Mirabilissimo100’s Weblog

febbraio 14, 2015

PREGHIAMO LA SANTA VERGINE MARIA

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 8:19 pm
PREGHIAMO LA BEATA SANTA VERGINE MARIA
 Ave Maria

Ave, o Maria,
piena di grazia,
il Signore è con Te.
Tu sei benedetta fra le donne
e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio,
prega per noi peccatori,
adesso e nell’ora della nostra morte.
Amen.

Salve Regina

Salve, Regina, madre di misericordia,
vita, dolcezza e speranza nostra, salve
A Te ricorriamo, noi esuli figli di Eva;
a Te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime.
Orsù dunque, avvocata nostra,
rivolgi a noi quegli occhi Tuoi misericordiosi.
E mostraci dopo questo esilio, Gesù,
il frutto benedetto del Tuo seno.
O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

 

Sia in me il Tuo Spirito

OMaria, la luce della tua fede
diradi le tenebre del mio spirito;

la tua profonda umiltà
si sostituisca al mio orgoglio;

la tua sublime contemplazione
ponga freno alle mie distrazioni;

la tua visione ininterrotta di Dio
riempia la mia mente della sua presenza;

l’incendio di carità del tuo cuore
dilati e infiammi il mio, così tiepido e freddo;

le tue virtù prendano il posto dei miei peccati;

i tuoi meriti siano il mio ornamento
presso il Signore.

Infine, carissima e diletta Madre,
fà, se è possibile,
che io non abbia altro spirito che il tuo
per conoscere Gesù Cristo e i suoi voleri;
che io non abbia altra anima che la tua
per lodare e glorificare il Signore;
che io non abbia altro cuore che il tuo
per amare Dio con puro
e ardente amore
come te.

Amen.

S. Luigi Maria Grignion di Montfort

 

Vergine tutta Santa

Vergine immacolata,
scelta tra tutte le donne
per donare al mondo il Salvatore,
serva fedele del mistero della Redenzione,
fà che sappiamo rispondere
alla chiamata di Gesù
e seguirlo sul cammino della vita
che conduce al Padre.

Vergine tutta santa,
strappaci dal peccato
trasforma i nostri cuori.

Regina degli apostoli,
rendici apostoli!

Fà che nelle tue sante mani
noi possiamo divenire strumenti docili
e attenti per la purificazione
e santificazione del nostro mondo peccatore.
Condividi con noi la preoccupazione
che grava sul tuo cuore di Madre,
e la tua viva speranza
che nessun uomo vada perduto.

Possa, o Madre di Dio,
tenerezza dello Spirito Santo,
la creazione intera celebrare con te
la lode della misericordia
e dell’amore infinito.

S. Massimiliano Kolbe

 

Accoglici, Madre

A te levo i miei occhi,
santa Madre di Dio.

Vorrei fare della mia casa
una casa nella quale Gesù sia presente,
come ha promesso
a quelli che si riuniscono nel suo nome.

Tu hai accolto il messaggio dell’Angelo
come un messaggio che viene da Dio,
e hai ricevuto, per la tua fede,
la grazia incomparabile
di accogliere in te Dio stesso.

Tu hai aperto ai pastori e ai Magi
la porta della tua casa
in modo che nessuno
si stupisse della sua povertà
o della sua ricchezza.

Sii tu, nella mia casa,
colei che accoglie.
Perchè quanti hanno bisogno di conforto
siano confortati;
quanti desiderano rendere grazie
possano farlo;
quanti cercano la pace
possano trovarla.
E possa ognuno ritornare
nella sua casa con la gioia
di avere incontrato Gesù,
Via, Verità e Vita.

J. Eyquem

 

Madre di misericordia

OMaria, nostra mediatrice,
in te il genere umano
ripone tutta la sua gioia.

Da te attende protezione.
In te solo trova il suo rifugio.

Ed ecco, anch’io
vengo a te con tutto il mio fervore,
perchè non ho coraggio
di avvicinarmi a tuo Figlio:
pertanto imploro la tua intercessione
per ottenere salvezza.

O tu che sei compassionevole,
o tu che sei la Madre
del Dio di misericordia,
abbi pietà di me.

S. Efrem Siro

 

Ricordati, o Vergine

Ricordati, o piissima Vergine Maria,
che non si è mai udito
che qualcuno sia ricorso alla tua protezione,
abbia implorato il tuo patrocinio
e domandato il tuo aiuto,
e sia rimasto abbandonato.

