Mirabilissimo100’s Weblog

novembre 30, 2019

LA CRISI IN GRECIA NEL 2015

Filed under: ATTUALITA', ECONOMIA, politica — Tag:, , , — mirabilissimo100 @ 8:49 am

LA CRISI GRECA  1 LUGLIO 2015

15.000 iscritti

ISCRIVITI
In questi giorni si parla solo della Grecia e di una sua possibile uscita dall’euro. Ma come si è arrivati a questo e cosa sta succedendo? Ve lo raccontiamo in 3 minuti! TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI Segui il nostro canale: http://www.youtube.com/accasfilm Seguici anche su Facebook: https://www.facebook.com/pages/Accasf… http://www.accasfilm.it

GRECIA: LA GENTE NON HA SOLDI PER CURARSI

Filed under: ATTUALITA', ECONOMIA, politica — Tag:, , , , , , — mirabilissimo100 @ 8:39 am

22.300 iscritti

27 maggio 2017
ISCRIVITI
l’80% della popolazione greca non ha accesso ad alcuna forma di assicuazione e, a causa della disoccupazione, e quindi non può permettersi medicine e trattamenti sanitari.

 

GRECIA: SENZA ENERGIA ELETTRICA PER MANCATO PAGAMENTO

Filed under: ATTUALITA', ECONOMIA, politica — Tag:, , , , , , , , — mirabilissimo100 @ 8:35 am

Tg2000 il Post:”Grecia: una crisi al buio” di Massimiliano Cochi

18 MAGGIO 2017

60.800 iscritti

ISCRIVITI
Continua il reportage dell’inviato Massimiliano Cochi che ci porta tra gli effetti più dolorosi della crisi in Grecia. Costretti a vivere, in molte case, senza luce.

 

ATENE: PARLA UN ITALIANO SULLA CRISI

Filed under: ATTUALITA', ECONOMIA, politica — Tag:, , , , , , , — mirabilissimo100 @ 8:27 am

10 agosto 2015

3230 iscritti

ISCRIVITI
A rischio l’assistenza sanitaria in Grecia Agostino ci parla dell’assistenza sanitaria in Grecia a rischio perchè con i tagli non tutti potranno permettersela. Non tutti potranno pagare l’assistenza sanitaria. Agostino parla di Syriza come alterntiva politca e possibilità di cambiamento. Syriza è la novità contro il vecchio regime. Non solo.Agostino parla di una guerra mediatica contro la Grecia per appoggiare L’Unione Europea in cui sarebbero coinvolti alcuni giornali italiani.

 

 

GRECIA IN MISERIA PER COLPA DEL MES: GLI OSPEDALI SENZA MEDICINE

Filed under: ATTUALITA', ECONOMIA, politica — Tag:, , , , , , — mirabilissimo100 @ 8:16 am

Risultati immagini per GRECIA GENTE POVERA PER STRADA

 
IT.INSIDEOVER.COM
 
24 MARZO 2017
 
GIOVANNI MASINI
 
Da Atene. La capo infermiera si accende una sigaretta dietro l’altra, torcendosi le mani coperte di tatuaggi. Ci prega di non rivelare il suo nome: «Altrimenti mi licenziano», spiega.
 
C’è molto da raccontare, all’interno dell’ospizio per anziani più grande di Atene, il Konsoleion. Dal 2007 il numero di infermieri è stato ridotto di due terzi e l’ultimo medico di guardia se ne è andato da tempo. Il personale che resiste, spiega la responsabile degli infermieri, lavora senza ricevere lo stipendio da sette anni.Nella Grecia prostrata dalla crisi economica, i servizi sociali di base sono sempre meno efficaci e le fasce più deboli della popolazione sono le prime a pagarne il prezzo. Il dottor Theodoros Ghiannaros, ex direttore sanitario dell’ospedale Elpis, racconta al Giornale che sempre più spesso i pazienti ricoverati nelle strutture pubbliche devono portarsi da casa le siringhe, i guanti sterili per i medici e perfino le coperte che gli ospedali non sono più in grado di garantire.Secondo l’European Center for disease prevention, il 10% dei pazienti è a rischio di contrarre infezioni fatali all’interno degli ospedali. Inoltre, al problema delle strutture fatiscenti e della mancanza di presìdi di base, si aggiunge quello della mancanza di personale: nell’ospedale Kratico Gennimatas di Atene, per citare uno dei casi più eclatanti, il 40% degli organici è vacante. Il risultato di anni di feroci politiche di austerità: dall’inizio della crisi la spesa pubblica è precipitata dal 9,9% al 4,7% del Pil e quella per la sanità è stata tagliata di quasi un terzo.Sempre più persone, escluse dall’accesso ai servizi sanitari, si rivolgono alle nuove cliniche gratuite per indigenti che spuntano come funghi grazie all’instancabile lavoro di volontari e operatori provenienti da tutta la Grecia e dal resto d’Europa.Ma il collasso del sistema sanitario è solo una delle tante facce della crisi greca. La repentina ritirata dello stato sociale, flagellato dagli scudisci della Troika, ha gettato per strada un numero in costante aumento di senzatetto. La percentuale di popolazione in stato di povertà assoluta è schizzata dal 2% al 15% in otto anni. Ad Atene, che pure rappresenta uno dei centri più ricchi del Paese, dal 2010 a oggi il numero dei senza fissa dimora è triplicato: in molti hanno perso la casa dopo essere stati licenziati da una delle tante società pubbliche, costrette a feroci tagli fra gli impiegati.Un numero ancora maggiore stenta a trovare un lavoro stabile e va a ingrossare le file dei tossicodipendenti: nei pressi del grande parco di Pedion Areos la droga più consumata è la sisa, la cosiddetta «droga della crisi». Un pericoloso mix di anfetamine e sostanze chimiche ottenuto principalmente dall’acido delle batterie, reperibile a basso costo e letale per la salute.L’esercito di zombie che di giorno e di notte inala la sisa attraverso piccole pipe di vetro è troppo debole anche per affollare le mense dei poveri e si trascina ciondolando per le strade intorno a piazza Omonia.A pochi isolati di distanza, nei pressi della stazione della metropolitana Viktoria, la Atene degli anni Duemiladieci svela un’altra delle sue tante piaghe. Per rendersene conto bisogna attendere le prime luci del crepuscolo, quando i giardinetti si affollano di adolescenti stranieri provenienti dal campo profughi installato all’ex aeroporto Hellinikon.Minorenni che hanno lasciato la famiglia nel proprio Paese d’origine e che ora si ritrovano bloccati in Grecia per effetto del regolamento di Dublino III, che impone ai migranti di presentare la domanda d’asilo nel primo Stato dell’Ue in cui si trovano a transitare. Così, dei 64mila attualmente bloccati nel Paese, alcuni tentano di fuoriuscire dal limbo in cui si sono trovati rinchiusi loro malgrado nel modo più atroce: vendendo il proprio corpo.
 
Non è raro, nei pressi di piazza Viktoria, osservare anziani uomini greci che adescano ragazzini mediorientali forzandoli a rapporti sessuali in cambio di pochi euro. Secondo l’assistente sociale Tassos Smetopoulos, fra i pochissimi a occuparsene, il giro di prostituzione minorile, che sopravvive indisturbato nell’inazione della polizia, coinvolgerebbe ormai migliaia di persone.La disperazione dei migranti, disposti a tutto pur di abbandonare la Grecia e proseguire il proprio viaggio della speranza verso l’Europa più ricca, alimenta un fiorente mercato nero di documenti falsi e traffico di uomini, da cui non è immune nemmeno l’Italia. Secondo le associazioni dei diritti umani attive nel Paese, alla periferia di Patrasso sarebbero già centinaia i migranti che aspettano solo la bella stagione per attraversare l’Adriatico e tentare la traversata verso le coste pugliesi.Nel frattempo, la vita nei campi profughi prosegue sempre uguale a se stessa, immutabile nell’assurdità imposta dalle leggi comunitarie. Le procedure per ottenere asilo politico possono richiedere anche un anno, proprio in un Paese che già fatica a garantire i servizi di base ai propri cittadini. Nel campo di Ritsona, in Eubea, ogni giorno i volontari della locale chiesa ortodossa ritirano gli avanzi di cibo per i poveri della zona. E a Salonicco sono i siriani stessi che girano di quartiere in quartiere per portare il pranzo ai senzatetto greci.
 
VEDI I VIDEO E CONTINUA NELLA PAGINA
https://it.insideover.com/economia/cittadini-greci-piu-poveri.html
 
———————————————————————————————————-
I VIDEO A YOUTUBE
 
GLI OSPEDALI SENZA MEDICINE
https://www.youtube.com/watch?time_continue=20&v=QBkKhiA-juE&feature=emb_logo
 
 
BIMBI CHE SI PROSTITUISCONO AD ATENE
 
https://www.youtube.com/watch?v=3XT02i-2qt4&feature=emb_logo

 

GRECIA: FILMATO DEL GENNAIO 2017 DIMOSTRA UNA GRANDE MISERIA TUTTA COLPA DEL MES

Filed under: ATTUALITA', ECONOMIA — Tag:, , , , , , , — mirabilissimo100 @ 7:57 am

7050 iscritti

ISCRIVITI
Nella Grecia della crisi, gli ospedali del Paese non sono più in grado di offrire i servizi sanitari di base. I pazienti devono portarsi disinfettanti e coperte da casa e il 10% dei ricoverati è a rischio di contrarre infezioni potenzialmente fatali. L’unica soluzione è rivolgersi alle strutture private, ma così i poveri vengono condannate a morte. Servizio a cura di Giovanni Masini, montaggio di Roberto di Matteo

GLI OSPEDALI GRECI SENZA MEDICINE

Nicola Porro: Le comiche finali tra Conte e Salvini (29 nov 2019)

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 5:33 am

00:00 Siamo alle comiche finali: il premier Conte querela il suo ex alleato Salvini per la questione del fondo salva-Stati. Per Repubblica tra Di Maio e Salvini c’è un ritorno di fiamma… 05:45 L’inchiesta sulla Fondazione Open di Matteo Renzi. La figuraccia di Travaglio che attacca Renzi sbagliando e si becca una querela dall’ex premier. 10:35 Il mito della sinistra economica e sociale Piketty durante la giornata mondiale contro la violenza sulle donne partecipa a una conferenza e una studentessa gli fa presente che dieci anni prima ha picchiato la moglie.  13:23 Trump è l’unico che si è mosso per i giovani di Hong Kong. 14:13 Le sardine hanno deciso di non venire nelle trasmissioni di Rete4. Ce ne faremo una ragione! 14:40 Tutti contro il diesel e poi abbiamo mille esuberi della Bosch. 16:20 Il libro meno recensito della storia Repubblicana Le tasse invisibili ha avuto la terza edizione. Grazie!

 

 

Salvini: “Grazie alla Lega gli Italiani sanno del Mes” (29.11.19)

Filed under: ATTUALITA', ECONOMIA, italia, politica — Tag:, , , , , , — mirabilissimo100 @ 5:30 am

31.500 iscritti

ISCRIVITI
https://www.pupia.tv – Salvini – Grazie alla Lega gli Italiani sanno del MES, che fino ad ora era un dibattito nascosto nelle segrete stanze dei palazzi tra Roma e Bruxelles. Adesso Conte dovrà spiegare. (29.11.19) #Salvini – Segui MATTEO SALVINI sulla Playlist: https://www.youtube.com/playlist?list…

“BASTA POPULISMO”, “PIÙ EUROPA”: ECCO LE RIVOLUZIONI CHE PIACCIONO AI PADRONI – Diego Fusaro

Filed under: ATTUALITA', italia, politica — Tag:, , , — mirabilissimo100 @ 5:25 am

33.500 iscritti

ISCRIVITI
ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7 Il vero carattere di un movimento traspare limpidamente dalle reazioni del potere. Quest’ultimo in caso di rivolte attacca mediatamente per poi farlo concretamente in seguito: tutti abbiamo memoria di come le giubbe gialle di Francia siano state denigrate. Vi sono però anche teorie e moti che non mettono in discussione il diagramma dei reali rapporti di forza e che, anzi, possono addirittura giovare alla sua conservazione. E’ quanto accaduto con la scandinava #Greta e con la teutonica #Carola ed è quello che sta accadendo in questi giorni con il movimento ittico delle #sardine. Basti ricordate cosa ne pensa la #Fornero, la stessa che ha fatto versare lacrime e sangue ai lavoratori per conto dei padroni dell’#UnioneEuropea. In una trasmissione televisiva la signora Fornero ha infatti salutato con un impeto di giubilo il movimento delle sardine. E’ chiaro come il sole perché le piacciano: si tratta di un movimento che in nome dell’antifascismo in assenza di fascismo dirotta l’attenzione rispetto al vero manganello del nostro tempo, ossia il libero mercato. Inoltre il movimento delle sardine è utile al potere perché induce a pensare che la sola via di emancipazione, ossia la sovranità nazionale e il populismo, sia sbagliata. #RadioAttività, la pillola del giorno con Diego #Fusaro

 

IL MES VIOLA OGNI PRINCIPIO DI DEMOCRAZIA, ECCO PERCHÉ – Valerio Malvezzi

Filed under: ATTUALITA', ECONOMIA, italia, politica — Tag:, , , , , , — mirabilissimo100 @ 5:20 am

33.500 iscritti

ISCRIVITI
ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7 Supponiamo per assurdo che il Mes sia una cosa sensata, che sia sensato prendere i nostri soldi per salvare gli altri paesi, o meglio, le loro banche; che sia sensato che non possiamo attingere a quel fondo qualora ne avessimo bisogno. Per farlo dovremmo infatti ristrutturare il nostro debito pubblico, cioè svalutarlo, rischiare il credito che – se avessimo titoli di #Stato – andrebbe perduto. Supponiamo per assurdo che questa follia abbia un senso. Ebbene nel merito, c’è comunque da contestare il fatto che tutto sia stato fatto in segreto, al di fuori dei parlamenti. E’ sostanzialmente dal ‘700 che noi abbiamo introdotto il sacrosanto principio della separazione dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario: il #Parlamento deve essere quindi informato di quel che fa il #Governo. Nessuno può essere al di sopra della legge, come invece accade per l’articolo 35 di questa riforma, che prevede l’immunità per quelli del #Mes, facendo in modo che nessuno di loro sia giudicato: questa cosa qua non ha precedenti storici, questa cosa qua viola ogni principio di democrazia dell’occidente, questa cosa qua è allucinante, eppure è realtà. Ecco perché la finanza sta governando l’economia, la politica e la morale. #MalvezziQuotidiani, comprendere l’Economia Umanistica con Valerio #Malvezzi

 

Older Posts »