Mirabilissimo100’s Weblog

aprile 6, 2017

L’ISIS HA USATO LE ARMI CHIMICHE

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 7:05 pm

ARMI CHIMICHE 2

L’ISIS HA USATO LE ARMI CHIMICHE

 

9 MARZO 2016

GLI OCCHI DELLA GUERRA

Proiettili al gas mostarda in polvere caricati su proiettili di artiglieria. Così l’Isis ha avvelenato i civili in Iraq e in Siria. A rivelarlo è un dirigente dell’Isis, specialista in armi chimiche dell’organizzazione, catturato da un commando americano in Iraq il mese scorso e detenuto attualmente in una prigione americana temporanea ad Erbil.

Un gas non abbastanza potente da uccidere, ma sufficientemente efficace per menomare le persone. Forse lo stesso usato lo scorso anno contro i curdi in Iraq o a Marea, nella provincia di Aleppo, in Siria.

Il New York Times, citando ufficiali del Pentagono, racconta come il “chimico” del Califfato, sotto interrogatorio, abbia fornito ai militari statunitensi numerosi dettagli su come l’Isis è riuscito a ridurre il gas mostarda in polvere per istallarlo nei proiettili ed usarlo nei bombardamenti in Siria e in Iraq. Il quotidiano americano spiega, inoltre, come il dirigente dell’Isis sia stato catturato il mese scorso subito dopo l’arrivo in Iraq di una nuova forza speciale statunitense, composta principalmente da uomini appartenenti ai reparti d’élite della Delta Force. I 200 membri del team per le operazioni speciali hanno come compito principale, secondo il quotidiano, proprio quello di catturare i dirigenti dello Stato Islamico, al fine di ricavarne informazioni utili all’intelligence per combattere il Califfato, come nel caso dello specialista nelle armi chimiche detenuto ad Erbil.

Proprio sulla base delle informazioni fornite dal prigioniero infatti, sono partiti i raid aerei statunitensi che hanno iniziato a colpire negli ultimi giorni i depositi di armi chimiche del Califfato, che secondo le coordinate rivelate dall’ex dirigente Isis, custodirebbero il gas mostarda nei pressi della roccaforte jihadista di Mosul, in Iraq.

http://www.occhidellaguerra.it/isis-usa-gas-mostarda-sui-civili/

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

9 MARZO 2016

IL FATTO QUOTIDIANO

Iraq, Usa catturano responsabile armi chimiche di Isis: “Sta rivelando uso del gas mostarda”

Si chiama Sleiman Daoud al-Afari. Le forze speciale Usa lo hanno catturato tre settimane fa in Iraq. Secondo fonti di intelligence di Baghdad citate dall’Associated Press, è il responsabile dell’unità dell’Isis per le armi chimiche. Al Afari, che avrebbe circa 50 anni, avrebbe lavorato ai tempi del regime di Saddam Hussein per un settore delle forze armate specializzato nella ricerca di armi chimiche e biologiche. Ora, secondo il New York Times l’uomo sta rivelando sotto interrogatorio informazioni su come il Califfato avesse in dotazione il gas mostarda in polvere e lo avesse caricato nei proiettili d’artiglieria. Secondo il quotidiano newyorkese, che cita fonti del Pentagono, il gas non era abbastanza concentrato per uccidere ma poteva menomare le persone.

L’amministrazione Obama ha avviato dal dicembre scorso una nuova strategia contro lo Stato islamico che prevede operazioni di forze speciali nei territori da esso controllati per catturare o uccidere comandanti militari del Califfato. La Cnn ha riferito che caccia dell’aviazione Usa hanno condotto raid vicino Mosul contro obiettivi ritenuti fondamentali per lo sviluppo del programma di armi chimiche. Secondo l’emittente che cita funzionari statunitensi, i raid sono scattati sulla base delle informazioni fornite da Al Afari. La Cnn ha precisato che al momento non è possibile chiarire se i raid, condotti nei giorni scorsi, abbiano raggiunto l’obiettivo prefissato ovvero ridurre la capacità dell’Is di utilizzare gas mostarda.

Secondo funzionari curdi locali, oltre 40 persone hanno riportato sintomi di soffocamento e irritazioni alla pelle nel nord dell’Iraq dopo che colpi di mortaio e razzi Katyusha lanciati da postazioni dello Stato islamico riempiti di “sostanze velenose” hanno colpito martedì sera il loro villaggio, quello di Taza, un villaggio a maggioranza sciita turcomanna che si trova 20 chilometri a sud di Kirkuk, regione sotto il controllo curdo. “C’erano sostanze velenose. Non sappiamo cosa”, ha detto il governatore provinciale di Kirkuk, Najmuddin Kareem.

Membri del Fronte turcmeno, che in questa regione combatte contro le milizie del Califfato, hanno detto che almeno 37 razzi sono stati lanciati dall’Isis dalle sue postazioni nel villaggio di Bashir, 10 chilometri a ovest di Taza. Secondo testimoni locali, dopo le esplosioni, i razzi hanno rilasciato un fumo grigio e un leggero liquido oleoso. Dalle analisi effettuate presso un laboratorio locale è risultato che i jihadisti avevano caricato i razzi con “cloro secco“. Secondo fonti governative a Kirkuk, l’Isis aveva impiegato cloro anche in bombardamenti sulle forze curde Peshmerga il mese scorsa a Sinjar, 120 chilometri a ovest di Mosul.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/09/iraq-usa-catturano-responsabile-armi-chimiche-di-isis-sta-rivelando-uso-del-gas-mostarda/2532187/

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

21 SETTEMBRE 2016

LA STAMPA

Gli Usa: in Iraq attaccati dall’Isis con un’arma chimica

L’Isis ha usato almeno tre volte l’iprite contro i curdi e secondo il Pentagono “vengono distrutti in continuazione laboratori in grado di produrlo” nel territorio controllato dallo Stato islamico.
Un proiettile con sospetto gas iprite, detto anche mostarda per il tipico odore, è caduto ieri sera nella base di Qayyara, a 60 chilometri a sud di Mosul
Le posizioni fra America e Russia restano lontanissime sulla Siria mentre in Iraq si avvicina la battaglia finale per Mosul e l’Isis reagisce lanciando armi chimiche contro le truppe americane che appoggiano l’offensiva.
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
22 NOVEMBRE 2016
POST

L’ISIS ha usato armi chimiche in Siria e Iraq

Dal 2014 ad oggi ha compiuto almeno 52 attacchi usando in maniera rudimentale il cloro e il gas mostarda, dice un rapporto di una società di analisi londinese

Lo Stato Islamico (o ISIS) ha usato armi chimiche in Iraq e in Siria, anche se in maniera “rudimentale”. Un nuovo rapporto dell’IHS Conflict Monitor, una società di analisi e consulenza con sede a Londra, ha rilevato l’uso di sostanze come il cloro e l’iprite (detta anche “gas mostarda” per il suo odore) in almeno 52 attacchi compiuti dal 2014 ad oggi, per buona parte nella zona di Mosul, in Iraq. L’IHS Conflict Monitor ha usato per la sua analisi notizie riportate da giornali e televisioni locali, dai social media e dal materiale di propaganda diffuso dallo Stato Islamico. Il rapporto verrà pubblicato martedì, ma il New York Time
 lo ha già ottenuto e ne ha anticipato i contenuti in un articolo scritto dal giornalista Eric Schmitt, che si occupa spesso di questioni legate alla sicurezza e al Medio Oriente.
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
ANSA.IT
22 SETTEMBRE 2014

“Isis usa gas, uccisi 300 soldati Iraq”

A Saqlawiya, a nord di Falluja, “usato gas cloro”

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: