di magnitudo 5,7 gradi Richter che ha colpito il Nord-Est dell’Iran, secondo le agenzie di stampa iraniane. Squadre di soccorso sono all’opera per recuperare le persone sepolte sotto le macerie. Ma la possibilità che ci siano delle vittime sono elevate. La scossa  è stata alle 18:21 locale (le 15:51 italiane), a una profondità di 7 km, con epicentro fra le città di Baygh e Torbat-Heydarieh.

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo487613.shtm

—————————————————————————–

Vedi:

Google Earth

Ultimi forti terremoti nel mondo (dati USGS)

http://kharita.rm.ingv.it/Gmaps/weq/index.htm

Pakistan,alluvioni: quasi 400 morti

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , — mirabilissimo100 @ 11:17 pm

TG.COM

Pakistan,alluvioni: quasi 400 morti

 
30/7/2010
 

Decine di migliaia gli sfollati

 

Drammatica situazione nella provincia pachistana di Khyber Pakhtoonkhwa, martoriata da giorni dal maltempo. Le vittime sono almeno 400 morti, decine i dispersi. Le forti piogge hanno gonfiato i fiumi a dismisura abbattendo alcuni ponti. Centinaia di migliaia di persone hanno dovuto abbandonare le loro case invase dalle acque. Molte altre sono bloccate in villaggi rimasti isolati. Circa 200 operai cinesi sono rimasti intrappolati dalle piogge.

Pakistan,alluvioni: oltre 200 morti 

Il presidente della repubblica Asif Ali Zardari ha preso contatto con le autorità provinciali e chiesto al premier Syed Yusuf Raza Gilani di predisporre tutti i necessari aiuti di emergenza. Molti fiumi hanno rotto gli argini in più punti. Alcune cittadine non dispongono di vie di fuga terrestri. E’ il caso delle località di Kabal, Matta, Bari Kot, Charbagh, Khwaza Khela, Behrin e Babuzai. I distretti più colpiti, riferisce GEO Tv, sono quelli di Swat e Shangla, dove in particolare l’esondazione del fiume Swat ha causato gravissimi danni alle zone residenziali.

Difficile in questa emergenza tenere una corretta contabilità delle vittime, ma a quanto sembra è Shangla a registrare il maggior numero di morti, circa un centinaio.  Nella Valle dello Swat si segnala il decesso di almeno 25 persone, mentre altre 16 sono state sepolte da uno smottamento di terra ad Alandar. Infine, nell’Upper Dir, 780 case, 34 scuole, sei ponti principali, 28 ponti di collegamento e centinaia di ettari di terra hanno subito distruzioni per il maltempo.

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo487555.shtml

Older Posts »