Mirabilissimo100’s Weblog

luglio 31, 2017

Santa Maria Maddalena nella Legenda Aurea

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 2:46 am

MADDALENA NELLA LEGENDA AUREA

 

SANTA MARIA MADDALENA BARCA FRANCIAGiotto, Assisi, Il viaggio della Maddalena

***********************************************************************************

La Legenda Aurea (Legenda sanctorum) è un testo scritto, prima in latino e poi in volgare, tra il 1252 e il 1265, consistente in una collezione di vite di santi da Jacopo De Fazio (Varazze 1228-Genova 1298) detto Jacopo da Varazze (Iacopo da Varagine), frate domenicano e arcivescovo di Genova, proclamato beato dalla Chiesa Cattolica. La legenda Aurea ebbe una grande influenza sulla successiva letteratura religiosa e fu fonte iconografica per numerosi artisti. Il testo fu spesso riprodotto (sopravvivono più di 1400 manoscritti) e illustrato durante il Medioevo.

Il più antico documento scritto che propone la incredibile storia della presenza della Maddalena in Provenza dopo la morte di Gesù, è la Vita di Maria Maddalena, opera pubblicata intorno al IX secolo da Rabanus Maurus o Raban Maar (776-856) arcivescovo di Mainz (Magonza) e abate di Fuld, ed anche La légende de Sainte Marie Madelaine del frate domenicano Père Lacordaire, ma il testo che più ampliamente affronta questo tema e che aggiunge maggiori dettagli è di certo la Legenda Aurea scritta nel 1260 da Jacopo de Varagine (Legenda aurea, Jacobus de Varagine o daVarazze, Nuremberg: Georg Stuchs de Sulczpach, Ottobre 1488; Bryn Mawr College Library’s Collections).

Nel testo si racconta la storia della Maddalena in cui si fondono la Maddalena di Papa Gregorio Magno (che identificò la peccatrice che Gesù liberò dai sette demoni con la prostituta pentita che bagnò di lacrime e asciugò con i suoi capelli, ungendo d’unguento i piedi del suo liberatore) e Maria di Betania, sorella di Lazzaro e Marta. Ma vi sono particolari interessanti citati dall’autore. Maria di Magdala proveniva da una famiglia illustre e ricca, di stirpe regale. A lei, come a Marta e Lazzaro, apparteneva il villaggio di Magdala, a due miglia da Genezareth in Betania. Si dedicò ai piaceri, grazie all’abbondanza dei beni, a tal punto che fu soprannominata la peccatrice. Poi incontrò Gesù nella casa Simone il Fariseo con l’episodio dell’unguento. Gesù la liberò dai sette demoni, la scusò presso il fariseo che la considerava immonda, dalla sorella che la giudicava una fannullona, da Giuda che la riteneva una scialacquatrice. E quando la vide piangere, pianse con lei. Per lei resuscitò Lazzaro. A questo punto incontriamo la leggenda. Tredici anni dopo l’ascensione di Gesù, Maria Maddalena, con il beato Massimino, Lazzaro, Marta e Martilla sua serva, Cedonio un cieco risanato da Gesù, furono abbandonati su una nave, dopo essere stati catturati dai pagani. Per volere divino approdarono a Marsiglia. In questo luogo iniziò la predicazione di Maria Maddalena e gli altri. Dopo aver evangelizzato in Francia, si ritirò in solitudine in una grotta. Un religioso poi vide degli angeli sollevare la Maddalena e poi riportarla a terra. Il culto di Maddalena si diffuse in Europa, soprattutto in Francia. Numerose le chiese a lei dedicate di cui la più famosa è quella, gotica, di Saint Maxim la Sainte Baume (1295) dove è si dice sia conservato il teschio della santa. A Sainte Baume, in Provenza, vi è la grotta della Maddalena, ancor oggi meta di pellegrinaggi. Nell’ abbazia di Vezalay si diceva già nel 1050 che vi fosse conservato il corpo. Giotto descrisse molti episodi della vita della Maddalena nella Capella a lei dedicata ad Assisi.

