Mirabilissimo100’s Weblog

giugno 28, 2011

MATEMATICA: FINITA L’ERA DEL PI GRECO?

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 9:47 pm

Finita l’era del Pi greco?

28.06.2011

 

Secondo un gruppo di matematici britannici Pi greco andrebbe sostituito con Tau, il cui valore è 6,28

 

“Il Pi greco è morto, viva il Tau”: con un proclama shock un gruppo di matematici britannici ha decretato la fine di uno dei numeri più importanti della storia del calcolo.

Pi greco è la costante che mette in rapporto la circonferenza di un cerchio al suo diametro. Secondo Kevin Houston, della scuola di matematica dell’Università di Leeds, “il numero irrazionale 3,14159265 ecc., non è di per sè sbagliato ma non è quello che dovrebbe essere associato con le proprietà del cerchio”. I libri di testo di matematica – sostengono Houston e i suoi colleghi – dovrebbero essere riscritti sostituendo Tau a Pi greco. E visto che il valore approssimato di Tau è 6,28, i matematici hanno proclamato oggi il Tau Day, dal momento che il 28 giugno, scritto all’americana è 6.28.

“Per tutti questi anni abbiamo sbagliato: Pi greco non è il numero più naturale che dovremmo associare a un cerchio. È confusionario e innaturale. Il numero ideale è 2Pi greco, cioè Tau”, ha detto Houston al ‘Times’.

L’idea di guardare a 6,28 come costante naturale del cerchio è stata suggerita inizialmente da Bon Palais dell’Università dello Utah e Michael Hartl, un fisico anche lui degli Stati Uniti. Entrambi hanno adottato la lettera greca Tau per il 6,28 data la sua somiglianza con Pi greco. “Passare a Tau – ha spiegato Houston – renderebbe la matematica avanzata considerevolmente più facile, semplificando le formule, e aiuterebbe a rendere più intelligibili concetti matematici come il calcolo per molte più persone”.

ATS
http://www.ticinonews.ch/articolo.aspx?id=231173&rubrica=22

AFGHANISTAN: TALEBANI USANO BIMBA-KAMIKAZE

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , — mirabilissimo100 @ 9:43 pm
LEGGO.IT
AFGHANISTAN, TALEBANI
USANO BIMBA-KAMIKAZE
 
Domenica 26 Giugno 2011 – 21:22                   

KABUL – Dopo l’uccisione di Bin Laden lo scorso 2 maggio, i talebani sembrano aver adottato una nuova, feroce strategia del terrore che prevede l’uso di bambini e di donne negli attentati suicidi per aggirare i blocchi della polizia e ingannare le forze di sicurezza. Lo dimostra il disumano episodio accaduto oggi in Afghanistan: una bambina di 8 anni è rimasta uccisa nel sud da una bomba che i ribelli le avevano consegnato perchè la portasse ad un posto di blocco della polizia. E sempre oggi i talebani pachistani hanno confermato di aver inviato dei coniugi nell’assalto suicida ad una caserma vicino al distretto tribale del Sud Waziristan. È il primo caso di «jihad» di coppia. Dopo aver fatto strage di poliziotti, moglie e marito si sono fatti saltare insieme azionando i giubbotti esplosivi che indossavano. La scorsa settimana, invece, gli agenti pachistani hanno bloccato una misteriosa bimba di nove anni, di cui non si trova la famiglia, con indosso una cintura di dinamite nel distretto di Lower Dir. Alla bimba di oggi è andata decisamente peggio. «I terroristi – ha fatto sapere il ministero dell’Interno afghano – hanno fatto portare a una bambina innocente di otto anni una borsa con una bomba per fargliela mettere vicino alle nostre forze di sicurezza. Poi hanno fatto esplodere la bomba, uccidendo la piccola e senza fare altre vittime». È accaduto nell’area di Waesbala nel distretto di Charchino nel sud del Paese. È chiaro che con questi atti di ferocia i gruppi estremisti stanno alzando il tiro nel teatro di guerra afghano-pachistano dopo la decapitazione di Al Qaida e le ipotesi di riconciliazione con alcune fazioni talebani in vista del ritiro delle truppe americane annunciato da Barack Obama. «L’uso di donne combattenti da parte dei talebani Š un trend nuovo ed inquietante», aveva osservato di recente il portavoce della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf), Josef Blotz, in una conferenza stampa a Kabul. Ovviamente si tratta di una prassi del tutto contraria ai precetti dell’Islam, che vieta la violenza su donne e bambini. È particolarmente indicativo il caso dei coniugi kamikaze, che ieri pomeriggio, insieme a una decina di militanti, hanno ucciso 12 poliziotti della stazione di polizia di Kolachi, nei pressi della città di Dera Ismail Khan. Dopo aver rivendicato l’attacco, un portavoce del Tehrik-e-Taleban Pakistan (Ttp) ha svelato la presenza della moglie di un militante che ha compiuto il «martirio». «È la prova della determinazione di liberare la nostra gente dalla gogna degli Stati Uniti», ha detto in una telefonata. È la prima volta in assoluto che due coniugi partecipano ad un attacco suicida contro un obiettivo militare. Pesantemente armati di bombe a mano e mitragliatori, i due sono entrati nella caserma e hanno occupato l’edificio prendendo in ostaggio gli agenti. È stata un’azione che denota una precisa tattica militare, frutto di un buon livello di addestramento. Sembra che proprio la donna, che indossava il tradizionale burqa, ha tratto in inganno le guardie all’ingresso.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
http://www.leggo.it/articolo.php?id=129286
 
 

BERLINO: KILLER VAMPIRO MASSACRA 2 RAGAZZI E BEVE IL SANGUE

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 9:41 pm

LEGGO.IT

KILLER ‘VAMPIRO’, MASSACRA
2 RAGAZZI E BEVE IL SANGUE

 
 
 
Martedì 28 Giugno 2011 – 12:17
Ultimo aggiornamento: 12:23
                  

Jan O., killer vampiro uccide Nina e Tobias in Germania (Daily Mail)

BERLINO – Erano ancora in vita quando ha mangiato la loro carne prima di berne e il sangue. E’ stato condannato oggi in Germania un serial killer ‘vampiro’. L’uomo, 26enne, ha ammesso l’omicidio della 14enne Nina di Bodenfeld nel novembre dello scorso anno. Poi ha ammesso anche l’uccisione dell’amico della ragazza, il 13enne Tobias, avvenuta cinque giorni dopo nella stessa zona.

Il giudice Ralf Günther lo ha condannato al trattamento psichiatrico e ha ordinato per il 26enne la detenzione preventiva: potrà essere rilasciato solo se una giuria di esperti lo giudicherà sano di mente. Si suppone che quindi marcirà in carcere. I suoi omicidi hanno infatti scioccato la Germania. Al suo processo nella città universitaria di Goettingen, il procuratore Jens Mueller ha raccontato come Jan O. (appellativo con cui viene identificato il killer vampiro) volesse violentare Nina: ma “le tendenze vampiristiche e cannibali” hanno preso il sopravvento in lui. Prima che la 14enne fosse morta, il killer ha masticato alcune parti del suo viso e ne ha bevuto il suo sangue da una ferita al collo.

