Mirabilissimo100’s Weblog

dicembre 15, 2019

LA PRIMA TENTAZIONE DI CRISTO: FILM BRASILIANO CHE OLTRAGGIA CON ORRIBILE BLASFEMIA DEMENZIALE IL SIGNORE GESU’ FACENDONE UN GAY FIDANZATO

 

IL FILM ” A PRIMEIRA TENTAÇÃO DE CRISTO” E’ BLASFEMO DA VIETARE A TUTTI PER RISPETTO DELLA FEDE CRISTIANA!

 
 
NELLA FOTO DEL FILM  ” A PRIMEIRA TENTAÇÃO DE CRISTO”  DIO MARIA  E GESU’

IN QUESTA FOTO DEL FILM ” A PRIMEIRA TENTAÇÃO DE CRISTO”    GESU’ E IL FIDANZATO ORLANDO

******************************************************************************
PUNTUALE OGNI ANNO A NATALE SPUNTA QUALCHE FILM BLASFEMO CONTRO GESU’
MOLTA GENTE TANTO ODIA GESU’ BAMBINO CHE A NATALE SI VUOLE DIVERTIRE VEDENDO FILM BLASFEMI CONTRO GESU’
IL NATALE ORMAI E’ UNA FESTA CONSUMISTA SVUOTATA DAL SUO VERO SIGNIFICATO CRISTIANO TANTO CHE SI PRODUCONO
E DIFFONDONO PURE FILM BLASFEMI E DISSACRANTI PER DIVERTIRSI!
 
*********************************************************************************
QUEST’ANNO IL 3 DICEMBRE E’ USCITO IN BRASILE IL FILM LUNGOMETRAGGIO ” A PRIMEIRA TENTAÇÃO DE CRISTO”
 
Regista Rodrigo Van Der Put
Prodotto da Portas dos Fundos
 
Genere Commedia comica
 
Viene trasmesso nella rete streaming Netflix
 
Attori: Gregório Duvivier Gesù Cristo, Antonio Tabet Dio
 
Fábio Porchat Orlando il fidanzato
 
Evelyn Castro Maria la madre di Gesù
 
Rafael Portogallo Giuseppe
 
Robson Nunes Baldassare , Joao Vicente de Castro Melchiorre, ed Estevam Nabote Gaspare
 
LA PRESENTAZIONE DELLA NETFLIX
 
Quando Gesù compie trent’anni, si presenta in famiglia con un ospite a sorpresa.
 Un’edizione natalizia così stramba deve essere per forza di Porta dos Fundos.
Il film Speciale di Natale di Porta dos Fundos: La prima tentazione di Cristo è un Netflix Original ed è stato pubblicato nel 2019 e dura 46 minuti. 
Vietato ai minori di 14 anni Speciale di Natale di Porta dos Fundos: La prima tentazione di Cristo è disponibile su Netflix in qualità Ultra HD / 4K, 
sempre che tu abbia l’abbonamento Netflix corretto. Questo film è Irriverente.
 
********************************************************************************
TRAMA
LA NARRAZIONE EVANGELICA E’ TOTALMENTE DISSACRATA DA BLASFEME FALSITA’ IN VESTE COMICA
ECCO ALCUNI PUNTI PER FAR CAPIRE QUANTO ODIO C’E’ VERSO GESU’ E DIO MARIA GIUSEPPE E GLI APOSTOLI
 