Sostenuto da questa fiducia,
mi rivolgo a te, Madre, Vergine delle vergini.
Vengo a te, con le lacrime agli occhi,
colpevole di tanti peccati,
mi prostro ai tuoi piedi e domando pietà.

Non disprezzare la mia supplica,
o Madre del verbo,
ma benigna ascoltami ed esaudiscimi.

Amen.

San Bernardo

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

https://sites.google.com/site/lesacrescritture/Home/preghiamo-la-beata-santa-vergine-maria

https://sites.google.com/site/lesacrescritture/

LA SANTA VERGINE MARIA PIENA DI GRAZIE SPIRITUALI

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 8:16 pm

 

LA SANTA VERGINE MARIA PIENA DI GRAZIE SPIRITUALI
*************************************************************************************************************************

La Santa Vergine Maria è la persona più santa del mondo dopo Gesù, suo Figlio che è Dio incarnato.

L’Altissimo per fare nascere suo Figlio doveva preparare una madre degna di questa opera,…

non era possibile affidare questa grande missione ad una donna qualsiasi.

Quindi l’Altissimo preparò questa donna ebrea, con tutte le doti spirituali, tutte le virtù, la rese davvero santa,

piena di sapienza, castissima, buonissima, dolcissima, umilissima. Questa donna doveva portare in grembo

il Figlio di Dio, e poi crescerlo e allevarlo, questo significava grande impegno e responsabilità.

Tutto questa verità ci viene trasmessa nel Vangelo di Luca.

****************************************************************************************************************

Luca 1: 26-38

1:26 Al sesto mese, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città di Galilea, chiamata Nazaret,
1:27 a una vergine fidanzata a un uomo chiamato Giuseppe, della casa di Davide; e il nome della vergine era Maria.
1:28 L’angelo, entrato da lei, disse: “Ti saluto, o favorita dalla grazia; il Signore è con te”.
1:29 Ella fu turbata a queste parole, e si domandava che cosa volesse dire un tale saluto.
1:30 L’angelo le disse: “Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio.
1:31 Ecco, tu concepirai e partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù.
1:32 Questi sarà grande e sarà chiamato Figlio dell’Altissimo, e il Signore Dio gli darà il trono di Davide, suo padre.
1:33 Egli regnerà sulla casa di Giacobbe in eterno, e il suo regno non avrà mai fine”.
1:34 Maria disse all’angelo: “Come avverrà questo, dal momento che non conosco uomo?”
1:35 L’angelo le rispose: “Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà dell’ombra sua; perciò, anche colui che nascerà sarà chiamato Santo, Figlio di Dio.
1:36 Ecco, Elisabetta, tua parente, ha concepito anche lei un figlio nella sua vecchiaia; e questo è il sesto mese, per lei, che era chiamata sterile;
1:37 poiché nessuna parola di Dio rimarrà inefficace”.
1:38 Maria disse: “Ecco, io sono la serva del Signore; mi sia fatto secondo la tua parola”. E l’angelo la lasciò.

*****************************************************************************

Vediamo che l’Angelo Gabriele saluta la fanciulla, definendola favorita dalla grazia, o piena di grazie secondo altre versioni;

(Versione Cei; 1: 28 Entrando da lei, disse: “Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te”. )

Poi Gabriele aggiunge che il Signore stesso è con lei, per indicarle che lei è protetta, amata, guidata dal Signore.

Vediamo che la fanciulla Maria rimase turbata sia dall’apparizione dell’Angelo Gabriele che dal suo saluto, da queste grandi

affermazioni, quindi Gabriele, subito la tranqullizza, dicendole: “Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio”,

quindi l’Angelo gli ripete che lei ha trovato grazia presso Dio, poi dopo queste parole rassicuranti, l’ Angelo aggiunge:

” Ecco, tu concepirai e partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù.
Questi sarà grande e sarà chiamato Figlio dell’Altissimo, e il Signore Dio gli darà il trono di Davide, suo padre.
Egli regnerà sulla casa di Giacobbe in eterno, e il suo regno non avrà mai fine”.

Ecco, Gabriele fa l’annuncio che lei sarà madre del Figlio dell’Altissimo, lo fa all’improvviso, ormai l’Altissimo, l’ha voluta,

per questa missione, è tutto deciso è stabililto dal Signore, Maria, non riesce a capire come questo può accadere, infatti

lei dichiara che è vergine, ed anche vuole restare tale: “Come avverrà questo, dal momento che non conosco uomo?”

Subito l’Angelo Gabriele le spiega questo grandissimo mistero: “Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell’Altissimo

ti coprirà dell’ombra sua; perciò, anche colui che nascerà sarà chiamato Santo, Figlio di Dio.
Ecco, Elisabetta, tua parente, ha concepito anche lei un figlio nella sua vecchiaia;

e questo è il sesto mese, per lei, che era chiamata sterile; poiché nessuna parola di Dio rimarrà inefficace”.

Maria capisce subito questo grande mistero, essendo, santa, sapiente, piena di grazie spirituali, comprende

che l’Altissimo manderà su di lei lo Spirito Santo, e la potenza dell’Altissimo la coprirà, facendo in lei questo miracolo,

quindi questo bambino non sarà un bambino qualsiasi, ma il Figlio di Dio stesso, poi viene a sapere anche della gravidanza

di Elisabetta ormai anziana, che è sempre stata sterile, ma anche lei ha ricevuto la grazia del Signore ad avere

un figlio, e come l’Angelo gli ha spiegato, la parola di Dio è impossibile che non si realizzi.

( La versione Cei 1:37 nulla è impossibile a Dio”.)

Davvero Maria è dotata di doni santi e spirituali, comprende subito il grande mistero della nascita del Figlio di Dio,

e crede tutto quello che l’Angelo Gabriele, il messaggero di Dio gli annuncia, quindi Maria crede a quest’annuncio,

e subito conferma la sua disponibilità ai piani di Dio e afferma piena di fede ed umiltà:

“Ecco, io sono la serva del Signore; mi sia fatto secondo la tua parola”.

**********************************************************************************

Maria ha dato il suo consenso, quindi accetta di diventare la madre del Figlio di Dio, e piena di fede e bontà,

vuole recarsi a trovare la sua parente Elisabetta, non solo per avere piena conferma delle parole dette da Gabriele,

ma anche per portare aiuto e conforto.

**************************************************************************************

Luca 1: 39-45
1:39 In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta nella regione montuosa, in una città di Giuda,
1:40 ed entrò in casa di Zaccaria e salutò Elisabetta.
1:41 Appena Elisabetta udì il saluto di Maria, il bambino le balzò nel grembo; ed Elisabetta fu piena di Spirito Santo,
1:42 e ad alta voce esclamò: “Benedetta sei tu fra le donne, e benedetto è il frutto del tuo seno!
1:43 Come mai mi è dato che la madre del mio Signore venga da me?
1:44 Poiché ecco, non appena la voce del tuo saluto mi è giunta agli orecchi, per la gioia il bambino mi è balzato nel grembo.
1:45 Beata è colei che ha creduto che quanto le è stato detto da parte del Signore avrà compimento”.

*****************************************************************************************

Maria appena vede la sua parente, riceve da lei un saluto davvero particolare :

“Benedetta sei tu fra le donne, e benedetto è il frutto del tuo seno!
Come mai mi è dato che la madre del mio Signore venga da me?
Poiché ecco, non appena la voce del tuo saluto mi è giunta agli orecchi, per la gioia il bambino mi è balzato nel grembo.
Beata è colei che ha creduto che quanto le è stato detto da parte del Signore avrà compimento”.
Quindi Maria, ha la conferma che effettivamente Elisabetta è in stato di gravidanza, e non solo,

è pure a conoscenza della gravidanza di Maria, e perfino Elisabetta è a conoscenza che il bambino di Maria

è il Signore, il suo Signore, non è finita qui, infatti Elisabetta loda Maria per aver creduto alle parole del Signore.

Questo avvenne per opera dello Spirito Santo che era sceso su Elisabetta, quindi lo Spirito Santo, aveva rivelato

tutto il mistero di Maria ad Elisabetta, che Maria sarebbe divenuta la madre del suo Signore, e che Maria

aveva creduto alle parole de Signore, alle cose che le erano state annunciate.

Maria, risponde al saluto di Elisabetta, con delle grandi affermazioni:

Luca 1: 46-56

1:45 Beata è colei che ha creduto che quanto le è stato detto da parte del Signore avrà compimento”.
1:46 E Maria disse: “L’anima mia magnifica il Signore,
1:47 e lo spirito mio esulta in Dio, mio Salvatore,
1:48 perché egli ha guardato alla bassezza della sua serva. Da ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata,
1:49 perché grandi cose mi ha fatte il Potente. Santo è il suo nome;
1:50 e la sua misericordia si estende di generazione in generazione su quelli che lo temono.
1:51 Egli ha operato potentemente con il suo braccio; ha disperso quelli che erano superbi nei pensieri del loro cuore;
1:52 ha detronizzato i potenti, e ha innalzato gli umili;
1:53 ha colmato di beni gli affamati, e ha rimandato a mani vuote i ricchi.
1:54 Ha soccorso Israele, suo servitore, ricordandosi della misericordia,
1:55 di cui aveva parlato ai nostri padri, verso Abraamo e verso la sua discendenza per sempre”.
1:56 Maria rimase con Elisabetta circa tre mesi; poi se ne tornò a casa sua.

*******************************************************************************

Vediamo che Maria è già in attesa del bambino, la vediamo piena di Spirito Santo,

e pronuncia grandi lodi verso l’Altissimo, e afferma che lei è una umile serva,

e il Signore ha fatto a lei grandi cose, e per queste grandi cose d’ora in poi tutte le generazioni

la chiameranno beata, parole profetiche, che si sono davvero avverate. Maria è una profetessa

piena di Spirito Santo, piena di sapienza e santità, come occorreva essere alla madre del Figlio di Dio.

Maria dimostra con le sue parole e la sua fede, di essere a conoscenza del grande mistero,

che Dio attraverso di lei mandava al mondo suo Figlio, che avrebbe regnato in eterno sul trono di Davide,

e sulla casa di Giacobbe.

*****************************************************************************

Per comprendere meglio aggiungiamo:

( Brano tradotto e pubblicato da Padre Angelo presso il sito Amici Domenicani)

Un brano di Padre Reginaldo Garrigou Lagrange, grande teologo domenicano della prima metà del XX secolo,

nella sua bella opera “La Mère du Sauveur”. (LA MADRE DEL SALVATORE)
In questo brano il grande teologo illustra la fede di Maria in quanto è ulteriormente perfezionata dai doni dello Spirito Santo.

*********************************************************************************

“La fede rischiarata dai doni dello Spirito Santo in Maria
Se si pensa alla perfezione naturale dell’anima della Santa Vergine, la più perfetta di tutte dopo quella del Salvatore, bisogna ammettere che la sua intelligenza naturale era già dotata di una grande penetrazione, di una non meno grande rettitudine, e che tutte queste virtù naturali non cessarono di svilupparsi nel corso della sua vita.
La sua fede infusa era a più forte ragione profondissima da parte dell’oggetto a motivo della rivelazione che le venne fatta fin dal giorno dell’Annunciazione dei Misteri dell’Incarnazione e della Redenzione, e a motivo della sua santa familiarità di tutti i giorni con il Verbo fatto carne. Soggettivamente la sua fede era inoltre fermissima, certissima, e prontissima nella sua adesione, perché queste qualità della fede infusa sono tanto più grandi quanto più la fede è elevata. Ora Maria ricevette la fede infusa più alta che mai sia esistita, bisogna dire altrettanto della sua speranza, perché Gesù, che ebbe la visione beatifica fin dal primo istante del suo concepimento, non aveva la fede né la speranza ma la piena luce e il possesso dei beni eterni che ci sono promessi.
Noi non sapremo dunque farci un’idea dell’elevazione della fede di Maria. All’Annunciazione, fin dal momento che la verità divina sul mistero dell’Incarnazione redentrice le è stata sufficientemente proposta, Lei vi ha creduto. Così santa Elisabetta le disse poco dopo (Lc 1,45): “E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto”. A Natale, ella vede il suo figlio nascere in una stalla, ed ella crede che Egli è il creatore dell’universo; ella vede tutta la fragilità del suo corpo di bambino, ed ella crede alla sua onnipotenza; quando Egli comincia a balbettare, Lei crede che è la saggezza stessa; quando deve fuggire con Lui davanti alla collera del re Erode, ella crede pertanto che Egli è il Re dei re, il Signore dei signori, come le dirà san Giovanni. Al giorno della Circoncisione e alla Presentazione al Tempio, la sua fede si apre sempre più sul mistero della Redenzione. Maria visse quaggiù in un chiaro scuro perpetuo, distinguendo nettamente le tenebre dal basso, che provengono dall’errore e dal male, e l’oscurità dell’alto, quella che sorpassa la luce divina accessibile sulla terra, e che fa presentire ciò che vi è di più elevato nei misteri divini che i beati contemplano allo scoperto del cielo.
Durante la Passione, quando gli apostoli, ad eccezione di Giovanni, si allontanano, Lei è ai piedi della croce, in piedi senza svenire; ella non cessa un istante di credere che il suo Figlio è veramente il Figlio di Dio, Dio stesso, che è, come ha detto il Precursore, “l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo”, colui che in apparenza vinto è invece il vincitore del demonio e del peccato e che in tre giorni sarà vincitore della morte a motivo della Sua Resurrezione, come aveva annunciato. Questo atto di fede di Maria al Calvario, in questa ora la più oscura, fu il più grande atto di fede che sia mai esistito: quello il cui oggetto era il più difficile: che Gesù avrebbe riportato la più grande vittoria a motivo della sua completa immolazione.
Questa fede era mirabilmente rischiarata a motivo dei doni dello Spirito Santo che Ella aveva in un grado proporzionato a quello della sua carità. Il dono dell’Intelletto Le faceva penetrare i misteri rivelati, il loro intimo significato, la loro convenienza, la loro armonia, le loro conseguenze; le faceva meglio vedere la loro credibilità; in particolare per i misteri ai quali ella partecipò più di qualsiasi altro, come quello del concepimento verginale del Cristo e dell’incarnazione del Figlio di Dio, e di conseguenza i misteri della Santissima Trinità e l’economia della Redenzione.
Il dono della Sapienza, sotto l’ispirazione dello Spirito Santo, le faceva giudicare le cose divine per quella simpatia o con naturalità che è fondata sulla carità. Ella conosceva così sperimentalmente come questi misteri corrispondono alle nostre aspirazioni più alte e ne suscitino sempre di nuove per completarle. Ella li gustava in proporzione della sua carità, che non cessò di ingrandire, della sua umiltà e della sua purezza. In Maria si realizzarono eminentemente le parole: “È agli umili che Dio dona la sua grazia”, “Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio”, essi li intravvedono già di quaggiù.
Il dono della Scienza, per un istinto speciale dello Spirito Santo, le faceva giudicare delle cose create, sia come simboli delle cose divine, nel modo in cui i cieli narrano la gloria di Dio, sia per vederne il vuoto, la fragilità e meglio apprezzare per contrasto la vita eterna” (pp. 132-135).

***************************************************************************************************

Padre Angelo aggiunge:

La Madonna, fin dal primo istante della sua esistenza, ebbe un grado eccellentissimo di santità e pertanto ebbe in grado altissimo le virtù teologali e i doni dello Spirito Santo.
Ciò significa che la Madonna aveva una capacità di penetrazione nella Parola di Dio che per noi è inimmaginabile, certamente superiore a quella dei teologi.
Per cui non solo fin dall’inizio fu edotta della divinità di Cristo, ma anche del mistero della SS. Trinità.
Certo, soprattutto per il mistero della SS. Trinità, non ne parlava come ne parlano i nostri teologi, né si poneva le loro questioni, ma questo mistero le era luminoso, evidentemente per quanto può essere rischiarato in questa vita.

Possiamo dire dunque con assoluta certezza che la Madonna, a motivo della sua pienezza di grazia, è stata la più grande teologa.
Non possedeva la scienza dei teologi, ma la scienza dei santi, e cioè la conoscenza che i santi hanno in cielo, una conoscenza proporzionata al loro grado di amore.
I grandi teologi parlano di questa scientia sanctorum (la scienza dei santi).

http://www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=3084

**************************************************************************************************
Analisi e Riflessione a cura di STUDIO BIBLICO

Bibbia Nuova Versione Riveduta

MONASTERO RUSSO CHE SI SPECCHIA NEL LAGO

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 8:12 pm

CHIESA RUSSA BELLA LAGO

CHIESETTA RUSSA SOTTO LA NEVE

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 8:10 pm

chiesa russa neve

ANCORA SIAMO IN INVERNO MA PRESTO VERRA’ LA PRIMAVERA!

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 8:08 pm

UCCELLINO CINCIA

BUONA DOMENICA DI CARNEVALE!

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 8:02 pm

BUONA DOMENICA   ROSE

AUGURI DI BUON SAN VALENTINO A TUTTI!

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 5:03 am

san_valentino-2[1]

febbraio 9, 2015

REGISTRAZIONE GRATUITA PER I MOTORI DI RICERCA

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 7:40 pm

http://www.net-parade.it/risorse/registrazione_motori/

febbraio 8, 2015

GLI USA ARMANO ANCORA L’ISIS?

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 11:14 pm

Syria-Press وكالة الا نباء السوريه II

7 02 2014

USA ARMANO ISIS

Hezbollah iracheno colpisce un elicottero USA che forniva armi all’Isis

——————————————————————————————

Il Movimento di Resistenza Islamica (Hezbollah) in Iraq, ha riferito che un elicottero statunitense è stato colpito mentre forniva armi al gruppo terroristico Isis, Daesh in arabo, nella città irachena di Fallujah, nella provincia di Al Anbar.

«Un elicottero americano è stato colpito in uno stadio a Falluja, controllato dall’Isis, che forniva supporto di armi agli estremisti”, ha annunciato in un comunicato Hezbollah

“Proprio in questo momento, i combattenti di Hezbollah hanno sparato razzi Katyusha 107 millimetri contro l’unità degli Stati Uniti, uno dei razzi ha colpito l’elicottero e gli ha causato danni”, si legge nella nota.

Dopo aver ricevuto i colpi, l’elicottero americano è riuscito a fuggire dalla, costretto a non compiere la missione contro il governo del primo ministro iracheno Haidar al-Abadi, ha sottolineato Hezbollah.

In precedenza il vice segretario generale di Hezbollah in Iraq, Hussein al-Ramahi, ha anche riferito che “gli aerei americani hanno spesso inviato armi all’Isis nelle regioni sotto il controllo del gruppo sostenendo che non è una misura premeditato, ma che tutto accade per caso”.

Egli ha anche affermato che se gli Stati Uniti smettono di sostenere l’Isis, questo gruppo sarà sradicaoa entro un mese.

Negli ultimi mesi in diverse occasioni e mezzi di comunicazione ufficiali siriani e iracheni hanno rivelato e ha condannato il sostegno degli Stati Uniti, al Daesh, autore delle stragi e delle violenze nella regione.

Fonte:

HispanTV

UCRAINA: LA NATO SEMPRE PIU’ COINVOLTA

Filed under: Senza Categoria — mirabilissimo100 @ 11:00 pm

La NATO è sempre più coinvolta nel conflitto in Ucraina

Controinformazione.info   7  02 2015

I  paesi, che sono i  componenti della parte nord dell’Alleanza Atlantica, si coinvolgono in modo evidente nel conflitto in corso nel sud est dell’Ucraina, nonostante le dichiarazioni in senso opposto dei loro dirigenti, questo quanto ritiene il direttore del Centro di Ricerche Socio Politiche e capo del Dipartimento dell’Istituto della CEI, Vladimir Evseev.
In un comunicato finale dei ministri della Difesa dei paesi che fanno parte dell’Alleanza, si manifesta che la NATO ha deciso di istituire, senza dilazioni, sei sub unità di comando e controllo in Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Bulgaria e Romania.
Si specifica che dette sub unità “garantiranno una rapida localizzazione delle forze alleate nella regione, permetteranno di pianificare la sicurezza collettiva e partecipare nel coordinamento delle manovre”.

Nell’attualità, Washington dibatte attivamente l’ampliamento dell’aiuto militare all’Ucraina e la possibilità di fornire armi letali alla nazione slava. A favore di queste forniture si sono pronunciati il candidato a ministro della Difesa Ashton Carter, un gruppo di senatori capeggiati da John McCain e vari alti funzionari dell’attuale Amministrazione.
Per il momento la Casa Bianca prende distanza da queste dichiarazioni, nell’ammettere che le forniture di armi potrebbero condurre a nuovi spargimenti di sangue nell’est dell’Ucraina, tuttavia senza scartare la possibilità dell’invio di armamenti in un prossimo futuro.

Mosca sta mettendo sull’avviso la Casa Bianca rispetto ai piani di fornitura di armi e di materiale bellico all’Ucraina, includendo quelli che provengono dall’Afghanistan, ha dichiarato il Giovedì il rappresentante ufficiale del Ministero delle relazioni Esterne della Russia, Alexander Lukashevich.

In precedenza, il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha dichiarato che l’Alleanza non deve occuparsi del problema della possibile fornitura di armi all’Ucraina.

“I polacchi forniscono armamento all’Ucraina non per ragioni di beneficenza, questo risponde ad impegni già stabiliti”, ha dichiarato Evseev ,questo venerdì, nel corso di una tavola rotonda celebrata in Rossiya Segodnya.
Secondo lo specialista, “i polacchi si vanno disfacendo progressivamente  dell’armamento sovietico, gli Stati Uniti gli offrono equipaggiamenti moderni; anche la Repubblica Cheka partecipa, inviando blindati.”

La NATO programma di raddoppiare il numero delle Forze di risposta rapida

Oltre a questo tipo di equipaggiamenti militari, ci sono anche tanti pezzi di artiglieria consegnati alle forze ucraine, quelli che in seguito hanno sparato contro la città di Donetsk; “Si allude all’utilizzo dei calibri utilizzati precisamente dalla NATO”, ha indicato Evseev.

Lo specialista  ha constatato il fatto che esiste una presenza in Ucraina di rappresentanti di diversi paesi, e non solo come mercenari.
Si è ricordato che la Rada Suprema prese la decisione di creare una Brigata ucraina-lituana-polacca. “Cosa che significa che, nonostante le dichiarazioni del segretario generale della NATO, questa organizzazione si sta coinvolgendo con sempre più evidenza nel conflitto in Ucraina”, ha aggiunto lo specialista.

Secondo l’esperto militare Victor Miasnikov, “già da tempo si annunciava di voler costituire questa Brigata”. “Si presupponeva che avrebbe dovuto essere una unità di pacificazione che avrebbe curato gli addestramenti nei paesi nel territorio dei tre paesi partecipanti. In questo modo invece si cerca di accerchiare l’ Ucraina e coinvolgere la NATO”,
L’esperto ha indicato anche che al momento risulta difficile prevedere quanto tempo occorrerà per la creazione di questa Brigata ma “questo permetterebbe ai paesi componenti della NATO di ubicare propri contingenti in Ucraina”.
“Aumenteranno i rischi, perchè in questo modo Lituania e Polonia possono finire coinvolgendosi direttamente on azioni belliche reali, senza scartare la possibilità che si verifichino delle “provocazioni”, cosa che non costa niente nel farlo in Ucraina”.

“Si tratterebbe di costruire un attacco alla Brigata  con la morte di militari stranieri e di conseguenza, la partecipazione di forze dei paesi della NATO in azioni di risposta ai supposti attacchi” -Questo quanto detto dallo specialista.

Armi alla deriva

Nella opinione di Evseev, attualmente neppure si discute sulla fornitura di armi dagli USA all’Ucraina: “Soltanto si discute del volume degli invii. Si tratta, approssimativamente, di migliaia di milioni di dollari”.
Il direttore del Centro di Ricerche Socio Politiche ha espresso i suoi dubbi circa il fatto che gli americani decidano si inviare equipaggiamento militare come carri armati o aerei.

“In generale parliamo di un aiuto significativo. Tuttavia vorrei segnalare che l’equilibrio delle forze non cambierà se non sarà sostenuto, in modo obbligatorio, e parte dell’armamento nordamericano arriverà in Ucraina. Possiamo soltanto indovinare quale uso si farà poi di questo”, ha aggiunto Evseev.  Lo specialista è convinto che, in questo momento, esiste una giacenza di troppi armamenti nordamericani in Ucraina. “Se l’Europa assieme agli USA inizia a “bombardare” di armi l’Ucraina, non è sicuro che queste si impugneranno contro la Russia, ma una parte di queste si dirigerà verso la stessa Europa”.
“Questo avrà come conseguenza, non soltanto il rafforzamento della criminalità ma potrebbe anche condurre ad azioni di terrorismo”, ha concluso lo specialista.

Fonte: Sputinik News

Traduzione: Luciano Lago
http://www.controinformazione.info/la-nato-e-sempre-piu-coinvolta-nel-conflitto-in-ucraina/#more-9157
Older Posts »

The WordPress Classic Theme. Blog su WordPress.com.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 26 follower