“Quando era a terra da lei io non desideravo sesso, ma solo più carne e sangue”, ha scritto nella sua confessione alla polizia. “Il gusto che ho provato mi ha reso dipendente”. L’assassino è tornato più volte dove era il cadavere della ragazza e con il suo cellulare ha filmato stesso sdraiato accanto alla sua vittima, accarezzandola costantemente. Il giorno dopo ha ucciso Tobias e trattato il suo corpo allo stesso modo. Ha poi detto alla polizia che aveva scambiato per una ragazza Tobias per via dei suoi capelli lunghi. Entrambi i giovani sono stati strangolati e accoltellati con un coltello. Durante il processo, il killer ha chiesto scusa alle famiglie dei bambini ed ha espresso rimorso, dicendo: “Non so che cosa si sia impossessato di me”.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

PALERMO: ABUSI SU MOGLIE E FIGLIA DI 5 ANNI: ARRESTATO

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , , — mirabilissimo100 @ 9:39 pm
LEGGO.IT
 
PALERMO, ABUSI SU MOGLIE
E FIGLIA DI 5 ANNI: ARRESTATO
 
Lunedì 27 Giugno 2011 – 16:02
 
 
PALERMO – Un uomo di Palermo di 38 anni è stato arrestato dopo la sentenza definitiva della Cassazione che ha condannato per violenza sessuale aggravata nei confronti della moglie e della figlia che, all’epoca dei fatti, aveva cinque anni. L’uomo, che ha precedenti per rapina, furto e ricettazione, deve scontare sette anni, due mesi e 29 giorni. È stata la moglie, nell’aprile 2004, dopo avere trovato rifugio a casa della madre, a rivolgersi ai militari, denunciando il marito che – a suo dire – la minacciava, costringendola a rapporti sessuali contro la propria volontà. La donna ha riferito, inoltre, di avere subito tre aborti a causa delle percosse del coniuge. Dopo avere parlato con la figlia ha scoperto che anche la piccola era stata violentata dal marito. La bambina ha descritto anche a gesti, e in presenza dei carabinieri, le violenze subite dal padre. Dopo alcuni riscontri con parenti, amici e vicini di casa, i militari hanno ricostruito la vicenda. L’uomo è stato tradotto nell’Ucciardone di Palermo.
 
http://www.leggo.it/articolo.php?id=129376

CATANIA: BIMBA ABUSATA ARRESTATO IL PATRIGNO

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 9:37 pm

LEGGO.IT

CATANIA, ABUSATA A 10 ANNI:
ARRESTATO IL PATRIGNO

 
Martedì 28 Giugno 2011 – 10:07
 

CATANIA – Un uomo di 32 anni che avrebbe abusato sessualmente della figlia di 10 anni della propria compagna è stato arrestato da agenti della polizia postale e delle Comunicazioni di Catania in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal Gip Laura Benanti. L’indagine era stata avviata dopo la segnalazione di un’insegnante che aveva appreso da un’alunna di avere subito ‘attenzioni’ sessuali da parte del patrigno.

Il racconto della bambina era avvenuto subito dopo un incontro tra personale della polizia postale e alunni della scuola frequentata dalla vittima, sul rischi su Internet, e quindi anche sulla pedofilia. La piccola ha confidato a una compagna di classe di avere capito di essere la vittima di un pedofilo. I pubblici ministeri della Procura Distrettuale, Marisa Scavo e Antonella Barrera, coadiuvati da una neuropsichiatra, hanno interrogato la minorenne mentre la polizia approfondiva le indagini, anche con intercettazioni ambientali, nei confronti del presunto abusante.

Il patrigno, saputo della denuncia, ha reso piena confessione alla Procura, spiegando di essere stato anche lui da bambino vittima di abusi sessuali. L’operazione, si sottolinea in ambienti investigativi, conferma l’importanza degli incontri effettuati dalla Polizia nelle scuole. Quest’anno la polizia postale ha già incontrato oltre cinquemila giovani nel Catanese.

 

http://www.leggo.it/articolo.php?id=129471

MILANO: RICCARDO BIANCHI UCCIDE CON CRUDELTA’ EX FIDANZATA E IL FRATELLO DI LEI

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , , — mirabilissimo100 @ 9:36 pm

LEGGO.IT

“RIVOLEVO ILA, GIANLUCA NON
MI HA AIUTATO E L’HO UCCISO”

 
Martedì 28 Giugno 2011 – 10:20                   

Gianluca, il fratello di Ilaria

MILANO – Ilaria uccisa perché non voleva tornare con lui, il fratello Gianluca massacrato perché non voleva aiutarlo. Sarebbe questo il movente del duplice omicidio di venerdì a Milano, da parte di Riccardo Bianchi, il giovane che ha assassinato Ilaria e Gianluca Palummieri e che è stato arrestato poche ore dopo. “Pensavo solo a Ila, era un mese che pensavo solo a lei – ha detto ai magistrati, stando a quanto afferma il Corriere della Sera – ero fuori di me, li ho uccisi tutti e due”. Ricky ha prima ucciso il ventenne Gianluca, poi ha violentato e soffocato Ilaria. Tutto da solo, senza nessun complice.
La confessione del ragazzo è finora ritenuta credibile, anche se per il magistrato titolare dell’inchiesta, Cecilia Vassena, e per gli investigatori guidati da Alessandro Giuliano, il movente è ancora troppo debole. Perché tutta quella violenza? Perché uccidere anche il fratello di Ilaria? Le prove contro Riccardo sono solidissime, e una eventuale condanna, soprattutto dopo la confessione, è probabile anche senza svelare il giallo del movente.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

——————————————————————————-Milano: il 21enne Riccardo Bianchi uccide la ex fidanzata e il

fratello di lei. “Non so perchè l’ho fatto”.

Pubblicato: sabato 25 giugno 2011 da Daniele Particelli

 

Solo poche ore fa ha ucciso due persone, eppure dice di non ricordare perchè l’ha fatto: Riccardo Bianchi, 21enne di Milano, da ieri si trova in carcere con l’accusa di aver ucciso l’ex fidanzata, Ilaria Palummieri, sua coetanea, e il fratello di lei, Gianluca, 20 anni.

Ilaria è stata trovata morta nella sua abitazione in zona Baggio a Milano, nuda e legata a letto, mentre il cadavere del fratello era stato abbandonato di fianco ad un cassonetto dei rifiuti a Rho, a circa 14 chilometri di distanza dal luogo del delitto.

L’assassino, che ha già confermato la sua responsabilità in entrambi i delitti, dice di essere molto confuso: “Tre cose non so: dove ho preso il coltello, dove l’ho messo dopo che ho ucciso e perché l’ho fatto“.

 

Questa la ricostruzione più plausibile del delitto, come riportata da La Stampa:

«Io mi ricordo che mercoledì sera sono uscito con Gianluca». E a questo c’è riscontro. È una compagnia allegra. Li ha visti insieme e senza problemi anche Francesco, sentito a lungo ieri mattina in Questura. Sono le solite sere. […] «Prima siamo andati a Navigli e lì ho bevuto, ho bevuto tanto. Poi a Cesano». Fino a quella assenza da sé che ora non spiega, se non per confermare che «alle prime ore del mattino» ha accoltellato l’amico: una ventina di colpi, fino a che il braccio si è stancato. È già giovedì. Da Cesano che si sveglia e va al lavoro parte anche la sua Panda. Nel bagagliaio – che verrà poi ritrovato zuppo di sangue c’è il corpo di Gianluca raggomitolato. Riccardo guida fino a via Gozzoli, numero 160, dove il giovane appena ucciso abitava con la sorella. Ilaria è in casa. Seppur nel turbine di quell’amore che è diventato lasciarsi e riprendersi, lo fa entrare. Sono, a quanto dice, le cinque del pomeriggio. Il racconto di Ricky, confuso, inquieto, stupito da quel che sta sgorgando da lui stesso, concorda in buona parte con i rilievi della Scientifica: Ilaria bloccata, immobilizzata, i polsi legati fra loro dietro la nuca. Dirà: «L’ho violentata, sì». E poi soffocata con il sacchetto di nailon che verrà trovato rialzato sopra la fronte. E, senza più determinazione, il giovane rimane, così racconta, accanto al cadavere fino alle dieci di sera.

A quel punto torna a casa dai genitori e chiede loro aiuto. Poche ore dopo si presenta al commissariato di Bonola e confessa tutto. Lo conferma il Corriere Di Milano:

Non era ancora l’alba di venerdì quando, intorno alle 3.30, gli agenti sono entrati nell’appartamento dei due fratelli in via Benozzo Gozzoli 160 a Baggio (periferia nord ovest di Milano, al confine con Cesano Boscone). Hanno trovato la ragazza morta sul letto, nuda e con i polsi legati alla testiera. Sul capo c’era un sacchetto di plastica, calzato sulla parte sommitale e ripiegato, come se fosse stato alzato dal volto, tra le braccia portate all’indietro sulla testa e legate all’altezza dei polsi. Il cadavere, disteso sul letto, presentava anche varie ecchimosi sia a livello degli arti superiori e inferiori sia a livello del collo. […] olo più tardi Riccardo Bianchi avrebbe indicato il luogo dove era stato abbandonato il corpo del fratello della fidanzata. Gli agenti della polizia di Milano sono infatti arrivati a Rho subito dopo i carabinieri allertati da alcuni addetti alla nettezza urbana: intorno alle 8 del mattino avevano scoperto un cadavere in via Tommaso D’Aquino. Il corpo del ragazzo, vestito con jeans e maglietta e avvolto in un copriletto, giaceva a fianco di un cassonetto dei rifiuti.

Il perchè di questo folle gesto è ancora tutto da spiegare, forse da ricercare in un rapporto ormai logoro tra l’assassino e la giovane Ilaria, almeno a sentire una loro amica, Valentina:

E’ un ragazzo strano, un po’ aggressivo, si relazionava poco con noi. […] Lei lo aveva lasciato un mese fa, lei si era stufata, mi diceva che lui le stava troppo addosso. Sono stati insieme per circa un anno, ma avevano già avuto dei problemi, nell’ultimo periodo c’era stato un tira e molla.

Le indagini proseguono.

 

http://www.crimeblog.it/post/7002/milano-il-21enne-riccardo-bianchi-uccide-la-ex-fidanzata-e-il-fratello-di-lei-non-so-perche-lho-fatto

MILANO: CELEBRATE NOZZE GAY NELLA CHIESA VALDESE

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 9:31 pm
Matrimonio gay in Italia, nozze omosex nella chiesa valdese

27 Giugno 2011 – 12:05
 
E’ avvenuto a Milano il primo matrimonio gay benedetto dalla chiesa valdese: Ciro Scelsi, 42 anni, architetto originario di Bari, e Guido Lanza, programmatore informatico di 62 anni, conviventi da 7 sette anni, avevano  scritto una lettera ai rappresentati dalla comunità valdese da loro frequentata per chiedere di celebrare in pubblico la propria unione; i due hanno detto sì ieri alla presenza della pastora Anne Zell che, insieme al pastore Giuseppe Platone, guida spirituale della coppia, ha benedetto i neosposi. Per i valdesi, infatti, il matrimonio non è un sacramento “ma un atto eminentemente civile, sul quale si può e si deve invocare l’aiuto e la benedizione del Signore”. Un atto civile che però all’interno dell’Ordinamento italiano non ha alcun valore: mancando una legge sui matrimoni gay e sulle unioni di fatto, l’unione celebrata nella chiesa milanese di via Sforza non potrà essere trascitta e per lo Stato italiano, l’unione di Ciro e Guido continuerà a non avere valore.
Le nozze omosessuali celebrate ieri sono un “piccolo grande fatto storico perchè non solo viene solennemente riconosciuta la coppia omosessuale all’interno della comunità valdese ma con la cerimonia di oggi si dice con chiarezza che non c’è alcuna contraddizione tra cristianesimo e omosessualità contro le interpretazioni “letteraliste” del “vangelo spesso usato come proiettile” contro gli omosessuali”, spiega Franco Grillini, presidente di Gaynet e presente alla cerimonia.

http://www.essenzialeonline.it/costume/Matrimonio-gay-in-Italia-nozze-omosex-nella-chiesa-valdese_24184.html

JESUS CHRIST SUPERSTAR MUSICAL BLASFEMO PER BENEFICENZA A FAVORE DELLA CARITAS DIOCESANA DI PALERMO!

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , , , , — mirabilissimo100 @ 2:48 pm
 
JESUS CHRIST SUPERSTAR MUSICAL BLASFEMO PER BENEFICENZA

A FAVORE DELLA CARITAS DIOCESANA DI PALERMO!

 
—————————————————————————————
 
Jesus Christ Superstar
a Palermo, dal 18 al 19 Giugno
Sabato 18 e Domenica 19 Giugno 2011 alle ore 21.00, presso il Teatro Franco Zappalà (Via Autonomia Regionale, 123 – Pa) andrà in scena in scena il musical intitolato ‘Jesus Christ Superstar, un’opera rock di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice. ‘Su Licenza di Anfiteatro Musica – Milano per conto di ‘The Really Useful Group London.
Spettacolo presentato dall’Associazione Onlus ‘Un Palco per Sognare’ in collaborazione con Franco zappalà.
Con Francesco Quartararo (Gesù), con Fabio Pace (Giuda), Licia Lombardo (Maria Maddalena).

Sceneggiatura – Anna Zimmardi;
Direttore di coro – Andrea Adelfio;
Coreografie – Cristina Pace;
Responsabile di scena, luci e suoni – Franco Zappalà;
Regia – Anna zimmardi e Andrea Adelfio;

Tutti i proventi delle serate saranno devoluiti alla Fondazione Antiusura ‘SS. Mamiliano e Rosalia’ – ONLUS
Si ringrazia la Caritas Diocesana per il valido sostegno apportato all’opera
Info
Viale Strasburgo, 40 – Pa
Tel. 091 526914 – Cell. 347 3354834
 
 
 
 
FONDAZIONE ANTIUSURA
“SS. MAMILIANO E ROSALIA” ONLUS

 
La Fondazione antiusura “SS. Mamiliano e Rosalia” è stata voluta dalla nostra Chiesa locale per avere un efficace strumento operativo per la prevenzione del fenomeno dell’usura e per un sostegno alla lotta contro il racket. Intende anche essere uno strumento che ha tutti i requisiti della legge nazionale per potere ottenere i necessari finanziamenti da parte dello Stato, ma anche da parte di istituzioni regionali, provinciali e comunali. Rientra nel progetto della CEI “una fondazione per Regione” e aderisce alla Consulta nazionale delle Fondazioni antiusura, di cui è Presidente P. Rastrelli, fondatore del movimento antiusura in Italia.
Per info:
antiusura@caritaspalermo.it

http://www.caritaspalermo.it/?id_pagina=928&pagina=&vis_lunga=&vis_iframe=1&vis_iframe_lungo=&vis_popup=0

 
———————————————————————-
 
JCS PROMOSSO DAL VATICANO  CHIESA CATTOLICA
  
Da molto tempo c’è questo atteggiamento blasfemo,già gli anni 70,mentre in tutta Italia,le canzoni
del musical,blasfemo,Jesus Christ Supertstar,erano censurate,venivano radiotrasmesse,
da Radio-Vaticana.JCS, ormai è diventata un opera di culto cattolico,perfino ai bambini la fanno recitare
sull’altare delle chiese,vediamo le bambine che cantano a Gesù un amore sessuale,definendolo uno
dei tanti che va a prostitute,e i bambini fanno la parte di un Gesù,cattivo,che manda via con crudeltà,
i malati che gli chiedono aiuto,un Gesù,che si arrabbia contro  l’Onnipotente,perché,lo fa morire
senza un motivo.
Quante bestemmie, tutto accade anche perchè,i cattolici,sono ignoranti non posseggono Bibbie,
ne conoscono il Vangelo, in chiesa nemmeno si legge il Vangelo, si preferiscono, citazioni
da religioni pagane.
Le chiese cattoliche alla pari delle protestanti, sono diventati  teatri e discoteche con tutti i tipi di musica,
compresa la satanica rock.
Il clero e i teologi cattolici,sempre più dichiarano,che i fatti del Vangelo,sono leggende,mentre sempre
 più approvano e appoggiano, films blasfemi contro Gesù.
  
 
 
*******************************************************
 
 

MA IL MUSICAL JESUS CHRIST SUPERSTAR E’ VERAMENTE ERETICO E BLASFEMO

CENTRO ANTI-BLASFEMIA:IL MUSICAL JESUS CHRIST SUPERSTAR

JESUS CHRIST SUPERSTAR è un opera molto blasfema,principalmente perché
gli autori;Andrew Lloyd Webber e Tim Rice,sono agnostci,non credono in Gesù.
Nelle varie interviste hanno dichiarato che per loro Gesù era un falso pofeta,sciocco
e libertino,mentre il vero sapiente era solo Giuda,l’unico che capiva come andavano le cose.
Quindi vediamo che il Musical JCS insiste sulla negazione del Figlio di Dio.
All’inizio,vediamo che la prostituta Maria Maddalena,riesce a sedurre Gesù,con le sue arti,
lo cosparge di mirra,lo coccola,l’accarezza.Giuda vedendo questo,critica Gesù di essere
immorale,e fare il contrario di ciò che insegna.Intanto Gesù e Maddalena,vivono insieme
giorno e notte,lei di notte gli canta una sensuale ninna nanna,gli sussurra di stare
calmo,di rilassarsi e chiudere gli occhi,mentre lei baderà a lui e lo rinfrescherà con la
mirrà.Gesù e Maddalena sono quindi amanti.Ecco come Maddalena descrive il suo
amore per Gesù;
“Io non so come amarlo,cosa fare a convincerlo.
E’ un uomo,è solo un uomo,ed io ho avuto tanti uomini prima,
in tutti i modi.Lui è solo uno in più.
Dovrei violentarlo?
Dovrei gridare e urlare?
Dare sfogo ai mii sentimenti?
Poi,se mi dicesse che mi ama,
non potrei resistere,propio non potrei resistere…..
Lo voglio così,l’amo così”.
Quindi la prostituta Maddalena,crede che questo suo amato Gesù,non è altro che uno dei
suoi tanti amanti,è solo un uomo,un uomo come gli altri che vanno a protitute.
Quindi nel Musical JCS,Gesù è un libertino peccatore,non è finita qui,la dissacrazione continua.
Ecco che nel Musical Gesù è pure malvagio.Quando una folla di bisognosi e malati,
e lebbrosi preme per ricevere guarigioni,conforto e consolazione,
Gesù dice loro con furia”Siete troppi-non spingete!Non ce la faccio-non premete!
Guaritevi da soli,lasciatmi in pace”Questa è la pura e semplice negazone della
più importante verità del vangelo:la divinità del Signore Gesù.
Gesù,nel Musical non solo è libertino e malvagio,è anche un essere insicuro,triste, stanco,
è confuso e no sa realmente chi è,perché deve morire,e si ribbella a Dio,perché lo fa morire
senza un motivo:”Mostrami adesso che non sarò ucciso invano……………………………………
…..Mostrami che c’è uno scopo perché mi vuo fare morire.Sei molto astuto sul dove e sul come,ma non così
esperto sul perché”Quindi abbiamo un Gesù che bestemmia Dio,e poi continua a urlare a Dio,
dicendogli di inchiodarlo e ucciderlo adesso prima che lui cambi idea,vere bstemmie
che rendono Gesù il contrario di come è descritto nel Vangelo.
Anche Giuda nel Musical accusa Dio di averlo usato;”Dio!Non saprò mai perchè mi hai scelto per il tuo
crimine,il tuo ripugnante,crudele crimine!Tu mi hai assssinato!”
Però poi nel Musical,vediamo che Giuda,dopo essersi impiccato,muore e diventa un Angelo,
e scende dal cielo con altri Angeli e prende in giro Gesù che si trova sulla croce,dicendogli
che si è fatto crocifiggere invano.
Gesù,nel Musical,muore crocifisso,non risorge,infatti non è Figlio di Dio ma un pazzo peccatore
libertino e malvagio.
Che atei amino questo Musical è normale,ma chi si dice cristiano ed accetta questo Musical,
nega la sua fede ed è un ipocrita e bestemmia Dio,le Sacre Scritture e il Signore Gesù.
Se Gesù fosse stato come quello del Musical,il cristianesimo non sarebe mai nato,e
nessuno conoscerebbe Gesù ora.

http://sites.google.com/site/centroantiblasfemia/

————————————————————————

Jesus Christ Superstar
Appunti sul Musical di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice (1)

di Sandro Ribi

Jesus Christ Superstar è un’opera rock prodotta trent’anni fa, sugli ultimi giorni di vita di Cristo prima della sua crocifissione. La critica l’ha definito “magnetico, travolgente, commovente” (2). Molti credono che il musical presenti la vita di Gesù Cristo in modo moderno, ma veritiero. Alcuni ritengono che quest’opera sia utile per far conoscere Gesù ai giovani.

Se però vuoi vederci chiaro lo devi esaminare alla luce del Vangelo. Allora ti renderai conto che il Superstar non è altro che un “falso Cristo” (3). Peggio, è una bestemmia contro Cristo e contro Dio.

Gli autori del musical hanno affermato che era loro intenzione ripudiare pubblicamente il Cristo delle Scritture. Così Tim Rice ha creato un testo che nega apertamente le più importanti verità su Cristo nei Vangeli e presenta un falso Cristo.

È la descrizione di Gesù secondo Giuda
Tim Rice: “L’idea dell’opera è di far vedere Cristo con gli occhi di Giuda… Cristo uomo, non Dio… E, come Giuda, anche Cristo è confuso e non sa realmente chi è.”

Ma in verità Gesù ha detto: “Non ho io scelto voi dodici? Eppure uno di voi è un diavolo” (4). Dunque, se guardo Gesù con gli occhi di Giuda, vedo quello che mi vuol mostrare Satana.

Cristo viene presentato come un uomo immorale
Tim Rice ha affermato chiaramente di non credere che Gesù Cristo è Dio. Così la sua opera insiste costantemente sulla negazione del Figlio di Dio. Fa dire a Maria Maddalena: “È un uomo, è solo un uomo.”

Jesus Christ Superstar non spoglia Cristo soltanto della Sua divinità, ma anche della Sua moralità. Nell’opera Maria Maddalena viene presentata come una prostituta che dice di Cristo: “È soltanto un uomo… E io ho avuto così tanti uomini; in molte maniere lui è solo uno in più.”

In una scena Giuda rimprovera Gesù per il Suo cattivo comportamento. Ma la Bibbia dice che era un uomo puro (5). Quale perversione del Suo vero carattere!

Un Cristo debole, insicuro, amareggiato…
Rice mette parole blasfeme anche in bocca al Signore. Quando la folla preme per ricevere guarigioni, il Cristo Superstar dice: “Siete troppi – non spingete! Non ce la faccio – non premete! Guaritevi da soli!” Questa è la pura e semplice negazione della più importante verità del Vangelo: la divinità del Signore Gesù Cristo (6).

Il musical dipinge Cristo come un essere “non così sicuro”, “triste e stanco”, che inveisce contro Dio: “Mostrami adesso che non sarò ucciso invano… Mostrami che c’è uno scopo perché mi vuoi far morire. Sei molto astuto sul dove e sul come, ma non così esperto sul perché.”

L’amarezza rappresentata contrasta aspramente con l’atteggiamento del Figlio di Dio descritto nella Bibbia: senza peccato, sincero, umile, interamente sottomesso alla volontà del Padre e disposto a lasciarsi inchiodare alla croce per la salvezza eterna dei peccatori (7).

Un’ingiuria a Dio!
Nell’opera Giuda accusa: “Dio! Non saprò mai perché mi hai scelto per il tuo crimine, il tuo ripugnante, crudele crimine! Tu mi hai assassinato!”

Chi è il vero Gesù Cristo?
Dio ha detto di Gesù: “Questo è il mio Figlio amato, nel quale mi sono compiaciuto. Ascoltatelo!” (Matteo 17:5). Soltanto Lui ha parole di vita eterna (8).

Anche tu hai bisogno questa vita eterna, ma per natura non puoi averla. Dio non si accontenta di una vita mediocre (9). Ma se tu non puoi far niente per salvare te stesso, Cristo è in grado di salvarti e di trasformare la tua vita (10).

Conclusione
Jesus Christ Superstar presenta un Cristo morto frustrato e sconfitto. Uno che rimane inchiodato alla croce come un fallito. Questa è la versione del diavolo – ma lui è interamente bugiardo.

La verità è che Cristo è morto con uno scopo: è morto per noi, che con i nostri sforzi siamo incapaci di arrivare a Dio (11). E dopo essere morto è anche risorto. E non solo! Quando la storia dell’umanità sarà sull’orlo del baratro, Gesù tornerà e interverrà personalmente (12).

* * *
Tutti dovremo un giorno comparire davanti al vero Signore Gesù Cristo, non davanti a quello partorito dall’immaginazione di Tim Rice, ma al Giudice di tutta la terra. Il nostro destino eterno dipende dal rapporto che avremo avuto con Lui: “Chi crede nel Figlio ha vita eterna; chi invece rifiuta di credere al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio rimane su di lui” (Giovanni 3:36).

Se tu vuoi avere la vita eterna, l’unico modo è di ravvederti e ricevere Cristo per fede (13). Provalo! Non te ne pentirai!

——————————————————————————–

Annotazioni

(1)
Intervista stampata sull’album originale di Jesus Christ Superstar.

(2)
Ticino7, numero 10, 7-13.3.1999 p.42.

(3)
“Sorgeranno falsi cristi e falsi profeti” (Matteo 24:24).

(4)
Giovanni 6:70.

(5)
“Non ha conosciuto peccato” (2 Corinzi 5:21);
“Egli non commise alcun peccato” (1 Pietro 2:22);
“In lui non c’è peccato” (1 Giovanni 35).

(6)
“Un bambino ci è nato, un figlio ci è stato dato, e il dominio riposerà sulle sue spalle; sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre eterno, Principe della pace…” (il profeta Isaia 9:6, nell’8° secolo a.C.!);
“Dio è stato manifestato in carne” (1 Timoteo 3:16);
leggi anche il primo capitolo del Vangelo di Giovanni.

(7)
“Dio mio, io prendo piacere nel fare la tua volontà” (Salmo 40:8);
“Gesù disse: Il mio cibo è fare la volontà di colui che mi ha mandato” (Giovanni 4:34);
“Abba, Padre, ogni cosa ti è possibile; allontana da me questo calice! Però non ciò che io voglio, ma ciò che tu vuoi” (Marco 14:36).

(8)
“Simon Pietro rispose: Signore, da chi andremmo noi? Tu hai parole di vita eterna” (Giovanni 6:68).

(9)
“Voi eravate morti nelle vostre colpe e nei vostri peccati” (Efesini 2:1);
“L’ira di Dio si rivela dal cielo contro ogni empietà e ingiustizia degli uomini” (Romani 1:18).

(10)
“In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati” (Atti 4:12).

(11)
“Mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo è morto per gli empi” (Romani 5:6).

(12)
“Questo Gesù, che vi è stato tolto, ed è stato elevato in cielo, ritornerà nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in cielo” (Atti 1:11);
“Allora vi sarà una tribolazione così grande, quale non vi fu mai dal principio del mondo fino ad ora né mai più vi sarà. E se quei giorni non fossero abbreviati, nessuna carne si salverebbe; ma a motivo degli eletti quei giorni saranno abbreviati… E allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo; e tutte le nazioni della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nuvole del cielo con potenza e grande gloria” (Matteo 24:21-22,30; leggi tutto il capitolo 24 di Matteo, è molto pertinente!);
“Ecco egli viene con le nuvole e ogni occhio lo vedrà, anche quelli che lo hanno trafitto; e tutte le tribù della terra faranno cordoglio per lui” (Apocalisse 1:7);
“Poi il Signore si farà avanti e combatterà contro quelle nazioni, come egli combatté tante volte nel giorno della battaglia. In quel giorno i suoi piedi si poseranno sul monte degli Ulivi, che sta di fronte a Gerusalemme, a oriente, e il monte degli Ulivi si spaccherà a metà, da oriente a occidente, tanto da formare una grande valle; metà del monte si ritirerà verso settentrione e l’altra metà verso il meridione. Voi fuggirete…Il Signore, il mio Dio, verrà e tutti i suoi santi con lui. In quel giorno non ci sarà più luce; gli astri brillanti ritireranno il loro splendore. Sarà un giorno unico, conosciuto dal Signore; non sarà né giorno né notte, ma verso sera ci sarà luce” (Zaccaria 14:3-7);
…ci sono ancora molti altri riferimenti sul ritorno di Gesù.

(13)
“Credi nel Signore Gesù, e sarai salvato” (Atti 16:31);
“A tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome” (Giovanni 1:12).

http://www.benmelech.org/articoli/superstar.htm

——————————————————————————————–

https://sites.google.com/site/centroantiblasfemia/Home

 

https://sites.google.com/site/centroantiblasfemia/Home/jesus-christ-superstar-musical-blasfemo-per-beneficenza-a-favore-della-caritas-diocesana-di-palermo

 

 

MUSICAL ” MARIA DI NAZARET UNA STORIA CHE CONTINUA….. ” DI M.P.LIOTTA A POMPEI

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 2:46 pm

 

POMPEI CONTRO LA MADONNA CON UN MUSICAL FALSO E BLASFEMO!
 
——————————————————————————
 
Musical MARIA di NAZARETH a POMPEI!
 

“Maria di Nazareth-Una storia che continua…”
OPERA -MUSICAL
Colossal

 

Io Musical “MARIA di Nazareth – Una storia che continua..”, grazie all’alta caratura culturale-artistica e al messaggio contenuto, ha ottenuto la partecipazione attiva e il Patrocinio delle più alte Istituzioni Italiane e Vaticane, quali: la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Segreteria di Stato Vaticano nella persona del Cardinale Tarcisio Bertone, il Ministero per i Beni e le Attività culturali, il Pontificio Consiglio per la Cultura, il Ministero dell’Università, il Pontificio Consiglio per le Comunicazioni Sociali, la Regione Lazio, il Vicariato di Roma, Provincia di Roma, Comune di Roma, l’Arma dei Carabinieri d’Italia, ecc..

L’Opera-Musical, trasmessa in prima serata su Raiuno, nasce da un’idea di Maria Pia Liotta, che ne cura anche la regia, con le musiche del premio Oscar Stelvio Cipriani, coreografie di Salvator Spagnolo e supervisione coreografica di Luciano Cannito. Nel ruolo di MARIA, Alma Manera.
Un cast formato da 45 artisti. Un’opera che ha visto il proprio debutto, in anteprima mondiale, il 17 giugno 2008, in Vaticano presso l’Aula Paolo VI, segnando un evento storico mai accaduto prima.
Ha riscontrato un indiscusso successo di pubblico (circa di  8.500 spettatori) e di critica nazionale e internazionale.

Notevoli ed imponenti le scenografie. Sono più di 280 i costumi realizzati per l’opera, che fedelmente riproducono quadri e scene dell’epoca. Un’opera maestosa, che è in tour per l’Italia e l’estero da due anni.
Parliamo di un importante e significativo impegno produttivo ed economico, in quanto ha impiegato oltre 250 persone tra cast artistico e tecnico ,per la realizzazione e la messa in scena, vista l’alta pretesa qualitativa richiesta dall’organo istituzionale religioso che l’ha ospitata per il debutto mondiale, il Vaticano.

Per info: www.mariadinazareth-musical.com

 
————————————————————————————————————–

 

———————————————-
ALTRE INFORMAZIONI  SUL MUSICAL ” MARIA DI NAZARET UNA STORIA CHE CONTINUA….. ” DI M.P.LIOTTA

MUSICAL MARIA DI NAZARET

Ecco le prime notizie sul musical Maria di Nazareth – Una storia che continua… Lo spettacolo è stato presentato nell’aula Giovanni Paolo II presso la Santa Sede.

L’anteprima mondiale si è già tenuta nell’aula Paolo VI, è la prima volta che il Vaticano patrocina un evento del genere.

L’opera è totalmente dedicata alla figura di Maria, mettendone in risalto la quotidianità, la sua dimensione di donna e madre in primis, ma anche madre di Dio.

Dopo la Divina Commedia, anche la Chiesa ha deciso che il teatro, forma di comunicazione primordiale, può essere una buona forma per evangelizzare e diffondere la Buona Novella…

TITOLO MUSICAL: Maria di Nazareth – Una storia che continua…
ANTEPRIMA MONDIALE: 17 giugno 2008
LUOGO: Aula Paolo VI
ORARIO: 19:30

CAST TECNICO
Ideazione: Maria Pia Liotta
Regia: Maria Pia Liotta
Libretto: Adele Dorothy Ciampa, Maria Pia Liotta
Musiche: Stelvio Cipriani
Coreografia: Salvator Spagnolo
Supervisione coreografica: Luciano Cannito
Scenografia: Antonella Luberti
Costumi: Giuseppe Tramontano
Produzione: AIRAM – Cultura e Comunicazione

ORCHESTRA: Teatro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria

CAST ARTISTICO (attori principali)

Maria di Nazareth – Alma Manera (nella foto)
Angelo – Antonello Angiolillo
Diavolo – Marco Gandolfi Vannini
Gesù – Raffaele Latagliata
Giuseppe – Daniele Gatti
Elisabetta – Concetta Ascrizzi
Barabba – Giuseppe Cartellà

SITO UFFICIALE:

 

Audio-intervista a Marco Gandolfi Vannini qui

http://housetv.forumcommunity.net/?t=17236490

———————————————————————————————–

“Maria di Nazareth, una storia che continua…”,

Concedendo qualche licenza poetica alle vicende della Vergine, senza snaturare tanto meno svilire le Sacre Scritture, grazie alla supervisione teologica di padre Stefano De Fiores (studioso mariano) e di don Antonio Tarzia (direttore responsabile del gruppo periodici San Paolo), il profilo che emerge dal velo di tessuto grezzo di questa creatura è quello di una donna chiamata a un grande compito: partorire il figlio di Dio e donarlo per la salvezza dell’umanità come eucaristia del mondo.

Dall’8 dicembre al prossimo 31 maggio a Cinecittà lo spettacolo musicale ispirato alla madre di Gesù
L’annunciazione dell’Angelo, la passione di Gesù e l’ascensione al cielo. Sono i tre momenti cardine del musical Maria di Nazareth – Una storia che continua spettacolo che debutta lunedì 8 dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione nel teatro tenda «La casa di Maria». Una struttura di 2700 posti appositamente costruita a Cinecittà (via Vincenzo Lamaro) per ospitare, fino al 31 maggio 2009, un musical di richiamo mondiale. Lo spettacolo, prodotto da Airam e musicato dal maestro Stelvio Cipriani, è stato presentato in prima mondiale a giugno nell’Aula Paolo VI della Santa Sede davanti a ottomila persone, e nasce da una suggestione della regista Maria Pia Liotta, (autrice del libretto insieme con Adele Dorothy Ciampa, nonché mamma della protagonista, la cantante attrice Alma Manera) la quale, ispirata dalla figura della Santa Vergine – la donna più famosa della storia dell’umanità, messaggera di pace, speranza e amore – ha pensato di attualizzare la vicenda partendo dalla storia di Maria vista come semplice donna terrena. Prima figlia, poi sposa e infine madre. Concedendo qualche licenza poetica alle vicende della Vergine, senza snaturare tanto meno svilire le Sacre Scritture, grazie alla supervisione teologica di padre Stefano De Fiores (studioso mariano) e di don Antonio Tarzia (direttore responsabile del gruppo periodici San Paolo), il profilo che emerge dal velo di tessuto grezzo di questa creatura è quello di una donna chiamata a un grande compito: partorire il figlio di Dio e donarlo per la salvezza dell’umanità come eucaristia del mondo.
Un semplice cono di luce, un segmento di voce, proiezione di filmati e scenografie imponenti. Dosando questi ingredienti alla spiritualità del libretto, il musical prova a mantenere in equilibrio l’umanizzazione di Maria con la grandezza del suo mistero. Per la prima volta su un palcoscenico la protagonista infatti è Maria di Nazareth, interprete «umanizzata» della storia su cui si fonda il Cristianesimo: Maria la bella fornaia ebrea che impasta il pane, che respinge le avance del diabolico Barabba (un venditore di armi) e si innamora del mite Giuseppe. Nel ruolo di colei che accetta benedicente la volontà di Dio e partorisce il Salvatore consapevole della gravità e dell’importanza del suo compito, c’è Alma Manera, voce intensa e forte presenza scenica. Con lei, protagonista con Carla Fracci nel 2005 in Nozze di sangue di Garcia Lorca, regia di Beppe Menegatti, c’è un cast di 40 giovani attori e 12 ballerini coordinati da Luciano Cannito.
Suggestive le scenografie, che riproducono i luoghi in cui Maria ha vissuto – dal cortile di casa di Anna e Gioacchino, dove da bimba Maria assiste alla preparazione del pane per la celebrazione del Kiddush, al Tempio in cui Gesù adulto entra per insegnare le Scritture – e un plauso ai costumi, riprodotti con attenzione filologica da Rosanna Grassia, e all’immagine grafica di Maria affidata allo scultore Silvio Amelio.

© SOCIETÀ EUROPEA DI EDIZIONI SPA – Via G. Negri 4 – 20123 Milano

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=311387&PRINT=S

***************************************************************************************************

 

“Maria di Nazareth, una storia che continua…”,

Un’idea audace, complessa, carica di responsabilità. “Che non mi ha fatto dormire la notte” confessa la regista Maria Pia Liotta, con la voce emozionata. Già, perché portare sul palcoscenico la donna più famosa del mondo, madre di Gesù e simbolo stesso della fede cattolica, non è cosa facile. Tanto più se la scelta artistica ricade sul genere del musical, e la protagonista femminile incaricata di interpretare l’augusto ruolo splende nella sua femminilità di donna del sud.

Eppure tra i più incoraggianti sostenitori di questa missione artistica ci sono proprio gli ambienti vaticani, che hanno ospitato l’anteprima mondiale di “Maria di Nazareth, la storia continua…” lo scorso 17 giugno nella sala Paolo VI. E non solo si dicono entusiasti, appoggiando con convinzione il progetto, ma sono tra gli alti patrocinatori della produzione artistica, che ha visto coinvolti, tra gli altri, il Segretario di Stato Vaticano Tarcisio Bertone, e i Pontifici Consigli delle Comunicazioni sociali e della Cultura.

Dello stesso avviso anche il presidente del Pontificio Consiglio delle comunicazioni sociali, Claudio Maria Gelli, che ha ricordato come questo musical ben rappresenti la storia che continua “perché Maria è una realtà, una persona che ci accompagna nella vita, e una donna che cammina al nostro fianco con le movenze e le problematiche di una donna del nostro tempo. Auguro allo spettacolo un grande successo – ha aggiunto –e andiamo avanti con fiducia e profonda gioia”

E per essere certi di non sbagliare, regia, produzione e attori in scena si sono avvalsi di un contributo speciale: quello di padre Stefano De Fiores, teologo e fra i massimi esperti in Italia di mariologia, intervenuto anche lui con emozione alla presentazione di stamani. E che ha assistito, passo dopo passo, ad ogni fase di sviluppo del musical, per accertarsi che la creazione non prendesse il sopravvento o, per usare le sue stesse parole, “perché l’umanizzazione resa di Maria non la spogliasse del suo mistero”, come è giusto che sia per ogni soggetto di culto.
Il progetto, frutto dell’incontro tra la regista Maria Pia Liotta (che è anche la madre della protagonista, Alma Manera) e Adele Dorothy Ciampa, che insieme a lei ha scritto il libretto, è co-organizzato dal Comune di Roma.
E proprio per la particolarità e l’importanza del tema trattato, il musical non poteva essere presentato su un palco qualsiasi della capitale italiana. È per questa ragione che il debutto a Roma, dove lo spettacolo arriverà in prima nazionale, non solo coinciderà con la festa dell’Immacolata, il prossimo 8 dicembre, ma su un palco costruito su misura per l’occasione. Il Teatro tenda “Casa di Maria”, struttura capace di ospitare 2.700 spettatori all’interno del complesso di Cinecittà. Resterà in programmazione sino a maggio, per partire poi alla volta dei palcoscenici mondiali. Nessuna data certa per il momento ma tanti desideri. Quello che “Maria di Nazareth…la storia continua” giri il mondo “è solo un sogno, ma come dimostra questo musical a volte i sogni si avverano”, ha concluso emozionata la regista.
Cecilia Dalla Negra

 
Ultimo aggiornamento ( martedì 02 dicembre 2008 )
 

 

 
 
 
VIDEO YOUTUBE
 
 
 
——————————————————————————————————————————————————————-
 
CENTRO ANTI-BLASFEMIA

MUSICAL ” MARIA DI NAZARET UNA STORIA CHE CONTINUA….. ” DI M.P.LIOTTA

I CATTOLICI VATICANO COMPRESO SONO CONTRO MARIA LA MADRE DI GESU’ E LE HANNO FATTO UN MUSICAL BLASFEMO

In questo musical vedrete la Madre di Gesù Maria come mai l’avete vista, non solo canta ma fa danza classica-moderna
e perfino mima i rapporti sessuali con Giuseppe e fa salti accrobatici.
Non è tutto Maria non è la candida e pura fanciullina dei Vangeli piena di grazie, e protetta dall’Altissimo,
no, è una fornaia di Nazaret che è coinvolta con Barabba un trafficante d’armi che la vuole sedurre.
Ultimamente Barabba lo troviamo spesso in racconti, e romanzi ed eresie, ma qui è davvero fuori luogo.
Quindi Maria secondo Maria Pia Liotta è una donna profana e popolana senza purezza.

I testi del Musical sono stati visionati ed accettati dal mariologo Padre Stefano De Fiores e don Antonio Tarzia direttore responsabile del gruppo periodici San Paolo.
Il Musical è patrocinato dal Vaticano; con sostenitori entusiasti e patricinatori: il Segretario di Stato Vaticano Tarcisio Bertone, i Pontifici Consigli delle Comunicazioni sociali e della Cultura
e il presidente del Pontificio Consiglio delle comunicazioni sociali, Claudio Maria Gelli. Qindi le autorità Vaticane approvano la dissacrazione della S.S. V.Maria.
Ormai è chiaro a tutti che in Vaticano regna Satana.
Noi credenti non abbiamo bisogno di Musical falsi blasfemi, per conoscere la S.V.Maria ci bastano i Vangeli veri e sacri.
Domanda e riflessione la S.S.V.Maria tutta pura e santa è daccordo con questo Musical blasfemo, falso e disscrante su di lei ?
E Gesù cosa ne pensa?
 
LA CANTANTE ALMA MANARA

LA CANTANTE ALMA MANARA
Alma è Maria nel musical blasfemo ” Maria di Nazaret una storia che continua”
 
 
 
 

JESUS CHRIST SUPERSTAR MUSICAL BLASFEMO ALLA PARROCCHIA DI SAN GIOVANNI BATTISTA DI CESANO BOSCONE

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , , , , , , — mirabilissimo100 @ 2:43 pm
 
JESUS CHRIST SUPERSTAR MUSICAL BLASFEMO ALLA PARROCCHIA DI SAN GIOVANNI BATTISTA DI CESANO BOSCONE
 
——————————————————————————————————–
 
 
Jesus Christ Superstar
 

Sabato 18 giugno 2011
ore 21.00
Cesano Boscone
Parrocchia di san Giovanni Battista

Locandina

 

http://www.parrocchiadiopadre.org/images/jcs.pdf

 

Parrocchia di san Giovanni Battista

Facciata e sagrato

 
Parrocchia di San Giovanni Battista (Cesano Boscone)
 
 
 
 
 
 
 
———————————————————————————————-
 
JCS PROMOSSO DAL VATICANO  CHIESA CATTOLICA
  
Da molto tempo c’è questo atteggiamento blasfemo,già gli anni 70,mentre in tutta Italia,le canzoni
del musical,blasfemo,Jesus Christ Supertstar,erano censurate,venivano radiotrasmesse,
da Radio-Vaticana.JCS, ormai è diventata un opera di culto cattolico,perfino ai bambini la fanno recitare
sull’altare delle chiese,vediamo le bambine che cantano a Gesù un amore sessuale,definendolo uno
dei tanti che va a prostitute,e i bambini fanno la parte di un Gesù,cattivo,che manda via con crudeltà,
i malati che gli chiedono aiuto,un Gesù,che si arrabbia contro  l’Onnipotente,perché,lo fa morire
senza un motivo.
Quante bestemmie, tutto accade anche perchè,i cattolici,sono ignoranti non posseggono Bibbie,
ne conoscono il Vangelo, in chiesa nemmeno si legge il Vangelo, si preferiscono, citazioni
da religioni pagane.
Le chiese cattoliche alla pari delle protestanti, sono diventati  teatri e discoteche con tutti i tipi di musica,
compresa la satanica rock.
Il clero e i teologi cattolici,sempre più dichiarano,che i fatti del Vangelo,sono leggende,mentre sempre
 più approvano e appoggiano, films blasfemi contro Gesù.
  
 
 
*******************************************************
 
 

MA IL MUSICAL JESUS CHRIST SUPERSTAR E’ VERAMENTE ERETICO E BLASFEMO

CENTRO ANTI-BLASFEMIA:IL MUSICAL JESUS CHRIST SUPERSTAR

JESUS CHRIST SUPERSTAR è un opera molto blasfema,principalmente perché
gli autori;Andrew Lloyd Webber e Tim Rice,sono agnostci,non credono in Gesù.
Nelle varie interviste hanno dichiarato che per loro Gesù era un falso pofeta,sciocco
e libertino,mentre il vero sapiente era solo Giuda,l’unico che capiva come andavano le cose.
Quindi vediamo che il Musical JCS insiste sulla negazione del Figlio di Dio.
All’inizio,vediamo che la prostituta Maria Maddalena,riesce a sedurre Gesù,con le sue arti,
lo cosparge di mirra,lo coccola,l’accarezza.Giuda vedendo questo,critica Gesù di essere
immorale,e fare il contrario di ciò che insegna.Intanto Gesù e Maddalena,vivono insieme
giorno e notte,lei di notte gli canta una sensuale ninna nanna,gli sussurra di stare
calmo,di rilassarsi e chiudere gli occhi,mentre lei baderà a lui e lo rinfrescherà con la
mirrà.Gesù e Maddalena sono quindi amanti.Ecco come Maddalena descrive il suo
amore per Gesù;
“Io non so come amarlo,cosa fare a convincerlo.
E’ un uomo,è solo un uomo,ed io ho avuto tanti uomini prima,
in tutti i modi.Lui è solo uno in più.
Dovrei violentarlo?
Dovrei gridare e urlare?
Dare sfogo ai mii sentimenti?
Poi,se mi dicesse che mi ama,
non potrei resistere,propio non potrei resistere…..
Lo voglio così,l’amo così”.
Quindi la prostituta Maddalena,crede che questo suo amato Gesù,non è altro che uno dei
suoi tanti amanti,è solo un uomo,un uomo come gli altri che vanno a protitute.
Quindi nel Musical JCS,Gesù è un libertino peccatore,non è finita qui,la dissacrazione continua.
Ecco che nel Musical Gesù è pure malvagio.Quando una folla di bisognosi e malati,
e lebbrosi preme per ricevere guarigioni,conforto e consolazione,
Gesù dice loro con furia”Siete troppi-non spingete!Non ce la faccio-non premete!
Guaritevi da soli,lasciatmi in pace”Questa è la pura e semplice negazone della
più importante verità del vangelo:la divinità del Signore Gesù.
Gesù,nel Musical non solo è libertino e malvagio,è anche un essere insicuro,triste, stanco,
è confuso e no sa realmente chi è,perché deve morire,e si ribbella a Dio,perché lo fa morire
senza un motivo:”Mostrami adesso che non sarò ucciso invano……………………………………
…..Mostrami che c’è uno scopo perché mi vuo fare morire.Sei molto astuto sul dove e sul come,ma non così
esperto sul perché”Quindi abbiamo un Gesù che bestemmia Dio,e poi continua a urlare a Dio,
dicendogli di inchiodarlo e ucciderlo adesso prima che lui cambi idea,vere bstemmie
che rendono Gesù il contrario di come è descritto nel Vangelo.
Anche Giuda nel Musical accusa Dio di averlo usato;”Dio!Non saprò mai perchè mi hai scelto per il tuo
crimine,il tuo ripugnante,crudele crimine!Tu mi hai assssinato!”
Però poi nel Musical,vediamo che Giuda,dopo essersi impiccato,muore e diventa un Angelo,
e scende dal cielo con altri Angeli e prende in giro Gesù che si trova sulla croce,dicendogli
che si è fatto crocifiggere invano.
Gesù,nel Musical,muore crocifisso,non risorge,infatti non è Figlio di Dio ma un pazzo peccatore
libertino e malvagio.
Che atei amino questo Musical è normale,ma chi si dice cristiano ed accetta questo Musical,
nega la sua fede ed è un ipocrita e bestemmia Dio,le Sacre Scritture e il Signore Gesù.
Se Gesù fosse stato come quello del Musical,il cristianesimo non sarebe mai nato,e
nessuno conoscerebbe Gesù ora.

http://sites.google.com/site/centroantiblasfemia/

————————————————————————

Jesus Christ Superstar
Appunti sul Musical di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice (1)

di Sandro Ribi

Jesus Christ Superstar è un’opera rock prodotta trent’anni fa, sugli ultimi giorni di vita di Cristo prima della sua crocifissione. La critica l’ha definito “magnetico, travolgente, commovente” (2). Molti credono che il musical presenti la vita di Gesù Cristo in modo moderno, ma veritiero. Alcuni ritengono che quest’opera sia utile per far conoscere Gesù ai giovani.

Se però vuoi vederci chiaro lo devi esaminare alla luce del Vangelo. Allora ti renderai conto che il Superstar non è altro che un “falso Cristo” (3). Peggio, è una bestemmia contro Cristo e contro Dio.

Gli autori del musical hanno affermato che era loro intenzione ripudiare pubblicamente il Cristo delle Scritture. Così Tim Rice ha creato un testo che nega apertamente le più importanti verità su Cristo nei Vangeli e presenta un falso Cristo.

È la descrizione di Gesù secondo Giuda
Tim Rice: “L’idea dell’opera è di far vedere Cristo con gli occhi di Giuda… Cristo uomo, non Dio… E, come Giuda, anche Cristo è confuso e non sa realmente chi è.”

Ma in verità Gesù ha detto: “Non ho io scelto voi dodici? Eppure uno di voi è un diavolo” (4). Dunque, se guardo Gesù con gli occhi di Giuda, vedo quello che mi vuol mostrare Satana.

Cristo viene presentato come un uomo immorale
Tim Rice ha affermato chiaramente di non credere che Gesù Cristo è Dio. Così la sua opera insiste costantemente sulla negazione del Figlio di Dio. Fa dire a Maria Maddalena: “È un uomo, è solo un uomo.”

Jesus Christ Superstar non spoglia Cristo soltanto della Sua divinità, ma anche della Sua moralità. Nell’opera Maria Maddalena viene presentata come una prostituta che dice di Cristo: “È soltanto un uomo… E io ho avuto così tanti uomini; in molte maniere lui è solo uno in più.”

In una scena Giuda rimprovera Gesù per il Suo cattivo comportamento. Ma la Bibbia dice che era un uomo puro (5). Quale perversione del Suo vero carattere!

Un Cristo debole, insicuro, amareggiato…
Rice mette parole blasfeme anche in bocca al Signore. Quando la folla preme per ricevere guarigioni, il Cristo Superstar dice: “Siete troppi – non spingete! Non ce la faccio – non premete! Guaritevi da soli!” Questa è la pura e semplice negazione della più importante verità del Vangelo: la divinità del Signore Gesù Cristo (6).

Il musical dipinge Cristo come un essere “non così sicuro”, “triste e stanco”, che inveisce contro Dio: “Mostrami adesso che non sarò ucciso invano… Mostrami che c’è uno scopo perché mi vuoi far morire. Sei molto astuto sul dove e sul come, ma non così esperto sul perché.”

L’amarezza rappresentata contrasta aspramente con l’atteggiamento del Figlio di Dio descritto nella Bibbia: senza peccato, sincero, umile, interamente sottomesso alla volontà del Padre e disposto a lasciarsi inchiodare alla croce per la salvezza eterna dei peccatori (7).

Un’ingiuria a Dio!
Nell’opera Giuda accusa: “Dio! Non saprò mai perché mi hai scelto per il tuo crimine, il tuo ripugnante, crudele crimine! Tu mi hai assassinato!”

Chi è il vero Gesù Cristo?
Dio ha detto di Gesù: “Questo è il mio Figlio amato, nel quale mi sono compiaciuto. Ascoltatelo!” (Matteo 17:5). Soltanto Lui ha parole di vita eterna (8).

Anche tu hai bisogno questa vita eterna, ma per natura non puoi averla. Dio non si accontenta di una vita mediocre (9). Ma se tu non puoi far niente per salvare te stesso, Cristo è in grado di salvarti e di trasformare la tua vita (10).

Conclusione
Jesus Christ Superstar presenta un Cristo morto frustrato e sconfitto. Uno che rimane inchiodato alla croce come un fallito. Questa è la versione del diavolo – ma lui è interamente bugiardo.

La verità è che Cristo è morto con uno scopo: è morto per noi, che con i nostri sforzi siamo incapaci di arrivare a Dio (11). E dopo essere morto è anche risorto. E non solo! Quando la storia dell’umanità sarà sull’orlo del baratro, Gesù tornerà e interverrà personalmente (12).

* * *
Tutti dovremo un giorno comparire davanti al vero Signore Gesù Cristo, non davanti a quello partorito dall’immaginazione di Tim Rice, ma al Giudice di tutta la terra. Il nostro destino eterno dipende dal rapporto che avremo avuto con Lui: “Chi crede nel Figlio ha vita eterna; chi invece rifiuta di credere al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio rimane su di lui” (Giovanni 3:36).

Se tu vuoi avere la vita eterna, l’unico modo è di ravvederti e ricevere Cristo per fede (13). Provalo! Non te ne pentirai!

——————————————————————————–

Annotazioni

(1)
Intervista stampata sull’album originale di Jesus Christ Superstar.

(2)
Ticino7, numero 10, 7-13.3.1999 p.42.

(3)
“Sorgeranno falsi cristi e falsi profeti” (Matteo 24:24).

(4)
Giovanni 6:70.

(5)
“Non ha conosciuto peccato” (2 Corinzi 5:21);
“Egli non commise alcun peccato” (1 Pietro 2:22);
“In lui non c’è peccato” (1 Giovanni 35).

(6)
“Un bambino ci è nato, un figlio ci è stato dato, e il dominio riposerà sulle sue spalle; sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre eterno, Principe della pace…” (il profeta Isaia 9:6, nell’8° secolo a.C.!);
“Dio è stato manifestato in carne” (1 Timoteo 3:16);
leggi anche il primo capitolo del Vangelo di Giovanni.

(7)
“Dio mio, io prendo piacere nel fare la tua volontà” (Salmo 40:8);
“Gesù disse: Il mio cibo è fare la volontà di colui che mi ha mandato” (Giovanni 4:34);
“Abba, Padre, ogni cosa ti è possibile; allontana da me questo calice! Però non ciò che io voglio, ma ciò che tu vuoi” (Marco 14:36).

(8)
“Simon Pietro rispose: Signore, da chi andremmo noi? Tu hai parole di vita eterna” (Giovanni 6:68).

(9)
“Voi eravate morti nelle vostre colpe e nei vostri peccati” (Efesini 2:1);
“L’ira di Dio si rivela dal cielo contro ogni empietà e ingiustizia degli uomini” (Romani 1:18).

(10)
“In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati” (Atti 4:12).

(11)
“Mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo è morto per gli empi” (Romani 5:6).

(12)
“Questo Gesù, che vi è stato tolto, ed è stato elevato in cielo, ritornerà nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in cielo” (Atti 1:11);
“Allora vi sarà una tribolazione così grande, quale non vi fu mai dal principio del mondo fino ad ora né mai più vi sarà. E se quei giorni non fossero abbreviati, nessuna carne si salverebbe; ma a motivo degli eletti quei giorni saranno abbreviati… E allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo; e tutte le nazioni della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nuvole del cielo con potenza e grande gloria” (Matteo 24:21-22,30; leggi tutto il capitolo 24 di Matteo, è molto pertinente!);
“Ecco egli viene con le nuvole e ogni occhio lo vedrà, anche quelli che lo hanno trafitto; e tutte le tribù della terra faranno cordoglio per lui” (Apocalisse 1:7);
“Poi il Signore si farà avanti e combatterà contro quelle nazioni, come egli combatté tante volte nel giorno della battaglia. In quel giorno i suoi piedi si poseranno sul monte degli Ulivi, che sta di fronte a Gerusalemme, a oriente, e il monte degli Ulivi si spaccherà a metà, da oriente a occidente, tanto da formare una grande valle; metà del monte si ritirerà verso settentrione e l’altra metà verso il meridione. Voi fuggirete…Il Signore, il mio Dio, verrà e tutti i suoi santi con lui. In quel giorno non ci sarà più luce; gli astri brillanti ritireranno il loro splendore. Sarà un giorno unico, conosciuto dal Signore; non sarà né giorno né notte, ma verso sera ci sarà luce” (Zaccaria 14:3-7);
…ci sono ancora molti altri riferimenti sul ritorno di Gesù.

(13)
“Credi nel Signore Gesù, e sarai salvato” (Atti 16:31);
“A tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome” (Giovanni 1:12).

http://www.benmelech.org/articoli/superstar.htm

 

——————————————————————-

https://sites.google.com/site/centroantiblasfemia/Home

 

https://sites.google.com/site/centroantiblasfemia/Home/jesus-christ-superstar-musical-blasfemo-alla-parrocchia-di-san-giovanni-battista-di-cesano-boscone

Older Posts »