Dio è un seduttore di vergini e fa sesso con Maria, Giuseppe un falegname sciocco accetta le corna,
Maria è una prostituta che fuma anche.
I Re magi sono dei matti in viaggio seguendo la stella del Nord e arrivano a destinazione da Gesù mentre festeggia il trentesimo compleanno.
Maria e Giuseppe attendono Gesù che ritorna dal deserto,e viene festeggiato il suo trentesimo compleanno.
Gesù arriva insieme al suo fidanzato Orlando un ragazzo gay. Maria Giuseppe svelano a Gesù chi è il suo vero padre Dio.
Maria Giuseppe e Dio cercano di dissuadere Gesù ad essere gay, e Dio cerca di avviarlo alla sua missione.
Gesù invece non vuole la missione perché occorre troppa responsabilità, e vuole dedicarsi al suo fidanzato Orlando.
I dodici apostoli sono degli ubriaconi.
IL RACCONTO
Gesù sia stato ritratto come un ragazzo omosessuale e totalmente disinteressato a diffondere la parola di Dio.
Dopo aver trascorso 40 giorni nel deserto, infatti, Gesù torna a casa. Ad attenderlo ci sono Maria e Giuseppe che hanno organizzato una festa per lui.
I genitori hanno un’importante rivelazione da fargli. Gli dicono, infatti, che è stato adottato da Giuseppe e che il suo vero padre è Dio.
Anche Gesù, però, ha qualcosa da dire ai genitori. È gay ed è fidanzato con lo spumeggiante Orlando. Inoltre, non ha alcuna intenzione di adempiere
alla missione affidatagli da Dio, ossia quella di diffondere la sua parola nel mondo. Preferisce starsene alla larga da eccessive responsabilità.
 
*******************************************************************************
LE PROTESTE DEI CRISTIANI
 
I cristiani si sono offesi per tanta blasfemia. Sono tanti, infatti, i cristiani che in queste ore ne stanno chiedendo la rimozione perché è blasfemo e irrispettoso della religione cristiana.
La pellicola è prodotta dagli irriverenti Porta Dos Fundos, i cui video ironici su YouTube sono seguitissimi in Brasile.
La pellicola ha causato accese polemiche. I cristiani che hanno assistito al film, uscito il 3 dicembre come speciale di Natale su Netflix Brasile, hanno espresso il loro disappunto nel vedere dileggiata la loro tradizione religiosa. La petizione presentata su Change.org ha superato
1 milione e 300 mila firme. Sul sito, si legge: “Contro il film di Natale ‘A Primeira Tentação de Cristo’, per la rimozione del film dal catalogo di Netflix
e perché i Porta Dos Fundos vengano ritenuti responsabili del reato di vilipendio della fede”. Infine, si richiede un intervento pubblico “per avere offeso gravemente i cristiani”. La petizione è stata rilanciata su Twitter anche da Eduardo Bolsonaro, figlio dell’attuale Presidente del Brasile.
Il politico si è unito alla protesta: “È vilipendio della fede”. Tra petizioni con milioni di firme e polemiche, quindi è intervenuto anche Eduardo Bolsonaro figlio del Presidente del Brasile.
Eduardo Bolsonaro: “Netflix ha lanciato uno speciale di Natale in cui Gesù è gay e ha una relazione con Orlando, interpretato da Fabio Porchat. Inoltre,
si rifiuta di predicare la parola di Dio. Siamo a favore della libertà di espressione, ma perché attaccare la fede dell’86% della popolazione?”.
Su Twitter il deputato Julio Cesare Riberiro annuncia indignato: “Oggi cancello il mio abbonamento a Netlifx, perché in questo film nostro signore Gesù viene mostrato come omosessuale.
In più i discepoli sembrano degli ubriaconi. È inammissibile! È una presa in giro verso i cattolici e gli evangelici”.
Gli fa eco Joel Teodoro, pastore collaboratore della Catedral presbiteriana di Rio de Janeiro, che ordina alla propria comunità: “Dite addio a Netflix!”.
Il vescovo Carlos Alves ha invitato i 6.000 follower della sua pagina Instagram a boicottare la pellicola definendola “Spazzatura che manca di rispetto
non solo ai fedeli ma anche a Dio”.
 
La petizione per cancellare il film chiede una firma “Per la rimozione dal catalogo Netflix e contro i Porta Dos Fundos, ritenuti responsabili del crimine
di cattiva fede. Vogliamo anche la ritrattazione pubblica, poiché hanno offeso seriamente i cristiani”
La Coalizione The Gospel Coalition (Tgc) ha promesso di raccogliere fino a un milione di firme, durante le assemblee di culto che si terranno nei
prossimi giorni in tutto il Paese.
Il movimento evangelico neoriformato si è diffuso sempre di più in Brasile, dove gode di un potente sistema mediatico che include RecordTv.
La seconda rete televisiva brasiliana
è di proprietà di Emir Macedo, fondatore della Igreja Universal do Reino de Deus, una delle comunità neo-pentecostali più potenti al mondo con oltre 6.000.000 di fedeli in 127 Paesi”.
 
Il 3 dicembre, Netflix ha presentato in anteprima il film nel backstage “La prima tentazione di Cristo”, presentato come uno speciale di Natale.
L’uscita del film ha suscitato diverse reazioni cristiane, incoraggiando la cancellazione dell’abbonamento di Netflix come dimostrazione contro l’opera.
 
LA VOCE DELLA CHIESA CATTOLICA
Sabato scorso, Dom Henrique Soares da Costa ha aggiunto a questo appello una pubblicazione sui suoi social network,
intitolata “No Netflix: un regalo semplice
e bello per Dio nato dalla Vergine”.
Il vescovo di Palmares (PE), Don Enrico Soares da Costa, ha respinto il film di Natale pubblicato da Netflix, “beffardo ed estremamente irrispettoso”
contro la fede Cristiana, e ha esortato i fedeli a cancellare la loro iscrizione alla piattaforma di streaming “, come un dono
a Nostro Signore”.
Nel suo testo, il prelato si lamenta che, “nel mezzo della preparazione per il Natale del Signore, Netflix ha schiaffeggiato
il volto di tutti i cristiani; sputando in faccia, deridendo la nostra fede. “
Don Enrico Vescovo  Soares da Costa di Palmares ha dichiarato di essere un abbonato alla piattaforma di streaming,
ma “questa settimana ho annullato il mio abbonamento”. “Ho dovuto annullarlo! Era il minimo che potesse fare!
L’ho deviato e mi sono sentito felice, contento, come uno che rende omaggio a qualcuno molto amato! ”, Ha detto.
Secondo lui, ” Netflix certamente istigato dalla forza demoniaca che ha ispirato così tanti cuori e menti in questi tempi di neopaganesimo”, e Netflix ha offerto quest’anno come “speciale di Natale” un film blasfemo, volgare e irrispettoso verso
il nostro Dio e il Signore Gesù Cristo, sarcastico con la fede di tutti i cristiani “.
Come ha sottolineato il Vescovo di Palmares, di fronte a un “film beffardo ed estremamente irrispettoso con qualcuno che ami”, forse “l’ideale” sarebbe quello di promuovere una “causa legale”. “Ma con la scusa della libertà di parola, è permessa tutta la spazzatura, tutto il sarcasmo per la fede degli altri è lodato, qualsiasi cosa che rompe ed erode le basi della nostra cultura
e società è reputata progresso e progresso.”
“Cosa dobbiamo fare se crediamo veramente nel Signore Gesù Cristo, se Lo amiamo, se Lo confessiamo come vero Dio fatto
vero uomo?
Una cosa: colpire queste persone in ciò che conta davvero per loro: la tasca! Sì, perché il dio di questa classe è il denaro “,
ha detto.
In questo senso, “come vescovo della Chiesa ” , il vescovo Enrico ha esortato “di cuore ai cristiani: questo Natale proclama
il tuo amore, la tua fede, il tuo rispetto per Nostro Signore Gesù Cristo; mostra che il tuo amore per Lui è reale e attivo: annulla l’iscrizione a Netflix e lì, nello spazio riservato ai commenti, spiega perché: ‘mancanza di rispetto per Gesù Cristo’, ‘mancanza
di rispetto per il cristianesimo’ ”.
“Questa cancellazione è una prova interessante di come Cristo è o non è veramente importante nella tua vita !”
E anche a coloro che “non credono che Gesù è il Cristo di Dio, ma sono dei cittadini sensibili, una persona di bell’aspetto e con gli occhi spalancati”,
ha invitato il prelato a riflettere: “dove va una società che non rispetta la religione e la sensibilità? delle persone? Come costruiremo uno spazio di tolleranza
e rispetto in questo modo? È bello deridere i valori religiosi cari alla stragrande maggioranza di una società, divertirsi deridendo realtà sacre per molti?
Netflix aveva il diritto morale di farlo? ”
“Se pensi che questo sia un grave errore, ti chiedo che, anche se non sei un credente, puoi anche annullare la tua iscrizione,
in nome della salvezza della nostra società e della buona convivenza tra i brasiliani! Annullare e dire il motivo: ‘mancanza
di rispetto per la religione degli altri’ ”.
Secondo il Vescovo di Palmares, “Non dobbiamo mai permettere che i valori e i legittimi sentimenti religiosi o morali delle
persone vengano ignorati, qualunque sia la religione di appartenenza … Viviamo in un mondo di intolleranza; rispetta solo la comprensione e la tolleranza delle razze. “
“Questo è quello che volevo condividere. E anche la mia immensa gioia che in un piccolo gesto ho dato un umile segno d’amore
per il mio caro Gesù Cristo come dono a Nostro Signore. Non dimenticare mai: “Dio ha tanto amato il mondo che ha rinunciato
al suo unico Figlio”.
 
******************************************************************************
Non è mancata l’immediata risposta della dirigenza Netflix che provato a quietare gli animi con una nota chiarificatrice riportata dal quotidiano
O Estado De Sao Paulo.
“Valorizziamo la libertà creativa degli artisti con cui lavoriamo e sappiamo che non tutti apprezzeranno questo contenuto. Diamo grande possibilità
di scelta che include anche, per esempio, storie bibliche”.
 
*********************************************************************************
NON E’ LA PRIMA VOLTA CHE PORTA DOS FUNDOS FA FILM BLASFEMI ANCHE L’ANNO SCORSO LO HA FATTO.
SPECIALE NATALE 2018 PORTA DOS FUNDOS E’ STATO IL FILM: ” SE BEVI, NON CENARE” “Se Beber, Não Ceie”
Lo speciale natalizio della Porta dos Fundos, “Se bevi,non cenare” è una pellicola di commedia brasiliano, uscita il 21 dicembre del 2018 ,
diretto da Rodrigo Van Der Put e prodotto da Netflix e il gruppo di umorismo Porta dos Fundos.
TRAMA
Dopo l’ultima cena, annaffiata con molto vino, i discepoli postumi della sbornia si rendono conto di aver perso il loro Messia, Gesù Cristo.
Il giorno dopo l’ultima cena, gli apostoli si svegliano con i postumi della sbronza, senza alcun ricordo della notte prima e scoprono che Gesù (Fábio Porchat) è sparito.
Gesù scomparve e gli apostoli devono trovarlo e svelare ciò che è accaduto la sera prima, in una saga piena di momenti magici, avventure, tradimento, omicidio,
abuso di droghe, amnesia alcolica e nessuna.
Gesù viene descritto come un “ubriacone sadico, omicida, edonista che odiava pregare.
Lo speciale del 2018 ha vinto un premio Emmy internazionale per la migliore commedia
 
**********************************************************************************
A CURA DEL CENTRO CONTRO I ROMANZI E I FILM BLASFEMI
 

novembre 7, 2019

I bambini indemoniati di Illfurth: un caso di vera possessione diabolica

Immagine correlata
 

 

————————————————————————————————————————-
 
ALETEIA.ORG
 
7 NOVEMBRE 2019
 
DON MARCELLO STANZIONE

“II demonio attraverso i bambini svelava anche avvenimenti succeduti nel più remoto passato, e che erano completamente sconosciuti dai testimoni presenti. Inoltre, egli prediceva molti giorni prima, e anche delle settimane, gli avvenimenti futuri”

 

La storia degli indemoniati di lIlfurth tratta di un caso accertato di possessione diabolica, con un’ampia testimonianza e documentazione anche clinica.

Apparve, già pochissimo tempo l’avvenimento dei fatti, un volumetto sugli incredibili episodi che caratterizzavano ripetutamente, e alla vista di centinaia di persone contemporaneamente, i due bambini, figli dei coniugi Burner, Giuseppe e Teobaldo, di 9 e 8 anni, ad Illfurth appunto, un villaggio dell’Alsazia (Francia), tra il 1864 e il 1869.

Ecco uno stralcio dalla prima edizione de “Gli indemoniati di Illfurth“, che cito testualmente, anche se solo in piccola parte:

PRIMA PARTE

«Coricati sul dorso, si voltavano e si rivoltavano con larapidità vertiginosa di una trottola, oppure si sfogavano a battere senza posa, e con una forza sorprendente, il letto e gli altri mobili, chiamando questa loro operazione “dreschen” -battere il grano- senza accusare mai la più lieve stanchezza, per quanto lunga fosse stata la battitura […] II ventre gonfiava loro a dismisura, ed essi avevano l’impressione che una palla rotolasse loro nello stomaco, o che una bestia vivente vi si dibattesse. Le loro gambe si legavano l’una all’altra, come intrecciate, e nessuna forza umana riusciva a separarle».

Il fantasma e le piume fetide

«In quel tempo – si legge – Teobaldo ebbe una trentina di volte l’apparizione di un fantasma straordinario che egli chiamava suo maestro. Esso aveva un becco d’anitra, degli artigli di gatto, i piedi di cavallo, e il corpo completamente ricoperto di sudicie piume. Ad ogni apparizione il fantasma sorvolava al di sopra del letto di Teobaldo, che minacciava di strangolare; e il fanciullo, nel suo terrore, si slanciava verso di lui, agli altri invisibile, e gli strappava a manciate le piume, che poi rimetteva agli spettatori sbalorditi. Tutto questo in pieno giorno, e in presenza di un centinaio di testimoni, fra i quali c’erano uomini serissimi, niente creduli, molto perspicaci, e appartenenti a tutte le classi della società: e fu unanimemente riconosciuta l’impossibilità di qualsiasi inganno. Le piume spandevano un odore fetido, e -singolarissima cosa!- non si incenerivano quando venivano bruciate […] Parlavano sempre con voce virile e senza muovere le labbra, cosa che faceva grande impressione […]».

«Talvolta il corpo dei poveretti si gonfiava in modo che pareva dover scoppiare: ed essi vomitavano schiuma, piume, e muco, mentre i loro vestiti si ricoprivano con quelle stesse piume che impestavano tutta la casa […]».

L’insulto alla Madonna

Nella loro camera, i due bambini «erano tormentati di tanto in tanto da ondate di calore atroce, insopportabile anche in pieno  inverno; e a chi ne stupiva, il demonio gridava ridendo: ‘Sono un buon fuochista non è vero? Se verrete in casa mia, non vi lascerò soffrire il freddo: statene certi!’ […] Moltissime le occasioni e i modi per manifestare l’odio al  sacro, anche con nomi e appellativi offensivi e ingiuriosi. Eppure in questa atmosfera di odio una cosa interessante e singolare era l’atteggiamento di rispetto nei riguardi della Madonna.”  […] Mentre il demonio ingiuriava e derideva le cose più sante, senza fare eccezione neppure per Dio stesso, egli non osò mai insultare la Madonna: e a qualcuno che gliene chiese la ragione, rispose brevemente: ‘Non ne ho il diritto. La Marionetta sulla Croce me lo ha proibito’ […]».

Acqua benedetta

II furore del diavolo «raggiungeva il parossismo se qualcuno gli  buttava addosso dell’acqua benedetta. [Una volta il sindaco gettò sulle dita di Teobaldo] Qualche goccia d’acqua benedetta, ed egli venne ripreso da una  forte agitazione, finché non si lasciò cadere a terra, per nascondersi strisciando sotto la tavola, quando vide che non poteva fuggire da nessuna parte […] Il Signor Andre ci dice: ‘Quando la Suora che gli porta gli alimenti lascia cadere in essi una goccia d’acqua benedetta, o li sfiora con un oggetto sacro, Teobaldo se ne accorge subito, benché questo sia stato fatto in cucina dov’egli non penetra mai. In tale caso, egli si avvicina al vassoio con sospetto, guarda attentamente il vitto che gli è destinato, e in¬variabilmente lo rifiuta, dicendo: ‘Non ho fame! C’è della sporcizia lì dentro’ oppure: ‘E veleno ‘. E per farlo mangiare bisogna portargli altro. La stessa cosa succede per le bevande’. […]».

Lingue sconosciute e preveggenza

«I fanciulli parlavano correntemente le lingue più disparate: rispondendo senza esitare in francese, in latino, in inglese, e comprendevano persino i dialetti di Francia e di Spagna […] Di Teobaldo poi si afferma: ‘Se egli voleva, parlava perfettamente le lingue, senza il minimo errore; e sovente parlava giornate intere nel più puro francese che si potesse udire’. […]

CONTINUA ALLA PAGINA

https://it.aleteia.org/2019/11/07/bambini-indemoniati-illfurth-un-caso-possessione-diabolica/

SECONDA PARTE

Moltissime sono le occasioni nelle quali i ragazzi manifestano di conoscere il pensiero altrui, avvenimenti lontani, oggetti nascosti, tutto ciò insomma che è occulto alla normale conoscenza. […] Un giorno, mentre varie persone si trovavano nella camera, Teobaldo fece l’atto di tirare la corda di una campana: ‘Per chi suoni a morte’ gli si chiese. ‘Per Giorgio Kunegel’ rispose egli senza esitare. La figlia di costui era per caso presente, e tutta spaventata gridò al fanciullo: ‘Bugiardo!… Mio padre sta benone, e lavora da muratore  alla fabbrica di un piccolo Seminario’ Sarà benissimo, replicò egli, ma devi sapere che è caduto; e se non credi, va a vedere!’ La povera ragazza volò alla fabbrica, e dovette constatare che suo padre era veramente caduto da una impalcatura, e si era spezzata la spina dorsale, nello stesso momento in cui Teobaldo parlava. Nessuno, in Illfurt, conosceva ancora la disgrazia […]».

Eventi remoti sconosciuti

II demonio attraverso i bambini svelava anche avvenimenti succeduti nel più remoto passato, e che erano completamente sconosciuti dai testimoni presenti. Inoltre, egli prediceva molti giorni prima, e anche delle settimane, gli avvenimenti futuri: e l’esatta realizzazione delle sue profezie era oggetto di continuo stupore. «Egli – si riporta nel volume “Gli indemoniati di Illfurt”, si divertiva a comunicare ai visitatori i loro misfatti sconosciuti, e a rimproverare loro ad alta voce i loro vizi e i loro peccati più segreti, per avere il gusto di vederli scappare, senza chiedere il resto, sbalorditi e furenti […]. Teobaldo predisse anche sovente la morte di parecchie persone. Due ore prima del decesso di una certa signora Mùller, egli si inginocchiò sul letto, e fece l’atto di tirare la corda di una campana […]Egli parlava degli avvenimenti di venti, trenta, e persino cento anni prima con una tale evidenza, una tale precisione, e una tale sicurezza, da far pensare che egli ne fosse stato testimone oculare […]».

Fenomeni di lievitazione

«Talvolta si videro i due fanciulli sollevati in aria da mani invisibili, colle seggiole su cui stavano seduti; dopo i fanciulli venivano scaraventati in un angolo, mentre le seggiole volavano dalla parte opposta. […] Un solido crocifisso che qualcuno provò a mettere al collo di Giuseppe, si contorse immediatamente e prese la forma di un X conservandola fino a che rimase sul petto del fanciullo: e uno scapolare posato sulle sue spalle, volò senz’altro in alto, e descrivendo un altissimo cerchio andò a cadere sul casco del gendarme Werner, entrato per caso nella camera. Il fanciullo non si era neppure mosso […] I fanciulli erano seduti sopra una sedia? Questa veniva sollevata in aria da mani invisibili, e poi, lasciata cadere bruscamente. La sedia volava da una parte, e il fanciullo dall’altra. La madre Burner dovette subire la stessa sorte, un giorno in cui ella stava vicino ad uno dei suoi figli: e non risentì, cadendo, il minimo male… I fanciulli si arrampicavano sugli alberi come gatti, e potevano appendersi ai più leggeri ramoscelli senza timore di spezzarli […]».

La liberazione

I continui esorcismi lentamente ma inesorabilmente avevano indebolito il potere dei demoni che possedevano i due piccoli corpi dei bimbi. «[Durante l’ultimo esorcismo] il demonio, con una voce di basso profondo, gettò un grido formidabile. E poi gemette: -Adesso, sono costretto a cedere! Immediatamente il fanciullo ossesso si contorse come un serpe che venisse schiacciato; e poi, un leggero scricchiolio percorse le sue membra: egli snodò lentamente il corpo, si allungò, e ricadde a terra come morto. Il demonio era fuggito. I testimoni della scena orribile ne rimasero terrificati! Un momento prima, una rabbia da fare spavento, un viso contraffatto dalla collera, delle risposte spavalde: adesso, un fanciullo immobile, che dormirà quietamente durante un’ora, disteso in un dolce benessere. Egli è finalmente liberato! Non reagisce più contro il crocifisso e l’acqua benedetta, e lo si può sollevare e portare in camera sua senza la minima difficoltà».

Si racconta che la liberazione sia avvenuta per intercessione della Madonna Immacolata. Oggi ad Illfurt, in omaggio a questo episodio, è stata installata in paese una statua dell’Immacolata.

CONTINUA ALLA PAGINA

https://it.aleteia.org/2019/11/07/bambini-indemoniati-illfurth-un-caso-possessione-diabolica/2/

Entra in un asilo e uccide un bambino a caso: “Satana mi ha ordinato di farlo” di VoceControCorrente 3 Novembre 2019

Filed under: diavolo, POSSESSIONE DIABOLICA, satana — Tag:, , , , , , , , — mirabilissimo100 @ 2:39 pm

Risultati immagini per Denis Pozdeev RUSSIA UCCIDE BAMBINO

 
Un bambino di sei anni è stato pugnalato a morte da un uomo che ha urlato «Satana mi ha ordinato di farlo» in un asilo in Russia.
 
Kirill Savenkov stava dormendo in una stanza in cui i bambini di solito fanno un pisolino all’asilo di Skazka quando un uomo è entrato e gli ha tagliato la gola con un coltello.
 
 
L’omicida, Denis Pozdeev, 36 anni, ha affermato che l’atto di violenza è stato mosso dalle allucinazioni che lo hanno portato a credere che il bambino fosse un mostro.
 
Quando Pozdeev è entrato nella scuola materna Fairytale di Skazka a Naryan-Mar, una città portuale marittima e fluviale a nord del circolo polare artico nella regione autonoma di Nenets, non è stato bloccato dalla sicurezza.
 
Il bambino di sei anni è morto pochi istanti dopo il brutale attacco tra le braccia delle tate della scuola materna. Pozdeev è stato arrestato dalla sicurezza e trattenuto fino all’arrivo della polizia.
 
CONTINUA NELLA PAGINA
 
https://vocecontrocorrente.it/entra-in-un-asilo-e-uccide-un-bambino-a-caso-satana-mi-ha-ordinato-di-farlo/