Mirabilissimo100’s Weblog

febbraio 26, 2012

ANNA DONNA CON DISTURBI PSICHICI PARTORISCE IN STRADA A NAPOLI

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 1:52 pm

LEGGO.IT

SENZATETTO PARTORISCE IN STRADA E ABBANDONA IL BEBÈ. “HA DISTURBI PSICHICI”

 
 
Domenica 26 Febbraio 2012 – 13:52

NAPOLI – Una donna senza fissa dimora di nazionalità italiana ha abbandonato il proprio neonato in strada. Fortunatamente sono intervenuti i carabinieri, bloccando la donna e soccorrendo il piccolo. Il bimbo è stato ricoverato nell’ospedale dell’Annunziata, dove i medici lo stanno curando per sintomi di ipotermia. La mamma è stata accompagnata nell’ospedale Loreto Mare. 

È una quarantenne nata in provincia di Caserta, sofferente di problemi psichici, la donna che ha partorito il proprio neonato in strada, nel pieno centro di Napoli. Il fatto è avvenuto in via Ludovico Bianchini, stradina del centro antico tra via Duomo e piazza Mercato. I parenti della donna, residenti in provincia di Caserta, in passato ne hanno più volte denunciato la scomparsa. La donna, in preda a un forte stato di malessere, aveva lasciato il neonato – una bambina – sul marciapiede, e si era allontanata di qualche centinaio di metri. I residenti della zona, che si erano avvicinati per prestarle aiuto – da alcune ore era stata vista lamentarsi e agitarsi, ma si era pensato a un malore provocato dall’ubriachezza – quando si sono accorti della presenza della neonata hanno subito chiamato il 112 per chiedere soccorso medico.La clochard, Anna, era stata notata in via Bianchini per la prima volta ieri pomeriggio: si era sistemata su un marciapiede, raccontano i residenti, dicendo di voler offrire cioccolatini a tutti per il suo compleanno. Intorno alle 17 era stata colta da malore: c’è chi riferisce di aver visto un’ambulanza giungere sul posto, ma probabilmente la donna avrebbe rifiutato i soccorsi. «Stamane, intorno alle 7, l’abbiamo sentita gemere, in evidente stato di difficoltà», ricorda Massimo Solombrino, 41 anni, residente in via Bianchini a pochi passi da dove la clochard aveva allestito una sorta di giaciglio. «Io ed un altro condomino dello stabile le abbiamo chiesto se avesse bisogno di aiuto, ma ha risposto di no». I residenti della zona però hanno continuato ad interessarsi di Anna, le hanno portato una coperta. Ad un certo punto la donna si è alzata, lasciando sul marciapiede il neonato da poco partorito. «Siamo rimasti esterrefatti, nessuno pensava che fosse incinta – spiega Solombrino – anche perchè era avvolta in un vecchio cappotto che le nascondeva il corpo». Subito dopo aver visto il neonato – un bambino, e non una bimba come precedentemente si era appreso – gli abitanti di via Bianchini hanno chiamato i carabinieri, e nel frattempo hanno coperto il corpicino del bimbo per proteggerlo dal freddo. Quando sono arrivati i carabinieri e l’ambulanza, la donna si era allontanata di qualche centinaio di metri dal neonato, e ciò ha fatto pensare che volesse abbandonarlo. Lei, in evidente stato di confusione psichica, pare abbia spiegato di essersi mossa per chiedere aiuto. Con ogni probabilità la donna sarà affidata a un centro di salute mentale. Sul marciapiede dove ha partorito, restano due segni della sua vita e delle sue sofferenze: un libro, scritto in italiano e in arabo, con all’interno la foto di due ragazze in vacanza; una bottiglia di spumante vuota, che – raccontano i testimoni – teneva in mano stamattina.

http://www.leggo.it/news/cronaca/senzatetto_partorisce_in_strada_e_abbandona_il_bebe_ha_disturbi_psichici/notizie/167675.shtml

febbraio 25, 2012

LA LUNA CI SORRIDE!

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 5:49 pm

Se la Luna stasera ci sorride

 
 
24 febbraio 2012Il fenomeno sarà visibile per tre giorni

Pronti tutti con i nasi all’insù. Fino alle 19.30 la luna “sorriderà” a tutti coloro che l’ammireranno, ovviamente dal basso.

