Mirabilissimo100’s Weblog

luglio 5, 2020

AVV. MUSSO: ZAIA HA MODERATO I TONI. IL NUMERO PER L’ASSISTENZA LEGALE C0NTR0 IL TS0 E COME USARLO!

NUMERO PRONTO SOCCORSO LEGALE 06/56557436 SOLO PER CASI TSO E ABUSI COVID 19 CONDIVIDETE il video, ma NON RICARICATELO sui vostri canali. GRAZIE! SOSTIENI e mantieni in vita questo canale rivolto a fornire NOTIZIE NON DATE dai media mainstream e ad INDAGARE IN PROFONDITA’ a beneficio di TUTTI. DONA tramite PAY PAL o carta di credito: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr

 

 

DA ASCOLTARE AVV. MUSSO: ZAIA VUOLE IL TSO LO AVRÀ, IL SUO! Condividete a più non posso

114 iscritti

Come affrontare questi abusi di potere? Lo spiega l’Avv. Massimiliano Musso.

 

Veneto – Zaia furioso: “Lunedì ordinanza per inasprire restrizioni” (03.07.20)

 

103.000 iscritti

https://www.pupia.tv – Il governatore del Veneto Luca Zaia ha annunciato per lunedì una nuova ordinanza restrittiva “per inasprire le regole” sulla prevenzione del contagio del Covid. La decisione di Zaia arriva alla luce di assembramenti e “comportamenti sconsiderati di troppe persone” evidenziatisi in questi ultimi giorni. “Continuando di questo passo non dobbiamo porci la domanda se il virus tornerà in ottobre, perché l’abbiamo già qui” ha detto il governatore. “Ai comportamenti irresponsabili di qualcuno, si aggiungono gli altri che abbiamo conosciuto in queste ore”, ha sottolineato. “Sta accadendo quello che vi avevo preannunciato. Siamo passati da rischio basso a rischio elevato, l’R0 è risalito a 1,63. Eravamo a 0,43”, ha osservato. “Fosse per me, di fronte a certi comportamenti prevederei la carcerazione. E’ essenziale che a livello nazionale si prenda in mano il dossier, mettendo in fila le questioni con un Dpcm o con un provvedimento del ministro Speranza”. “La legge prevede una multa di 1.000 euro in caso di fuga dall’isolamento sanitario: mi sembra ridicolo – ha dichiarato Zaia -. E ritengo che sia fondamentale il ricovero coatto, così come è necessario essere severissimi con gli isolamenti sanitari. Io ho dato disposizioni ai Sisp di tolleranza zero e, se ci sono elementi, di procedere alla denuncia. Non possiamo permetterci la diffusione del virus per l’irresponsabilità di qualcuno. Quello che è accaduto, è gravissimo”. “Di tutto questo ne parlerò con Bonaccini in conferenza dei servizi, perché siamo i primi a sperimentare una vicenda del genere, inquietante”, ha aggiunto. “C’è un cittadino che torna il 25 di giugno da una trasferta di lavoro in Serbia insieme ad altre persone”, risulta “positivo al tampone” e “rifiuta il ricovero”. Per casi come questo, ha spiegato Zaia, “il ricovero deve essere coatto”. (03.07.20)

 

ZAIA: ” TSO A CHI RIFIUTA LE CURE”

 

il Kompagno Che sbaglia – Ottavio Herbstritt

3070 iscritti

DIEGO FUSARO: Gravissimo! Dopo Zaia, anche il ministro Speranza propone TSO per positivi al Covid-19

160.000 iscritti

Liberi di sapere e di far sapere. Sosteneteci qui: http://www.filosofico.net/sosteneteci

DIEGO FUSARO: Surreale! Salvini dà ragione a Zaia sul TSO per chi si oppone alle cure da Coronavirus

160.000 iscritti

 

DIEGO FUSARO: Sconvolgenti parole di Zaia! Carcerazioni, ricoveri coatti e misure inasprite. Sentite

160.000 iscritti

 

“TSO PER I POSITIVI”: L’ULTIMA DI ZAIA “THE GOVERNATOR” DA GOTHAM CITY – TG

Filed under: coronavirus covid-19, governo, italia, pandemia, politica — Tag:, , , — mirabilissimo100 @ 4:35 pm

469.000 iscritti

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, chiede un trattamento sanitario obbligatorio per i soggetti positivi al virus che però rifiutano le cure. Zaia si è detto molto irritato dopo l’incremento dei casi in regione, probabilmente per un focolaio nel Vicentino. Da settembre sarà obbligatorio per gli over 65 il vaccino influenzale, lo ha stabilito la Regione Lazio di Nicola Zingaretti. In questa direzione vanno anche la Lombardia e la Campania. In Lombardia, addirittura, l’obbligo è esteso anche agli insegnanti, indipendentemente dalla loro età. Contro questa decisione si sono mossi molti medici, associazioni e comuni cittadini proponendo una serie di ricorsi al Tar. Dopo una latitanza di molti mesi, il 2 luglio è stata arrestata nel New Hampshire, negli Stati Uniti, Ghislaine Maxwell, ex compagna e socia d’affari di Jeffrey Epstein, il finanziere statunitense arrestato per abusi sessuali e traffico internazionale di minorenni, morto in un carcere di New York in circostanze misteriose il 10 agosto 2019. Ghislaine Maxwell può così diventare il testimone chiave degli affari e degli scandali del multimiliardio americano. Nel servizio ricostruiamo in particolare i rapporti di Epstein con Bill Gates. A proposito di ritorno alla normalità, è crisi drammatica per quanto riguarda il settore turistico. Stando agli ultimi dati, una azienda su quattro non riaprirà. Si prevede inoltre un calo decisivo dei turisti stranieri. A Torino, un chitarrista e una cantante lirica, ogni domenica alle 5 di pomeriggio dal loro balcone di casa tengono un piccolo concerto, lo chiamano appunto “concertino da balconcino”. Non hanno mai ricevuto nessuna lamentela da parte dei vicini, stando alle dichiarazioni dei due, eppure sono sotto processo per disturbo della quiete pubblica. Un processo che non gli ha consentito, almeno in un primo momento, di partecipare ad un bando pubblico. Negli Emirati Arabi chi viola il lock down viene messo alla gogna sociale. Il Ministero della giustizia ha deciso di pubblicare i volti di coloro che trasgrediscono le regole del lock down. ____ ➡️Scarica le App per i cellulari e abbonati, o guarda i contenuti liberi: – Google PlayStore: https://play.google.com/store/apps/de…

– Apple App store: https://apps.apple.com/it/app/id15023.

ZAIA: TSO E ARRESTO PER I POSITIVI

Incredibili dichiarazioni di Zaia che arriva a chiedere il Tso e l’arresto per i positivi …
Sostieni il nostro lavoro con una donazione: https://www.informaltv.it/donazioni/

 

giugno 19, 2020

Tarro, Bacco e De Donno sovvertono la dittatura scientifica ► “Sveliamo errori e orrori del virus”

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7

ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/
“Canale Europa Tv”, piattaforma di televisione in streaming, ha ospitato tre voci di esperti fuori dal coro: Giulio #Tarro, Giuseppe #DeDonno e Pasquale #Bacco. I loro pareri, poco ascoltati dai media mainstream, sono state accolti dalla web tv nel corso di una conversazione pubblicata sulla pagina Facebook. (Clicca qui per l’intervista integrale). In questi mesi siamo stati sommersi da un flusso informativo sul #Coronavirus proveniente da tutti i mezzi a nostra disposizione. Eppure tra chi si trova dall’altre parte degli schermi di televisioni e telefonini sono parecchi a sostenere la presenza di un unico flusso narrativo. Ad apparire nelle pagine dei giornali e nei salotti televisivi sono in gran parte sempre gli stessi volti. Mentre le opinioni di medici e virologi che cercano di risalire il fiume controcorrente hanno trovato poco spazio. E’ proprio il caso del trio Tarro, De Donno, Bacco, autori di pensieri divergenti dai consessi tradizionali. E per questo, forse, ne hanno pagato le conseguenze. Origine e sviluppi del virus, terapia al plasma e immunità cellulare: questi alcuni dei nodi sciolti durante la videoconferenza. Tarro: “Raggi ultravioletti e immunità cellulare i prossimi passi nella lotta contro il virus” “Innazitutto ne approfitto per dire che l’#Oms ha appena dichiarato che l’asintomatico non è infettante. Ma questo già l’aveva detto fin dall’inizio la dott.ssa Maria Van Kerkhove quando si era messa a polemizzare con #Fauci. E poi credo che sia importante un aspetto che ci riguarda molto da vicino, il sole e i raggi ultravioletti. Circa 6-7 minuti vengono dati al virus per sopravvivere. Il prossimo passo viene invece dall’ #immunità e da questo miracolo della sieroterapia. Il tema fondamentale è che c’è un’immunità cellulare. L’immunità cellulare è quella che è stata dimostrata dagli amici di Singapore, soprattutto per quel che riguarda la prima #Sars. La prima Sars ha avuto un’immunità cellulare che rimane per 17 anni. L’altro aspetto importante è che abbiamo predisposta questa immunità cellulare con il beta Coronavirus degli animali. Già a gennaio io parlavo del famoso 3% degli agricoltori della Cina meridionale che avevano una risposta immunitaria nei riguardi del Coronavirus. C’era già la presenza sintomatica e asintomatica del #virus“. De Donno: “Se avessimo usato sin dall’inizio la #plasmaterapia avremmo evitato circa 3500 morti” “Abbiamo avviato a Mantova questo protocollo di ricerca, insieme ai colleghi di Pavia, portandolo avanti convincendo anche quella parte più critica dei nostri colleghi. Inizialmente non erano così convinti della nostra intuizione. Abbiamo iniziato ad arruolare i pazienti e questi stavano meglio. Essendo una strategia terapeutica a così basso costo e con scarsissimi effetti collaterali, la mia idea è che questo vada usato in prima linea. Molti di quelli che screditano questo tipo di trattamento, negli ultimi giorni hanno portato alla luce il lavoro che hanno fatto i cinesi e che è stato pubblicato su Jama il 3 giugno. In realtà quel lavoro ci dà ancora più ragione perché viene confermato tutto quello che noi diciamo. Ovvero che i pazienti trattati con #plasma convalescente vedono una riduzione del tempo medio di ricovero di almeno 5 giorni. Se avessimo usato il plasma di pazienti convalescenti in Italia dall’inizio dell’emergenza avremmo evitato circa 3500 #morti“. Bacco: “Uno studio angloamericano posiziona la comparsa del virus a fine settembre. Quando lo dicevamo noi…” “Noi abbiamo fatto 7038 visite, abbiamo fatto un calcolo semplice sul numero dei positivi e abbiamo detto che sicuramente questo virus è arrivato a fine settembre, inizio ottobre. L’abbiamo detto, siamo stati trattati non benissimo. Poi è di ieri uno studio americano e inglese che ha posizionato l’inizio del virus nello stesso periodo individuato da noi. E poi abbiamo fatto un’azione di laboratorio e detto che il virus fosse sensibile alla temperatura. Ma già a inizio marzo il professor Tarro aveva detto quanto sarebbe finita questa emergenza. Io ho sempre detto una cosa: un Paese che non dà voce ad un professore come Giulio Tarro si deve vergognare”. Tarro: “Plexiglas sui banchi di #scuola? Come si fa a pensare un fatto del genere!” “Già avevano previsto pannelli di #plexiglas non sotto l’ombrellone ma sopra i banchi di scuola. Come si fa a pensare ad un fatto del genere! A livello epidemiologico dobbiamo stare attenti, ma non possiamo sempre proiettare il bicchiere mezzo vuoto. Adesso sappiamo benissimo, grazie a Giuseppe De Donno che l’ha applicato subito in Italia, che esiste un salvavita ed è la sieroterapia”.

Older Posts »