LEGGENDA AUREA IN RIASSUNTO

Maria Maddalena prende il nome da Magdalo, un castello, nacque da nobile lignaggio e da genitori di sangue reale. Suo padre si chiamava Ciro e sua madre Euchasia. Lei con suo fratello Lazzaro e sua sorella Marta possedevano il castello di Magdalo, che sorge a due miglia da Nazareth e da Betania … In quel tempo all’apostolo S. Massimino, che era uno dei 70 discepoli del signore cui fu affidata la Maddalena per ordine di S. Pietro, in seguito dopo che i discepoli furono partiti, S. Massimino, Maria Maddalena, Lazzaro suo fratello, Marta sua sorella, Marcella serva di Marta, e Santa Cetonia che era nata cieca e che aveva riacquistato la vista grazie al Signore, insieme ad altri cristiani furono catturati dai miscredenti e caricati su una barca priva di remi e timone perché affogassero. Ma la bontà di Dio onnipotente li condusse tutti a Marsiglia … In seguito accadde che il principe della provincia e sua moglie fecero sacrifici per ottenere un figlio e Maria Maddalena che aveva parlato loro di Gesù Cristo gli impedì di compiere quei sacrifici … allora il principe disse io e mia moglie saremo lieti di adempiere a tutte queste cose se tu riuscirai ad fare in modo di farci avere un bambino attraverso le preghiere al tuo dio … il Signore ascoltò le sue preghiere e la donna concepì. Suo marito decise che sarebbe partito per andare da S. Pietro e verificare se era vero ciò che aveva ascoltato dalla Maddalena. Sua moglie … gli chiese di portarla con lui. Dopo che ebbero veleggiato un giorno ed una notte vi fu una grande tempesta … a causa del temporale e della tempesta il bimbo che portava in grembo morì … Ahimè disse, cosa farò? Desideravo avere un figlio e ho perso moglie e figlio … E pensarono che fosse meglio indirizzare la nave verso terra e seppellirlo lì per evitare che fosse divorato dai pesci del mare … Quando giunse da Pietro, egli vide la croce sulla sua spalla e gli chiese chi fosse e perché era giunto fin lì, così egli gli raccontò tutto quanto era accaduto … Quindi Pietro lo condusse a Gerusalemme e gli mostrò tutti i luoghi ove Gesù aveva predicato e fatto miracoli ed il posto ove aveva sofferto ed era morto e dove era asceso al cielo. Dopo che fu ben istruito nella fede da S. Pietro e dopo che furono trascorsi due anni egli ripartì per Marsiglia … Veleggiando sulla rotta di ritorno giunsero, per volere di Dio, nel luogo in cui aveva abbandonato i corpi della moglie e del figlio … Il piccolo che aveva ottenuto grazie a Maria Maddalena si alzò ed andò verso la spiaggia e come tutti i bimbi piccoli, prese delle piccole pietre e le lanciò in mare … Quando il bimbo li vide, non avendo mai visto altre persone prima, ebbe timore e corse a nascondersi sotto il mantello della madre … il padre sollevò il mantello e vide il bimbo che poppava al seno della mamma … Allora prese suo figlio tra le braccia e disse: Oh Maria Maddalena ora io so e credo davvero che sei stata proprio tu a darmi mio figlio, lo hai alimentato e tenuto in vita due anni su queste rocce ora ridonami sua madre e riportala così com’era a me. A queste parole la donna iniziò a respirare e prese vita … Giunsero in fretta a Marsiglia … e trovarono Maria Maddalena che pregava con i suoi discepoli … e le raccontò ciò che era accaduto … ricevette, così, il battesimo da S. Massimino. Distrussero i templi degli idoli a Marsiglia e costruirono le chiese di Gesù Cristo. S. Lazzaro fu scelto quale vescovo di quella città e dopo di ciò si trasferirono ad Aix … e lì S. Massimino fu ordinato vescovo … Egesippo con altri libri di Giuseppe, concordano abbastanza con la storia narrata … .Al tempo di Carlo Magno nell’anno di nostro signore 771, Gerard duca di Burgundia non aveva avuto figli da sua moglie sebbene avesse dato sempre elemosine e avesse costruito molte chiese e molti conventi. Dopo che ebbe costruito l’abbazia di Vesoul, egli e l’abate del convento spedirono un monaco per trovare e portare al convento, se possibile, le spoglie di Maria Maddalena. Quando giunse nella città la trovò distrutta dai pagani … Poi, per fortuna, trovò il sepolcro … quindi egli tornò … Presto il duca ebbe un figlio dalla moglie … Alcuni dicono che Maria Maddalena fosse sposata con San Giovanni quando Cristo lo chiamò dal matrimonio e quando egli fu chiamato via da lei ella si indignò per l’abbandono di suo marito e si diede ad ogni tipo di lussuria, ma poiché non era giusto che la chiamata di San Giovanni fosse occasione per lei di dannazione, nostro Signore la convertì …

Centro Studi S.M.Maddalena

https://sites.google.com/site/centrostudismmaddalena/home/maddalena-nella-leggenda-aurea

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: