Mirabilissimo100’s Weblog

aprile 16, 2017

GESU’ DISCENDE AGLI INFERI

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 7:26 pm

 

ICONA RUSSA GESU' ADES

GESU’ DISCENDE NEGLI INFERI
1 PIETRO 3: 18-22;
[18] Anche Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio; messo a morte nella carne, ma reso vivo nello spirito.

[19] E in spirito andò ad annunziare la salvezza anche agli spiriti che attendevano in prigione;

[20] essi avevano un tempo rifiutato di credere quando la magnanimità di Dio pazientava nei giorni di Noè, mentre si fabbricava l’arca, nella quale poche persone, otto in tutto, furono salvate per mezzo dell’acqua.

[21] Figura, questa, del battesimo, che ora salva voi; esso non è rimozione di sporcizia del corpo, ma invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza, in virtù della risurrezione di Gesù Cristo,

[22] il quale è alla destra di Dio, dopo essere salito al cielo e aver ottenuto la sovranità sugli angeli, i Principati e le Potenze.
————————————————————————————————–
Nella tradizione patristica Cristo discende agli inferi per liberare i giusti che attendevano il Salvatore.
Secondo il Vangelo apocrifo di Nicodemo Gesù infrange le porte sbarrate degli inferi per liberare i Patriarchi, i profeti e gli altri personaggi dell’Antico Testamento, come Adamo, suo figlio Set, Mosè, Davide, Isaia.
In questo e altri scritti simili molti altri personaggi dei Vangeli sono oggetto della liberazione operata da Cristo nella sua discesa agli inferi. Sono ricordati dagli scritti anche l’anziano sacerdote Simeone, il buon ladrone (chiamato Disma) e lo stesso Giovanni Battista.
La discesa di Gesù agli inferi rappresenta uno degli articoli di fede del Simbolo Apostolico.
Ritroviamo poi l’affermazione della discesa agli inferi in una professione di fede del IV secolo, il cosiddetto Simbolo di Aquileia, ed è espressa nuovamente da Concilio Lateranense IV e dal secondo Concilio di Lione, nonché dalla professione di fede di Michele Paleologo (1274).
La Leggenda Aurea redatta dal domenicano Jacopo da Varagine alla fine del XIII secolo è il testo di riferimento per la fortuna di questa immagine.

Studio Biblico
Bibbia Cei
***************************************************************************

https://www.facebook.com/GESU-IL-FIGLIO-DI-DIO-376016983399/

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: