Mirabilissimo100’s Weblog

settembre 29, 2012

USA: MADRE UCCIDE I SUOI BAMBINI E POI SI IMPICCA AL VENTILATORE

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , , — mirabilissimo100 @ 10:12 pm
LEGGO.IT

USA, UCCIDE I SUOI BAMBINI E SI IMPICCA AL VENTILATORE: “AVEVA PROBLEMI DI SOLDI” 

Domenica 23 Settembre 2012 – 14:55

CLEARWATER – Avrebbe ucciso i suoi bambini per poi impiccarsi con un cavo elettrico al ventilatore del soffitto. Questa la dinamica dell’apparente omicidio-suicidio scoperto sabato mattina vicino Clearwater, in Florida.

Dawn Brown, questo il nome della donna, aveva avuto problemi economici e stava affrontando una causa per frode ai danni dello Stato. Era sposata da otto anni con Murphy Brown, ed è stato proprio il marito a ritrovare i corpi della moglie e dei suoi due bambini Zander, di 9 anni, e Zayden, di 5 al rientro da un pub nella notte tra venerdì e sabato.  

Secondo la NBC News, una chiamata di assistenza è arrivata alle 2 del mattino da quella zona, ma non c’è stato alcun intervento, e un vicino di casa ha rivelato di aver ricevuto un messaggio con una richiesta d’aiuto da casa dei Brown ma non l’avrebbe letto fino alle 6. Intanto le indagini sono ancora in corso e non è stato rivelato in che modo siano stati uccisi i bambini, anche se alcuni vicini di casa sostengono che siano stati annegati nella vasca da bagno.
http://www.leggo.it/news/mondo/usa_uccide_i_suoi_bambini_e_si_impicca_al_ventilatore_aveva_problemi_di_soldi_/notizie/195309.shtml

Annunci

maggio 23, 2009

Si impicca Lucy Gordon, l’attrice di Spiderman

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , — mirabilissimo100 @ 12:30 am
 
 
 
 

il Giornale.it
n. 123 del 2009-05-22 pagina 35

Si impicca Lucy Gordon, l’attrice di Spiderman
di Redazione

A 29 anni si è tolta la vita, aveva appena finito di recitare la parte di Jane Birkin in “Giansbourg”

 

Cannes – È stato il suo compagno a trovarla impiccata nel loro appartamento parigino di Rue des Petites Ecuries, cuore del X arrondissement di Parigi. Proprio oggi Lucy Gordon avrebbe compiuto 29 anni.

In Bambole russe di Cédric Klapisch, Lucy Gordon incarnava la tentazione dell’eroe: un’indossatrice bella, magnificamente bella, di cui seguivamo l’ossessivo ancheggiare. L’eroe era affascinato dalla linea delle gambe e dai tacchi a spillo, che incedevano in una via di Mosca, con la fragile regolarità d’un metronomo. Avevamo visto Lucy Gordon anche in uno dei maggiori successi del 2007, Spiderman 3 di Sam Raimi, regista che proprio ieri era a Cannes per presentare il suo ultimo film, una storia di orrore intitolata Drag Me to Hell, presentata fuori concorso al Festival. Infine Lucy Gordon aveva girato a Parigi solo il mese scorso, per il regista Joan Sfarr, Gainsbourg, il film biografico sul cantautore Serge Gainsbourg: impersonava Jane Birkin. Serge e Jane sono rispettivamente padre e madre di Charlotte, protagonista di Antichrist di Lars von Trier, tre giorni fa in concorso al Festival…

Denso di promesse per questa giovane inglese di Oxford che aveva già recitato in una decina di film tra i quali Profumo e Brevi interviste con uomini schifosi, tratto da un libro di racconti di David Foster Wallace, suicidatosi per impiccagione alcuni mesi fa, l’avvenire di Lucy Gordon s’è invece chiuso tragicamente ancora prima che si chiudesse il Festival. In preda al panico, il suo compagno si sarebbe precipitato da un negoziante, chiedendo aiuto. Invano. Al loro arrivo, i soccorritori hanno solo potuto constatare la morte di questa ragazza dal grande futuro.

Un testimone ha raccontato che Lucy aveva litigato col suo amico la sera prima della morte, ma sarebbe stata solo una banale lite fra innamorati. Conoscenti aggiungono che lei era molto addolorata per la morte di un amico britannico. I vicini, infine, mormorano che ancora lunedì lei aveva preso un caffè sotto casa e che sembrava perfettamente serena.

Suicidio? Lo confermeranno probabilmente l’autopsia e l’inchiesta. Intanto la triste notizia ha velato il sole di Cannes per Sam Raimi e per la troupe di Gainsbourg. Joann Sfarr ha detto: «La sua riuscita deve molto alla gentilezza e alla generosità di Lucy. Siamo devastati».

 


© SOCIETÀ EUROPEA DI EDIZIONI SPA – Via G. Negri 4 – 20123 Milano
 

maggio 19, 2009

A 9 ANNI IMPICCA UN CANE

Filed under: Senza Categoria — Tag:, , , — mirabilissimo100 @ 1:40 pm

A 9 ANNI IMPICCA UN CANE
FERMATO DAI CARABINIERI
“NON HA MOSTRATO DOLORE”

 
Sono tre i ragazzini identificati e segnalati alla procura dei minori di Palermo per aver seviziato ed ucciso, impiccandolo alla maniglia di un portone, lo scorso 10 maggio, un cane di razza yorkshire. Ai tre i carabinieri sono arrivati dopo aver visionato le telecamere installate da parte del Comune sulla villa comunale di Canicattì. Dalle registrazioni video è emerso che ad uccidere il cane è stato un bambino di 9 anni che si è fatto filmare con un telefono cellulare dai due complici di 13 e 15 anni.
Il bambino di 9 anni frequenta la quarta classe della scuola elementare di Canicattì. Il piccolo, che non è imputabile, durante l’interrogatorio dei carabinieri non avrebbe dimostrato alcun rammarico per quanto fatto e si sarebbe limitato a parlare di un «gioco». I suoi amici dopo avere registrato la scena col telefono cellulare avrebbero voluto mettere il filmato in rete. A chiamare i carabinieri, il 10 maggio, dopo aver assistito all’impiccagione fu un altro ragazzino che faceva parte del gruppo e che però non volle partecipare all’uccisione del cane. «Occorre una forte presa di posizione da parte delle autorità giudiziarie minorili, ma anche della scuola – dice Lorenzo Croce presidente nazionale dell’associazione italiana difesa animali e ambiente – per mettere un freno a questi atti di violenza compiuti da bande di bambini che non possono restare impuniti». «Il caso di Agrigento è un caso limite – continua Croce – ci domandiamo come mai un bambino anzichè essere a scuola sia in giro ad impiccare cani alla maniglia di una porta davanti alla villa comunale».
 
 

18/5/2009
 
 

Impiccano un cane a una maniglia

Agrigento, video incastra tre ragazzini

 

Hanno seviziato e ucciso, impiccandolo alla maniglia di un portone, un cane yorkshire. I tre minorenni di 9, 13 e 15 anni, tuttavia non si sono accorti di essere stati ripresi dalle telecamere installate sulla villa comunale di Canicattì (Agrigento). Così i carabinieri li hanno identificati e segnalati alla procura dei minori. Dal video è emerso che ad uccidere il cane è stato il più piccolo che si è fatto filmare con un telefonino dagli altri.

 

Il cagnolino era stato impiccato il 10 maggio in viale della Vittoria, proprio dove recentemente il Comune ha fatto installare alcune telecamere di sicurezza. Per tutti i bambini, identificati grazie alle immagini, è scattata la segnalazione alla Procura dei Minori che adotterà le misure del caso anche in considerazione del fatto che si tratta di soggetti non punibili.

Il bambino di 9 anni frequenta la quarta classe della scuola elementare di Canicattì. Il piccolo, che non è imputabile, durante l’interrogatorio dei carabinieri non ha dimostrato alcun rammarico per il gesto, e si è limitato a parlare di un “gioco”. I suoi amici dopo avere registrato la scena col telefono cellulare avrebbero voluto mettere il filmato in rete: a chiamare i carabinieri, dopo aver assistito all’impiccagione, è stato un altro ragazzino che faceva parte del gruppo ma che non volle partecipare all’uccisione del cane.

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo449977.shtml