IL SORRISO – Il nostro satellite naturale si troverà in una posizione “anomala”, detta “a barchetta”, ovvero con la falce rivolta verso l’alto. L’effetto sarà quello di una bocca che sorride. L’astronomo Corrado Lamberti, intervistato da Style.it, ha dichiarato: “Siamo abituati ad ammirare la falce lunare quasi sempre in posizione verticale, sul lato destro della Luna crescente e su quello sinistro della Luna calante. Solo scendendo parecchio a sud, nella fascia tropicale, capita di osservarla con questa curiosa forma, ossia con la falce illuminata nella parte bassa”.

LA PROSSIMA VOLTA NEL 2023 – Allora per quale motivo vedremo un effetto proprio delle zone tropicali? Il tutto dipende dall’inclinazione particolare del nostro satellite con la Terra. Quest’inclinazione durerà per tre giorni salvo poi tornare alla posizione classica. Mi raccomando, non perdetevi l’evento perché si ripeterà solo nel 2023. Conclude Lamberti: “In parole povere, con il Sole da poco tramontato, la Luna (con un’età di soli tre giorni) si troverà disposta proprio sulla verticale all’orizzonte, con la sua parte illuminata rivolta verso il basso: una sottile falcetta ammiccante appesa sotto il disco scuro”. La prossima combinazione dell’inclinazione della nostra orbita e di quella della luna avverrà quindi solo tra 11 anni. Forse sarebbe il caso di farsi passare la pigrizia e alzare la testolina.

VENERE E GIOVE IN ASSE – Non si tratta però dell’unica sorpresa che ci riserva il cielo. Mentre saremo impegnati a osservare il nostro satellite sorridere, potremo anche notare due puntini estremamente luminosi. Si tratta di Venere, più in basso rispetto alla Luna, e Giove, più in alto. Nei prossimi 3-4 giorni la Luna li “sorpasserà” e si “allontanerà” da loro. Si tratta ovviamente di un effetto prospettico visto che Venere è “davanti” a noi e Giove ben dietro la Luna. Si tratta quindi di un sorpasso apparente. Sarà invece reale la congiunzione, che avverrà il 13 marzo, tra Venere e Giove.

<!–<!– –><!–
–>

LA POLMONITE BATTERICA

Filed under: Senza Categoria — Tag:, — mirabilissimo100 @ 5:47 pm

                         POLMONITE BATTERICA

Descrizione

Infezione acuta, batterica del parenchima polmonare. Più comune negli adulti che nei bambini rispetto alla polmonite virale. L’infezione può essere acquisita in comunità o in ambiente nosocomiale (la forma ospedaliera può colpire i degenti dopo almeno 72 ore di ricovero). La forma contratta in comunità è la più frequente ed è causata dallo Streptococcus pneumoniae o dall’Hemophilus influenzae. La forma nosocomiale è solitamente dovuta a ceppi Gram-negativi (60%) quali lo Pseudomonas o, se da Gram-positivi, da Staphylococcus aureus (14,5%)

Sistemi/apparati interessati: apparato polmonare/respiratorio

Genetica: non vi sono note predisposizioni genetiche

Incidenza/prevalenza in USA

  • Incidenza della forma di comunità: 1200 casi/100 000 abitanti per anno
  • Incidenza della forma nosocomiale: 800 casi/100 000 ricoveri ospedalieri per anno
  • Prevalenza della forma di comunità: 120 casi/100 000 abitanti*
  • Prevalenza della forma nosocomiale: 80 casi/100 000 ricoveri ospedalieri*

*Nota: il calcolo di prevalenza è dato prendendo per assunto che ciascun caso abbia la durata di circa 10 giorni e che vi sia una diffusione uniforme durante tutto l’anno

Età predominante: tutte le età

Sesso predominante: maschi = femmine

Segni e sintomi

Segni e sintomi principali

  • Tosse
  • Febbre
  • Dolore toracico
  • Brividi, in caso di insorgenza acuta
  • Espettorato scuro, denso, ematico (rugginoso)

Altri

  • Distensione addominale
  • Dolore addominale
  • Anoressia
  • Soffio bronchiale
  • Ottusità toracica alla percussione
  • Confusione
  • Crepitii (rantoli)
  • Cianosi
  • Murmure vescicolare ridotto
  • Disidratazione
  • Delirio
  • Sudorazione profusa
  • Stato di sofferenza
  • Dispnea
  • Egofonia
  • Rossore facciale
  • Cefalea
  • Emottisi
  • Malessere
  • Dolori muscolari
  • Sfregamento pleurico
  • Pleurite
  • Dolore pleuritico
  • Prostrazione
  • Irrequietezza
  • Ronchi
  • Rigidità
  • Dolore alla spalla
  • Torpore
  • Tachicardia
  • Tachipnea
  • Fremito vocale
  • Debolezza
  • Pectoriloquio

Cause

  • Diffusione per via ematica di microrganismi
  • Inalazione di microrganismi
  • Aspirazione dell’agente infettivo dall’orofaringe

Batteri patogeni

  • Streptococcus pneumoniae (pneumococco)
  • Haemophilus influenzae
  • Legionella pneumophila
  • Moraxella catarrhalis (Branhamella catarrhalis)
  • Mycoplasma pneumoniae
  • Klebsiella pneumoniae
  • Pseudomonas aeruginosa
  • Escherichia coli

Fattori di rischio

  • Infezioni virali
  • Ospedalizzazione
  • Età estreme
  • Alcolismo
  • AIDS e altre immunodeficienze
  • Fumo di tabacco
  • Insufficienza renale
  • Malattie cardiovascolari
  • Asplenia funzionale
  • Broncopatia cronica ostruttiva
  • Diabete mellito
  • Malnutrizione
  • Neoplasie
  • Anestesia generale
  • Ventilazione meccanica
  • Alterazioni del sensorio o della deglutizione (per esempio attacchi epilettici, ictus, malattie neuromuscolari)

DIAGNOSI

Differenziale

Altre cause di polmonite infettiva: virus (respiratorio sinciziale, adenovirus, parainfluenza, influenza A e B, varicella, morbillo, rosolia, entrovirus, virus di Epstein-Barr); Nocardia; miceti (blastomiceti, criptococco, aspergillo, istoplasma, coccidioidi, Pneumocystis carinii ); protozoi (toxoplasma); Chlamydia (pneumoniae, psittaci, trachomatis); rickettsia (Coxiella burnetti – febbre Q); tubercolosi e anche: embolismo polmonare con infarto, bronchiolite obliterante con polmonite, contusione polmonare, vasculite polmonare, sarcoidosi, alveoliti allergiche, pneumotorace e altre cause

Esami di laboratorio

  • Leucocitosi con neutrofilia
  • Emoconcentrazione
  • Iponatriemia (sindrome da inappropriata secrezione di ADH)
  • Aumento delle transaminasi
  • Proteinuria
  • Ipossia
  • Ipocapnia iniziale, in seguito ipercapnia
  • Emocoltura: positiva nel 20-30% dei pazienti nella polmonite di comunità
  • Sul siero e sulle urine: antigeni pneumococcici
  • Esame colturale su broncoaspirato: significativo se uguale o superiore a 1000 microrganismi
  • Esame colturale su lavaggio broncoalveolare: significativo se uguale o superiore a 10 000 microrganismi

Farmaci che possono alterare i risultati degli esami di laboratorio: fare riferimento ai foglietti illustrativi di ciascun farmaco

Condizioni che possono alterare i risultati degli esami di laboratorio: fare riferimento ai foglietti illustrativi di ciascun farmaco

Reperti patologici

Polmone

  • Positività alla colorazione Gram per i batteri
  • Edema
  • Epatizzazione rossa
  • Epatizzazione grigia
  • Addensamento peribronchiale segmentale, lobare o multifocale

Test speciali

  • Esame colturale su aspirato tracheale
  • Esame colturale su lavaggio broncoalveolare
  • Esame colturale su broncoaspirato
  • Rx del torace in decubito laterale per ricercare eventuale versamento parapneumonico
  • Esame colturale del liquido pleurico
  • pH del liquido pleurico (congelato, sottovuoto da mandare in laboratorio)

Diagnostica per immagini

Radiografia del torace

  • Broncogramma
  • Addensamento lobare o segmentale
  • Broncopolmonite
  • Versamento pleurico

Procedure diagnostiche

  • Esame colturale dell’espettorato (15 minuti in soluzione salina al 3% dopo che il paziente si è sciacquato la bocca)
  • Aspirazione nasotracheale per esame colturale
  • Aspirazione tracheale per esame colturale
  • Broncoscopia con lavaggio broncoalveolare
  • Toracentesi per studio del liquido pleurico
  • Agoaspirato transtoracico per esame colturale
  • Emocoltura

TRATTAMENTO

Sede di cura appropriata

  • Forma di comunità: domiciliare per i casi moderati; ospedalizzazione per i casi più severi (presentazione multilobare, ipossia, ipotensione, patologie importanti concomitanti, nei bambini e negli anziani)
  • Forma nosocomiale: i pazienti risultano già ospedalizzati

Misure generali

  • Terapia antibiotica per i microrganismi patogeni
  • Ossigenoterapia per i pazienti con cianosi, ipossia, dispnea, disturbi circolatori e delirio
  • Ventilazione meccanica in caso di insufficienza respiratoria
  • Fisiochinesiterapia respiratoria
  • Idratazione
  • Aspirazione nasotracheale
  • Terapia analgesica per il dolore
  • Monitoraggio degli elettroliti
  • Isolamento in caso di sospetta tubercolosi

Attività fisica

Riposo a letto e/o ridurre l’attività durante la fase acuta

Alimentazione

  • Non si consiglia l’alimentazione per via orale in caso di incipiente insufficienza respiratoria
  • Cibi morbidi e facili da ingerire

TERAPIA MEDICA

Farmaci di scelta

Terapia iniziale

  • Solitamente empirica per la maggior parte dei patogeni (se si identifica il microrganismo si procede alla terapia antibiotica mirata)
  • Negli adulti sani con polmonite di comunità: eritrocina per via endovenosa (non in commercio in Italia) 500 mg ev ogni 6 ore (copre anche micoplasmi e legionelle)
  • Nella polmonite nosocomiale: cefalosporine di terza generazione (cefotaxime o ceftizoxime più vancomicina). Se è coinvolto uno pseudomonas si usano le penicilline semisintetiche (piperacillina, mezlocillina o ticarcillina [non in commercio in Italia]) oppure una cefalosporina (ceftazidime) più un aminoglicoside
  • Analgesici per il controllo del dolore

Terapia specifica per i microrganismi

  • Streptococcus pneumoniae: penicillina G o penicillina V; se è presente nella zona geografica un’alta incidenza di pneumococchi penicillino-resistenti si possono usare la vancomicina o un fluorochinolone (ciprofloxacina o ofloxacina)
  • Hemophilus influenzae: ampicillina o amoxicillina. Per le infezioni più importanti cefotaxime o ceftriazone
  • Staphylococcus aureus: nafcillina (non in commercio in Italia); vancomicina in caso di alta incidenza di Staphylococcus aureus meticillino-resistente
  • Klebsiella: aminoglicoside più cefalosporina
  • Pseudomonas: aminoglicoside più una penicillina semisintetica o ceftazidime
  • Moraxella catarrhalis: cefalosporina di seconda generazione quale cefaclor o cefuroxima axetil
  • Chlamydia pneumoniae: tetraciclina
  • Mycoplasma pneumoniae: eritromicina
  • Legionella pneumoniae: eritrocina

Controindicazioni: allergia o allergia crociata per gli antibiotici

Precauzioni: possibile sovravvarico di sodio per le penicilline semisintetiche antipseudomonas

Interazioni: fare riferimento ai foglietti illustrativi di ciascun farmaco

Farmaci alternativi

  • Strepococcus pneumoniae: eritromicina; cefalosporine
  • H. influenzae: cefuroxime; trimethoprim-sulfametossazolo; tatraciclina; cloramfenicolo
  • Staphylococcus aureus: una cefalosporina di prima generazione; vancomicina; clindamicina; coprofloxacina
  • Klebsiella: cloramfenicolo; ciprofloxacina
  • E. coli: ampicillina; cefalosporina; ciprofloxacina; cloramfenicolo
  • Pseudomonas: aminoglicoside più ceftazidime; ciprofloxacina; imipenem
  • Moraxella catarrhalis: amoxicillina-acido clavulanico; trimethoprim-sulfametossazolo; tetraciclina; claritromicina; cefizime
  • Chlamydia pneumoniae: doxiciclina; claritromicina; azitromicina; ciprofloxacina; ofloxacina
  • Mycoplasma pneumoniae: claritromicina; axitromicina; tetraciclina
  • Legionella pneumophila: claritromicina; azitromicina; rifampicina; ciprofloxacina; ofloxacina

FOLLOW-UP

Monitoraggio del paziente

  • Nel paziente ambulatoriale-domiciliare valutare il decorso ogni giorno
  • La radiografia polmonare può richiedere tempo prima di tornare alla normalità anche se il quadro clinico migliora più rapidamente. Ripetere la Rx del torace dopo circa 6 settimane dalla guarigione per verificare che la polmonite non sia stata causata da un’ostruzione endobronchiale
  • Non è necessario ripetere l’esame colturale dopo che è iniziata la terapia

Prevenzione

  • Vaccino pneumococcico polivalente
  • Ridurre i fattori di rischio quando è possibile
  • Evitare l’uso indiscriminato di antibiotici durante le infezioni virali minori
  • Vaccino antinfluenzale annualmente per i soggetti a rischio
  • Nei pazienti allettati e in periodo postoperatorio: fisiochinesiterapia respiratoria; prevenire le possibili borncoaspirazioni durante l’alimentazione con sondino nasogastrico

Complicanze

  • Empiema
  • Ascesso polmonare
  • Pericardite purulenta
  • Pleurite
  • Versamento pleurico
  • Necrosi polmonare
  • Sovrapposizione d’infezione
  • Sindrome da disfunzione multiorganica
  • Sindrome da distress respiratorio dell’adulto

Decorso atteso e prognosi

  • Decorso abituale: acuto. Nei soggetti sani il miglioramento clinico e la scomparsa della febbre avvengono dopo 1-3 giorni
  • Mortalità totale intorno al 5%
  • Prognosi peggiori: nei soggetti molto anziani e nei bambini piccoli; in caso di emocolture positive; leucometria bassa; presenza di altre malattie associate; immunosoppressione

MISCELLANEA

Condizioni associate

  • Alcolismo
  • Fumo
  • Infezioni delle alte vie aeree

Fattori correlati all’età

Pediatrica: morbilità e mortalità aumentata nei bambini con età inferiore a un anno

Geriatrica: morbilità e mortalità negli anziani con età superiore ai 70 anni specialmente se vi sono associate altre malattie e altri fattori di rischio; per la profilassi vaccinare tutti gli anziani con età superiore ai 65 anni anche se in buona salute

Sinonimi

  • Polmonite lobare
  • Polmonite pneumococcica classica

Annotazioni

La vaccinazione è raccomandata nei bambini con età superiore ai 2 anni e negli adulti con rischio aumentato: malattie croniche, disfunzioni spleniche o asplenia, morbo di Hodgkin, mieloma multiplo, cirrosi, alcolismo, insufficienza renale, trapiantati d’organo, immunosoppressione, sindrome nefrosica, età superiore ai 65 anni

http://www.quattrocuori.it/elenco%20malattie/p/polmonite%20batterica.htm

DON FABIO BONIFAZIO SCARCERATO DOPO ESSERE STATO ARRESTATO PER VIOLENZA SESSUALE

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , , — mirabilissimo100 @ 5:46 pm

LEGGO.IT

MOLESTIE SESSUALI AD 1 RAGAZZA DI IMPERIA,
PRETE SCARCERATO NEL POMERIGGIO

 
Sabato 25 Febbraio 2012 – 13:29

IMPERIA –  Don Fabio Bonifazio, il viceparroco di Imperia arrestato ieri a Loano con l’accusa di violenza sessuale, verrà scarcerato nel pomeriggio. Il gip, Fiorenza Giorgio, ha accolto la richiesta del pm Maria Chiara Paolucci, disponendo nei confronti del prete il divieto di avvicinarsi alla ragazza

È stato ordinato sacerdote nel dicembre 2010, don Fabio Bonifazio, 32 anni, il viceparroco di Imperia arrestato per violenza sessuale. È accusato, secondo quanto riferito da fonti investigative, di «aver palpeggiato il fondoschiena di una ragazza di 19 anni». L’aggressione è avvenuta in pieno giorno, lungo l’Aurelia a Loano, dove il sacerdote ha i genitori. Il prete si è poi dato alla fuga, ma la vittima delle sue attenzioni ha subito chiamato i carabinieri, fornendo loro una dettagliata descrizione. Poco dopo i militari hanno così fermato l’uomo «tarchiato e dai capelli rossi» indicato dalla ragazza. Una volta in caserma, il prete si è chiuso nel silenzio. La notizia dell’arresto ha destato particolare clamore a Imperia Oneglia dove Bonifazio è viceparroco nella chiesa di Cristo Re.

 

http://www.leggo.it/news/cronaca/molestie_sessuali_ad_1_ragazza_di_imperia_prete_scarcerato_nel_pomeriggio/notizie/167563.shtml

IL PAPÀ TENTA DI VIOLENTARE LA FIGLIA 12ENNE-LA NONNA LO FA ARRESTARE

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 5:43 pm

LEGGO.IT

IL PAPÀ TENTA DI VIOLENTARE LA FIGLIA 12ENNE, LA NONNA LO FA ARRESTARE

 
Giovedì 23 Febbraio 2012 – 09:23

VENEZIA – Era andato a trovare la figlia 12enne a casa della nonna materna e appena si è trovato da solo con lei ha tentato di abusare di lei. Ma la nonna si è accorta del tentativo e ha dato immediatamente l’allarme, facendo arrestare il genero.

Ora l’uomo, un 46enne, italiano di origini marocchine separato, è accusato di violenza sessuale. La nonna della bimba è intervenuta con con così tanta decisione da costringerlo alla fuga. Poi ha chiamato la polizia che che ha rintracciato il 46enne e lo ha portato in Questura dove è stato poi arrestato e portato in carcere. Il fatto è avvenuto ieri a Marghera. 

 

http://www.leggo.it/news/cronaca/il_papa_tenta_di_violentare_la_figlia_12enne_la_nonna_lo_fa_arrestare/notizie/167200.shtml

ALBERTO BASTONI EX PARROCO CONFESSA L’USO DI DROGA

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , — mirabilissimo100 @ 5:41 pm

LEGGO.IT

L’EX PARROCO SI CONFESSA: “PROVAI
LA COCA, MA NIENTE FESTINI GAY” 

 
Giovedì 23 Febbraio 2012 – 11:53

PERUGIA – Dopo il suo allontanamento da Collevalenza, l’ex parroco don Alberto Bastoni, si apre sulle pagine de La Nazione: «Ammetto di aver fatto uno personale di droga. È stato tanto tempo fa a Roma, ma soltanto per provare». Coca si, ma festini gay no, infatti don Alberto nega di aver mai partecipato a party omosessuali.
 Il sacerdote – che ora si trova in una località che non vuole rivelare, «ma non in una comunità» – sottolinea di «non aver mai fatto del male a nessuno». «E spero – aggiunge – che nessuno ne faccia a me».   Il religioso conferma con il quotidiano di essere stato fermato dai carabinieri di Todi e trovato in possesso di tre dosi di cocaina. Alla domanda su cosa volesse fare della droga risponde: «questi sono fatti miei. Ma la cocaina non la spacciavo di certo. E tanto basta».   Don Alberto ammette quindi di avere conosciuto una persona «in una chat gay, ma con lui o altri non ho mai partecipato a festini omosessuali». «Questo – sottolinea – non è assolutamente vero. E non rispondo, comunque, circa i miei gusti sessuali, si tratta di cose private e comunque di questo non ho parlato ai carabinieri».

 

http://www.leggo.it/news/cronaca/lex_parroco_si_confessa_provai_la_coca_ma_niente_festini_gay_/notizie/167239.shtml

 

CLAUDIA BARBERA CONDANNATA: UCCISE LA FIGLIA NEONATA PERCHÉ PIANGEVA

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 5:38 pm

LEGGO.IT

UCCISE LA FIGLIA NEONATA PERCHÉ PIANGEVA:
12 ANNI DI CARCERE ALLA MAMMA CATANESE

 
Mercoledì 22 Febbraio 2012 – 10:33

CATANIA – Dodici anni di reclusione per aver ucciso la figlia neonata. I giudici della Corte d’assise di Catania hanno condannato per omicidio aggravato Claudia Barbera, di 26 anni, giudicandola colpevole dell’uccisione della figlioletta di un mese, avvenuta il 28 luglio del 2009 nella sua casa nel quartiere di Librino.

NEONATA UCCISA PERCHÉ PIANGEVA La donna avrebbe soffocato la bambina perchè non voleva sentirla piangere. Claudia Barbera, come pena accessoria, dovrà anche essere ricoverata per un periodo non inferiore ai tre anni in una casa di cura e di custodia. Per la donna, attualmente sottoposta ad una misura di sicurezza in una casa di cura, il pm Miriam Cantone aveva chiesto una condanna a 14 anni di reclusione.

 

http://www.leggo.it/news/cronaca/uccise_la_figlia_neonata_perche_piangeva_12_anni_di_carcere_alla_mamma_catanese/notizie/167036.shtml

ARMANDO BICCHARELLI EX SACERDOTE ARRESTATO PER RICATTI

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 5:35 pm

LEGGO.IT

RICATTI HOT AL GIOVANE CON CUI AVEVA
UNA RELAZIONE: IN MANETTE EX SACERDOTE

 
Mercoledì 22 Febbraio 2012 – 10:35

PESARO – Un uomo di 43 anni, Armando Bicchiarelli,  ex sacerdote della parrocchia di Isola del Piano (Pesaro), è stato arrestato dai carabinieri, con l’accusa di stalking, violenza sessuale aggravata e danneggiamento aggravato. A denunciare l’ex parroco e’ stato un operaio marchigiano di 29 anni, con il quale intratteneva un’amicizia particolare. Quando la vittima ha deciso di chiudere la relazione, il religioso ha reagito prima minacciandolo di raccontare la loro storia ai familiari del giovane e alla sua fidanzata, poi con danneggiamenti e intimidazioni, anche di morte, estese anche alla ragazza.
Esasperato, il giovane ha denunciato la vicenda ai carabinieri che, dopo una lunga indagine, hanno messo le manette all’uomo, in esecuzione di una ordinanza cautelare firmata del gip della Procura di Urbino, Vito Savino. L’ex parroco da circa un anno era stato ridotto allo stato laicale dalla Santa Sede.

 

http://www.leggo.it/news/cronaca/ricatti_hot_al_giovane_con_cui_aveva_una_relazione_in_manette_ex_sacerdote/notizie/167037.shtml

 

febbraio 21, 2012

Carnevale di RIO 2012: Una parata di donne nude o quasi

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , — mirabilissimo100 @ 4:38 pm

Carnevale di RIO 2012 – SFILANO LE BELLEZZE BRASILIANE – Rio – desfile de bellezas brasileñas .wmv

http://www.youtube.com/watch?v=dFiXe42SDNY

 

PEDOFILIA: ABUSA DELLA FIGLIASTRA DI 9 ANNI

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 4:18 pm

LEGGO.IT

“FATTI TOCCARE O TI ROMPO LE BAMBOLE”:
37ENNE VIOLENTA LA FIGLIASTRA DI 9 ANNI

 
Martedì 21 Febbraio 2012 – 10:03

UDINE – Ha minacciato di distruggere la cosa a cui la bimba di 9 anni teneva di più: le sue bambole. Tutto per poterla toccare e abusare di lei. E a quella minaccia «ti rompo le bambole», la bimba non ha saputo reagire. E una volta soli in camera da letto, il papà orco di 37 anni ne ha approfittato per toccare la piccina.
I fatti risalgono al 2007, quando la bimba aveva 9 anni. E adesso quel papà friulano risponderà di violenza sessuale aggravata davanti al tribunale di Udine. L’uomo è stato rinviato a giudizio dal Gup del tribunale. E per la bimba, figlia della convivente dell’uomo, l’incubo che quell’abuso potesse ripetersi ancora è finito con la carcerazione del suo patrigno.

 

 

http://www.leggo.it/news/cronaca/fatti_toccare_o_ti_rompo_le_bambole_37enne_violenta_la_figliastra_di_9_anni/notizie/166815.shtml

Older Posts »